Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

Padana Tubi: «Serve periodo di stabilità»

Claudia e Fabio Alfieri: «Nel 2022 in funzione una nuova linea per prodotti al carbonio di grandi dimensioni»

Translated by Deepl

Quella della Padana Tubi e Profilati Acciaio di Guastalla (Re) è una storia che dura da più di 50 anni e che è stata sempre caratterizzata, fin dalla fondazione, dalla gestione della famiglia Alfieri: «Un’azienda familiare che funziona – spiega Claudia Alfieri – perché chi si è avvicendato alla sua guida ha sempre messo al primo posto le esigenze dell’impresa, evitando personalismi e lavorando per la crescita organica».

Una filosofia caratterizzata anche «dalla volontà di conservare rapporti sereni con i produttori di acciaio e con i nostri clienti – dice il cugino Fabio Alfieri – sulla base della reciproca fiducia. Un approccio che ha permesso alla Padana Tubi di raggiungere buoni risultati economici e di essere una realtà consolidata nel panorama di settore».

E a proposito dei rapporti con i clienti, Claudia Alfieri spiega che «la credibilità, sul mercato, la si conquista dando la certezza ai clienti che non si cercherà mai di approfittare di loro e di vendere dei sogni, ma anzi si farà in modo di accompagnare il loro percorso di crescita in maniera appropriata».

Senza trascurare, ricorda Fabio Alfieri, «il lavoro di ricerca e sviluppo, che ci ha portato a programmare investimenti cospicui e costanti negli anni, così da essere in grado di rispondere sempre alle mutate esigenze del mercato e di mettere a disposizione prodotti sempre innovativi».

Tanto che «è in corso la realizzazione di una nuova linea, in collaborazione con il gruppo SMS, che ci permetterà di realizzare tubi in acciaio al carbonio di grandi dimensioni, fino a 457 millimetri di diametro e 18 millimetri di spessore. Si tratta – spiega Claudia Alferi – di un impegno importante per la nostra azienda (l’investimento complessivo si aggirerà tra i 70 ed i 100 milioni di euro e la potenzialità sarà di 200mila tonnellate all’anno; ndr) e contiamo di poter mettere in esercizio l’impianto entro il 2022».

In Padana Tubi, conferma Fabio Alfieri, «siamo molto fiduciosi nei risultati che potranno arrivare grazie a questa nuova linea produttiva, che ci permetterà di confermarci come produttori in grado di fornire una gamma di tubi sempre molto ampia, così da assicurare il massimo della possibilità di scelta da parte dei clienti».

Quanto alle valutazioni relative alle performance aziendali, Claudia Alfieri, pur mantenendo il tradizionale low profile, non nasconde la «soddisfazione per la crescita dei volumi che stiamo registrando in questo 2021, grazie alla quale contiamo di poter chiudere un bilancio interessante, tenendo presente che anche lo scorso anno, nonostante le difficoltà indotte dalla pandemia e grazie anche all’impegno di tutte le persone che lavorano in Padana Tubi, siamo riusciti registrare prestazione decisamente soddisfacenti».

E, a proposito di come e quanto doversi confrontare con l’emergenza si sia tradotto in un inevitabile cambio di mentalità, «diciamo che è certamente cambiata la scala dei valori ed abbiamo, forse, imparato a fare a meno di troppi formalismi ed a puntare più sulla sostanza dei rapporti interpersonali che, forse perché si sono rarefatti per troppo tempo, crediamo sia necessario rendere sempre più concreti, proprio a partire da quelli che stiamo avendo qui a Made in Steel, che è la benvenuta proprio perché c’era un gran bisogno di tornare ai contatti diretti dopo tanta distanza».

Quanto alla filiera, Claudio Alfieri dice di augurarsi «un periodo di stabilità dei prezzi e l’avvio delle opere che potranno contare sui fondi messi a disposizione dal Pnrr: gli utilizzatori avranno la possibilità di tornare a lavorare in maniera continuativa e, ovviamente, di questo potremo solo beneficiare anche noi e la parte più a monte della filiera stessa».

Nella foto di testa: Fabio, Claudia e Angela Alfieri.


7 ottobre 2021

Made in Steel: le sfide della distribuzione

Il nuovo paradigma per il comparto, tra digitalizzazione e green

di Paola Gregorio

7 ottobre 2021

Feralpi: «Vogliamo essere la Ferrari dell’acciaio»

Pasini: «Volumi in forte crescita nel 2021, ma pesa molto l’incognita costi energetici. Investimenti per 300 milioni»

di Marco Torricelli

6 ottobre 2021

Federacciai: «Congiuntura positiva. Bene il Pnrr»

Alessandro Banzato: «Made in Steel ha saputo cogliere l’essenza del momento»

di Davide Lorenzini

6 ottobre 2021

Marcegaglia: «Il 2021 è il miglior anno del Gruppo, +50% di fatturato»

L'imprenditore da Made in Steel traccia le rotte sul futuro del gruppo dopo la mancata acquisizione di AST

di Davide Lorenzini

6 ottobre 2021

Made in Steel 2021: voglia di relazione

Le voci dai padiglioni 9 e 11 di fieramilano Rho

di Gianni Veronesi

6 ottobre 2021

Gambirasio: «tornare a Made in Steel è come tornare a casa»

Il direttore della divisione italiana di Buhlmann è ottimista anche sul fronte del mercato

di Davide Lorenzini

5 ottobre 2021

Made in Steel: quale futuro attende l’acciaio?

La visione di grandi protagonisti del settore, tra le enormi possibilità e le incertezze normative

di Marco Torricelli
Altre News

Lascia un Commento



“La solitudine è indipendenza: l'avevo desiderata e me l'ero conquistata in tanti anni”

Herman Hesse

DOSSIER

Dossier

Made in Steel 2023, ecco gli espositori

Verso la Conference & Exhibition internazionale dell’acciaio: le voci, le attese e i progetti della filiera

ARTICOLI SIMILI

7 ottobre 2021

Made in Steel: le sfide della distribuzione

Il nuovo paradigma per il comparto, tra digitalizzazione e green

di Paola Gregorio

7 ottobre 2021

Feralpi: «Vogliamo essere la Ferrari dell’acciaio»

Pasini: «Volumi in forte crescita nel 2021, ma pesa molto l’incognita costi energetici. Investimenti per 300 milioni»

di Marco Torricelli

6 ottobre 2021

Federacciai: «Congiuntura positiva. Bene il Pnrr»

Alessandro Banzato: «Made in Steel ha saputo cogliere l’essenza del momento»

di Davide Lorenzini

6 ottobre 2021

Marcegaglia: «Il 2021 è il miglior anno del Gruppo, +50% di fatturato»

L'imprenditore da Made in Steel traccia le rotte sul futuro del gruppo dopo la mancata acquisizione di AST

di Davide Lorenzini

6 ottobre 2021

Made in Steel 2021: voglia di relazione

Le voci dai padiglioni 9 e 11 di fieramilano Rho

di Gianni Veronesi
Altre News

MERCATI

Riciclo imballaggi

RICREA: riparte dalla Sicilia il tour di Capitan Acciaio
A cura di Stefano Gennari

RICREA: riparte dalla Sicilia il tour di Capitan Acciaio

Dal 29 settembre torna l'iniziativa di RICREA per spiegare ai cittadini l'importanza della raccolta differenziata