Siderweb utilizza i cookie per una migliore gestione del sito.
Per ulteriori dettagli e per informazioni si invita a consultare la nostra policy relativa alla privacy e la nostra policy relativa ai cookie. Accedendo al sito acconsenti all'uso dei cookie.
Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 

Webinar. «Il Decreto Rilancio a rischio burocrazia»

Per Enzo De Fusco nessuna norma sarà risolutiva se non si interviene sulle lungaggini che ne frenano l'efficacia

Versione stampabile

undefinedNon solo mercato, ma anche appuntamenti di natura tecnica. Si arricchisce l’offerta webinar di siderweb grazie ad approfondimenti mirati con esperti per supportare la community dell’acciaio mettendo a disposizione le migliori professionalità per la materia da analizzare e commentare.
La scelta, per questa nova proposta, è quella di stare sull’attualità ed in particolare su quello che è stato ribattezzato "Decreto Rilancio" in approvazione proprio in queste ore.
Un provvedimento che dovrebbe comprendere numerose iniziative anche per supportare le imprese in questa complicata fase di ripartenza e non solo, dal momento che dovrebbe accompagnare il Paese per tutto il 2020.

Protagonista è stato Enzo De Fusco, consulente del lavoro e socio fondatore di DE FUSCO & PARTNERS, che ha rimarcato pregi e difetti del provvedimento che nel suo complesso ritiene comunque non risolutivo delle attuali problematiche che il Paese e le sue imprese stanno affrontando.

«Questo decreto non ci farà svoltare – ha ribadito De Fusco -, almeno fino a quando non si riuscirà a snellire la burocrazia che si frappone tra i princìpi con cui il Governo vara un provvedimento e l’effettivo beneficio per le imprese. Il rischio è che quando la norma è nelle condizioni di essere finalmente efficace, l’imprenditore abbia già affrontato e probabilmente superato la problematica che si trova davanti, scegliendo strade diverse in maniera autonoma».

Una valutazione che arriva al termine di un’attenta riflessione del giuslavorista che ha iniziato la propria analisi del provvedimento sin dall’inquadramento generale nel quale si inserisce.

«Non dobbiamo dimenticare il punto di inizio di questa emergenza sanitaria se vogliamo dare la giusta lettura dei vari provvedimenti – ha spiegato De Fusco -, vale a dire che a causa di un fatto esterno vi è un’impossibilità indipendente dalla volontà del datore di lavoro e del lavoratore di ottemperare a quando previsto dal contratto in essere. E che questa situazione resta sospesa fin tanto che questa impossibilità perdura. È un caso visto anche in occasione di altri eventi, come ad esempio i terremoti. In questo contesto quindi interviene lo Stato per disinnescare i rischi che possono essere legati agli effetti negativi. Pertanto come previsto dal nuovo decreto vengono vietati i licenziamenti fino al 17 di agosto se il testo sarà confermato».

Vi è quindi un’impostazione di interventi che cercano di calmierare gli effetti negativi della congiuntura seguendo due filoni principali che sono il supporto ai lavoratori ed il supporto alle imprese.

Per quanto riguarda i lavoratori in questa direzione vanno l’ampliamento dei periodi di ammortizzatori sociali disponibili, le integrazioni al reddito.

«Sul fronte delle imprese, il decreto conta molti interventi a favore delle PMI e pochi per quanto riguarda i grandi gruppi come quelli siderurgici, per cui credo che le realtà della vostra filiera potrebbero restare deluse se il provvedimento conserverà le formule anticipate. Il mio consiglio per i gruppi industriali più strutturati è quello di prestare attenzione alle risorse messe a disposizione dalle Regioni sulla base delle normative comunitarie».

Di positivo ci sono invece le risorse fino a 150mila euro per azienda varate a supporto degli incrementi di costo imposti dai sistemi di protezione dal contagio che le imprese hanno dovuto adottare e che in certi casi superano persino i due milioni di euro.  

Tra gli interventi positivi anche le deroghe rispetto alle normative vigenti concesse in materia di lavoro a termine, si offre infatti alle imprese la possibilità di prorogare e rinnovare i contratti già in essere.

Positiva anche la decisione di stralciare il saldo e l’acconto dell’Irap per le imprese fino a 250 milioni di fatturato.

«Un altro elemento positivo del provvedimento, ma in generale di questa crisi – ha aggiunto De Fusco – sono senza dubbio le potenzialità di sviluppo dimostrate dal lavoro agile, e sono certo che imprenditori sempre all'avanguardia come quelli siderurgici avranno già iniziato a valutarne l’impiego per diverse figure della struttura aziendale».

Infine il fondatore di DE FUSCO & PARTNERS ha ricordato che ogni decreto legge può subire modifiche importanti nel corso dei 60 giorni di processo parlamentare di conversione, per tanto ogni valutazione anche sul testo al varo dovrà poi confrontarsi con l’assetto definitivo della norma i cui limiti potrebbero anche essere corretti nel corso dell’iter approvativo.

ARTICOLI CORRELATI

17 giugno 2020

«L’acciaio italiano per salvare ponti e viadotti»

Le proposte di Fondazione Promozione Acciaio e Federacciai per ovviare allo stato di degrado delle infrastrutture

di Marco Torricelli

17 giugno 2020

Coronavirus. Ance: «Ci giochiamo il futuro»

Il presidente Gabriele Buia scettico sulle misure del governo: «L’unica di vero rilancio è il superbonus al 110%»

di Marco Torricelli

22 maggio 2020

Coronavirus: 329mila domande di liquidità

ABI: «I finanziamenti richiesti dalle imprese sono di circa 15 miliardi, sei dei quali per domande sotto i 25mila

di Marco Torricelli

19 maggio 2020

Innovazione: aperta, condivisa, necessaria

I punti di vista di Temporelli, Fusari e Vergalli nel webinar di siderweb

di Stefano Ferrari

19 maggio 2020

Webinar. Acciaio: un futuro sostenibile

Il dibattito sulla siderurgia ecocompatibile oggi diventa digitale grazie all’appuntamento online di siderweb

di Redazione Siderweb

18 maggio 2020

Coronavirus. Fondi-Metal: «Burocrazia nemica»

Francesco Paolo Marino è risoluto: «Il mercato del rottame va a rilento, ma noi vogliamo andare avanti»

di Marco Torricelli

18 maggio 2020

Lo Steel Stock Index di siderweb ancora in salita

Terza settimana positiva consecutiva, USA e Europa soffrono: le italiane fanno un passo indietro

di Paola Zola

15 maggio 2020

Coronavirus: a Brescia si studia la prevenzione

Al via un progetto pilota in sei aziende tra cui Feralpi. Giuseppe Pasini: «Fabbriche sempre più sicure»

di Marco Torricelli

15 maggio 2020

La fase 2 dell’acciaio: scarica lo speciale di siderweb

47 pagine di approfondimenti sullo stato di salute e sulle prospettive dell’acciaio post lockdown

di Redazione Siderweb

14 maggio 2020

Coronavirus: il decreto “Rilancio”

Una prima valutazione di Gianfranco Tosini (Ufficio Studi siderweb) del nuovo strumento varato dal governo

di Gianfranco Tosini

14 maggio 2020

“PANorami”: Stato-Regioni, quale rapporto?

L’appuntamento con l’attualità nella video-rubrica curata da Massimiliano Panarari

di Massimiliano Panarari

13 maggio 2020

Coronavirus. Pasini: «Il 2020 sarà “anno zero”»

Il presidente di Feralpi e AIB: «La pandemia costringerà le aziende a rivedere budget ed investimenti»

di Marco Torricelli

13 maggio 2020

Coronavirus. Bucciarelli: «Mercato ancora fermo»

Il titolare della Siderurgica Fiorentina non perde l’ottimismo: «Il virus ha fatto danni, ma li supereremo»

di Marco Torricelli
Altre News

Lascia un Commento



“Un pensiero ovvio ed una critica sterile godono, purtroppo, della stessa libertà di espressione di molte idee innovative rimaste inascoltate.”

Valter Redolfi

DOSSIER

Dossier

Coronavirus: sfida d'acciaio

L'impatto della diffusione dell'epidemia sul sistema economico italiano e internazionale

ULTIME NEWS

9 luglio 2020

Idrogeno: nasce un fondo di investimento

HydrogenOne Capital sarà dotato di 315 milioni di dollari e dovrebbe essere lanciato entro il 2020

di Marco Torricelli

9 luglio 2020

Acciaio: l’India pensa di tassare l’import

Secondo l’Indian Steel Association servirà per «eliminare uno svantaggio fondamentale per l'industria nazionale»

di Marco Torricelli

9 luglio 2020

Acciaio più “digitale” con Microsoft e Tenova

Le due aziende rafforzano la loro partnership per «guidare la trasformazione» del settore siderurgico mondiale

di Marco Torricelli

9 luglio 2020

Tasteel e Vanomet rilevano il 100% di Officine Tecnosider

Alle due realtà svizzere la guida dell'azienda friulana specializzata nella commercializzazione e lavorazione di lamiere

di Davide Lorenzini
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

speciale pianetA

L’acciaio, un futuro sostenibile

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

RICREA: più attenzione alla qualità
A cura di Elisa Bonomelli

RICREA: più attenzione alla qualità

Nel 2019 raccolte 481mila tonnellate di imballaggi di acciaio. Avviato al riciclo l’82% dell'immesso al consumo

Tecnologie industriali

Laminazione: il ruolo decisivo del forno di riscaldo
A cura di Redazione Siderweb

Laminazione: il ruolo decisivo del forno di riscaldo

Preparare in modo adeguato il prodotto alla fase di trattamento specifico è garanzia di risultati ottimali