Siderweb utilizza i cookie per una migliore gestione del sito.
Per ulteriori dettagli e per informazioni si invita a consultare la nostra policy relativa alla privacy e la nostra policy relativa ai cookie. Accedendo al sito acconsenti all'uso dei cookie.
Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 

Webinar: acciaio tra Usa, Cina ed Europa

Muzzi: «Anche post Covid l'Italia e l'Europa dovranno confrontarsi con il protezionismo americano e la crescita cinese»

Versione stampabile

Stati Uniti, Cina, Europa. Anche dopo la grande pandemia di coronavirus restano questi i principali attori dello scenario geopolitico mondiale che andranno ad influenzare la politica e l’industria italiana.

Lo ha evidenziato nel corso del webinar di siderweb «Nuova geografia dell’acciaio: tra globalizzazione e reshoring» il giornalista Carlo Muzzi, che ha provato a rendere evidenti i rapporti di forza in campo, in cui a dominare lo scacchiere globale sarà ancora una volta il braccio di ferro Usa-Cina.

A fronte di tutte le stime economiche che mostrano un sensibile rallentamento del mondo, in cui forse solo la Cina potrebbe avere un impatto ridotto si sviluppano «nuove sfide su problemi vecchi»

«Anche dopo la pandemia difficilmente cambierà l’atteggiamento di Donald Trump nei confronti della politica estera e commerciale – ha ribadito Muzzi -. Dobbiamo tener presente che questo è un anno di presidenziali e il motto scelto da Trump è “re-make Usa great again”. In pratica la scelta è di ottenere il successo battendo sulle stesse corde toccate nella campagna elettorale precedente. Per questo gli Usa hanno riavviato quella che viene chiamata la "trappola di Tucidide" nei confronti della Cina, vale a dire partire all’attacco dell’avversario per poi costringerlo a trattare. Ed è evidente con la campagna dove si punta alla responsabilità diretta di sperimentazioni cinesi alla base dell’epidemia di Covid-19. Un atteggiamento su cui si innesterà un nuovo protezionismo, con cui ancora una volta anche l’Europa dovrà confrontarsi».

Pechino però non sta a guardare ed infatti replica agli Stati Uniti provando ad applicare a sua volta la trappola di Tucidide nei confronti degli Usa, ma con un occhio all’Ue dove la Cina prova ad entrare.

«È evidente che il colosso asiatico ha provato ad entrare in Europa tramite la tecnologia, il 5G ad esempio, oppure la politica della nuova via della seta – ha ribadito il giornalista -. Senza dimenticare poi la possibile acquisizione di realtà cinesi di aziende europee particolarmente strategiche sul fronte tecnologico».

Oltre che le minacce esterne però l’Europa deve fronteggiare anche eventuali incrinature dal punto di vista interno come ha reso evidente il recente dibattito sugli strumenti di sostegno all’economia.

«Forse la sfida principale dell’Europa è quella rappresentata dallo scontro tra quelli che si definiscono i Paesi Frugali contro i Paesi della Coesione guidati dall’Italia - ha spiegato Muzzi-. È un confronto tra due visioni dell’Ue, la prima in cui l’Unione deve solo garantire la stabilità finanziaria della macro area, mentre la seconda che invece ritiene che debba essere anche garantito un supporto alla crescita e non solo regole finanziarie. Un confronto che però ha in certi casi anche rischiato di arrivare ad una spaccatura nel mercato unico. Uno scenario che di fatto ha costretto la Germania a cercare un punto di mediazione. Un territorio molto ostico in cui Roma è riuscita a muoversi senza arrivare allo strappo».

Mediazione che per l’Italia dovrebbe tradursi in una serie di strumenti di supporto che il nostro Paese dovrà sfruttare in toto per poter supportare il bilancio senza far esplodere il debito.

«Debito con cui dovremo confrontarci prima o poi, anche se i sistemi di supporto potrebbero far ulteriormente slittare questo confronto, anche se non lo potremo procrastinare all’infinito – ha aggiunto Muzzi –. Non dobbiamo infine dimenticare che sul fronte internazionale ci verrà probabilmente chiesto conto anche della nostra vicinanza alla Cina. È evidente che una forza politica di maggioranza abbia rapporti preferenziali con Pechino. Questo però dovrà confrontarsi prima o poi con la nostra appartenenza all’alleanza atlantica, con Trump che ha dimostrato più volte di proporre un modello in cui sovrappone alleanze politiche ad alleanze economiche».

Per consultare le slides proposte da Carlo Muzzi nel corso del webinar, basta cliccare sull'icona slides muzzi 05.05

ARTICOLI CORRELATI

9 giugno 2020

Acciaio USA: nuovo calo per la produzione

La settimana scorsa si è registrata una leggera diminuzione, che ha però accentuato quella annuale

di Marco Torricelli

3 giugno 2020

Acciaio USA: produzione in leggero aumento

Bene il dato settimanale. Resta però negativo il saldo rispetto al 2019: i volumi totali risultano in calo del 16,1%

di Marco Torricelli

29 maggio 2020

Recovery Fund: scommessa da vincere per l’Europa

L'intero pacchetto di misure comprese nel "Next Generation Eu" vale 3mila miliardi di euro

di Carlo Muzzi

27 maggio 2020

Acciaio inox in Cina: netto incremento dell’import

Ad aprile aumento del 139% rispetto al 2019. Leggero incremento anche dell’export (5%) su base annua

di Marco Torricelli

27 maggio 2020

Acciaio USA: leggero aumento della produzione

In crescita quella settimanale, ma il dato complessivo del 2020 resta ancora al di sotto di quello dell’anno scorso

di Marco Torricelli

26 maggio 2020

Acciaio: la Cina vicina al record di produzione

Le aziende CISA a maggio hanno raggiunto i 2,08 milioni di tonnellate al giorno: secondo valore in cinque anni

di Marco Torricelli

25 maggio 2020

Acciaio inox. Cina: mega investimento di Taishan

Sarà realizzato un impianto – con un impegno di 13 miliardi di euro – per ampliare l’offerta sul mercato

di Marco Torricelli

20 maggio 2020

L'Ue vista da Italia e Germania

I contrasti interni su Mes e QE nella video analisi di Carlo Muzzi

di Carlo Muzzi

19 maggio 2020

“PANorami”: fase due e la fiducia

L’appuntamento con l’attualità nella video-rubrica curata da Massimiliano Panarari

di Massimiliano Panarari

19 maggio 2020

Webinar. Acciaio: un futuro sostenibile

Il dibattito sulla siderurgia ecocompatibile oggi diventa digitale grazie all’appuntamento online di siderweb

di Redazione Siderweb

19 maggio 2020

Acciaio USA: nuovo calo della produzione

Dopo una settimana nella quale la tendenza si era invertita, AISI segnala il ritorno al segno negativo

di Marco Torricelli

18 maggio 2020

Al via la "partita" finale per il Recovery Fund Ue

Entro il fine mese la Commissione europea dovrebbe dare indicazioni più precise sul nuovo strumento economico

di Carlo Muzzi

15 maggio 2020

Acciaio elettrico: novità dagli Stati Uniti

Arcanum Alloys ha annunciato di aver prodotto Opticore «con caratteristiche non riscontrabili in quelli tradizionali»

di Marco Torricelli

15 maggio 2020

La fase 2 dell’acciaio: scarica lo speciale di siderweb

47 pagine di approfondimenti sullo stato di salute e sulle prospettive dell’acciaio post lockdown

di Redazione Siderweb

14 maggio 2020

Acciaio: cala la produzione dell’America latina

Nel primo trimestre dell’anno si è registrato un calo dell’8% rispetto al 2019. Export giù del 15%

di Marco Torricelli

12 maggio 2020

Acciaio USA: la produzione torna a crescere

La settimana scorsa ha fatto registrare un incremento, ma il totale dell’anno in corso resta basso

di Marco Torricelli

11 maggio 2020

Acciaio: in Cina cresce l’import e cala l’export

I dati si riferiscono al primo quadrimestre del 2020. Notevole crescita nelle importazioni di minerale di ferro

di Marco Torricelli

7 maggio 2020

Stati Uniti: import di acciaio ancora in diminuzione

Nei primi quattro mesi dell’anno si è registrato un calo che ha raggiunto il 28%

di Marco Torricelli

7 maggio 2020

Coronavirus: l’Emilia Romagna riparte piano

Le aziende fanno i conti con pesanti riduzioni di volumi e sono alle prese con l’aumento degli insoluti

di Marco Torricelli

7 maggio 2020

Coronavirus. ANFIA: «Le nostre idee per la fase 2»

Il direttore Gianmarco Giorda spiega a siderweb la posizione delle aziende della filiera automotive

di Marco Torricelli

7 maggio 2020

“PANorami”: verso la società del rischio

L’appuntamento con l’attualità nella video-rubrica curata da Massimiliano Panarari

di Massimiliano Panarari

7 maggio 2020

Stato e imprese alla ricerca di un nuovo equilibrio

Gozzi: «Riscoprire la passione e la dedizione assolute allo sviluppo dei nostri padri e dei nostri nonni»

di Davide Lorenzini

6 maggio 2020

Coronavirus: accordo alla ArcelorMittal di Taranto

Relativo a modulistica e protocollo d'intesa: presto avviata la fase operativa su base volontaria

di Gianmario Leone

6 maggio 2020

Materie prime: «Incertezza e volatilità»

Le prospettive della World Steel Association su rottame, minerale e carbone

di Stefano Ferrari

6 maggio 2020

Coronavirus. Tuxor: «“Fase 2” va presa di petto»

Giuseppe Ferrero, che guida l’azienda torinese, non ha dubbi: «Sarà una scalata di sesto grado, ma ce la faremo»

di Marco Torricelli

6 maggio 2020

ArcelorMittal Taranto: le date delle ripartenze

Da lunedì prossimo tornano in marcia alcuni impianti sulla base dell’acquisizione degli ordini

di Gianmario Leone

5 maggio 2020

Automotive: proposto un piano d’azione europeo

È composto da 25 punti ed a metterlo a punto sono state quattro associazioni continentali di categoria

di Marco Torricelli

5 maggio 2020

Webinar: acciaio tra globalizzazione e reshoring

L’intervento di Gianfranco Tosini all’evento online sul tema, organizzato stamattina da siderweb

di Marco Torricelli
Altre News

Lascia un Commento



“Un pensiero ovvio ed una critica sterile godono, purtroppo, della stessa libertà di espressione di molte idee innovative rimaste inascoltate.”

Valter Redolfi

DOSSIER

Dossier

Coronavirus: sfida d'acciaio

L'impatto della diffusione dell'epidemia sul sistema economico italiano e internazionale

ULTIME NEWS

13 luglio 2020

Acciaio: in Iran si vuole incrementare l’export

Le aziende che producono tubi e profilati chiedono al governo di rimuovere le limitazioni imposte

di Marco Torricelli

13 luglio 2020

Acciaio green: accordo tra Kobe Steel e Vale

L’intesa, che coinvolge anche Mitsui, è finalizzata a produrre DRI e contenere le emissioni di CO2

di Marco Torricelli

13 luglio 2020

siderweb TG

Varato lo "Sblocca cantieri". A che punto siamo a Taranto e Piombino

di Elisa Bonomelli

13 luglio 2020

Recovery Fund: faccia a faccia Conte-Merkel

Il vertice è in programma per questa sera. Possibile una revisione delle somme in ballo. Italia osservata speciale

di Redazione Siderweb
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

Mercato tra congiuntura e cambiamenti strategici

Lo speciale di siderweb dedicato al mercato siderurgico post-Covid

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

RICREA: più attenzione alla qualità
A cura di Elisa Bonomelli

RICREA: più attenzione alla qualità

Nel 2019 raccolte 481mila tonnellate di imballaggi di acciaio. Avviato al riciclo l’82% dell'immesso al consumo

Tecnologie industriali

Laminazione: il ruolo decisivo del forno di riscaldo
A cura di Redazione Siderweb

Laminazione: il ruolo decisivo del forno di riscaldo

Preparare in modo adeguato il prodotto alla fase di trattamento specifico è garanzia di risultati ottimali