Siderweb utilizza i cookie per una migliore gestione del sito.
Per ulteriori dettagli e per informazioni si invita a consultare la nostra policy relativa alla privacy e la nostra policy relativa ai cookie. Accedendo al sito acconsenti all'uso dei cookie.
Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

Coronavirus, Sace: «Da noi garanzie in due giorni»

La società del Gruppo Cassa depositi e prestiti e l’assegnazione di 200 miliardi del Decreto "Liquidità"

Versione stampabile

Uno dei temi più delicati, oltre a quello relativo agli importi dei contributi sui quali possono contare le imprese italiane alle prese con l’emergenza-coronavirus ed alle modalità di accesso, è senza dubbio quello relativo ai tempi nei quali questi potranno essere disponibili.

Tra i soggetti coinvolti nelle procedure c’è Sace Simest, la società del Gruppo Cassa depositi e prestiti specializzata nel sostegno alle imprese italiane ed in particolare alle Pmi. E le prime due cose notevole che arrivano dagli uffici romani della società sono decisamente incoraggianti: la prima è che «dal momento in cui riceviamo una richiesta da parte di una banca, noi impieghiamo due giorni per emettere la garanzia», mentre la seconda è relativa «all’ok che l’iniziativa italiana ha ricevuto proprio ieri dall’Ue».

Perché le procedure per accedere a Garanzia Italia, lo strumento straordinario messo in campo per sostenere le imprese italiane colpite dall'emergenza Covid-19 e che permette di accedere ad un totale di 200 miliardi di euro stanziati dal Decreto "Liquidità", finanziati dagli istituti di credito e garantiti dallo Stato, prevedono quattro passaggi che, in questa fase, saranno snelliti al massimo.

«Il primo passaggio – spiega Sace – è a carico dell’impresa, che richiede alla banca (o altro soggetto abilitato all'esercizio del credito) di sua fiducia un finanziamento con garanzia dello Stato. Nel secondo step il soggetto finanziatore verifica i criteri di eleggibilità, effettua istruttoria creditizia e, in caso di esito positivo del processo di delibera, inserisce la richiesta di garanzia nel portale online di Sace. Che nel terzo passaggio processa la richiesta e, riscontrato l’esito positivo del processo di delibera, le assegna un Codice Unico Identificativo (CUI) ed emette la garanzia, controgarantita dallo Stato. Lo step conclusivo prevede che Il soggetto finanziatore eroga al richiedente il finanziamento richiesto con la garanzia di Sace controgarantita dallo Stato».

Il tutto gestito «grazie alla stretta collaborazione con l’Abi (l’Associazione bancaria italiana; ndr), con cui è stata allestita una task force che consentirà di operare congiuntamente per dare attuazione a quanto stabilito nel Decreto».

Il finanziamento sarà garantito al 90% per imprese con meno di 5.000 dipendenti in Italia e con fatturato fino a 1,5 miliardi di euro e al 70-80% per le grandi imprese con numero di dipendenti o fatturato superiore e avrà come limite di importo «il 25% del fatturato del 2019 come risultante dal bilancio ovvero dalla dichiarazione fiscale, oppure il doppio della spesa salariale annuale in Italia per il 2019 ovvero da dati certificati se l'impresa non ha approvato il bilancio. Potranno essere richiesti anche più finanziamenti dalla stessa impresa, ma il cumulo deve comunque rispettare i limiti suddetti. La durata dei finanziamenti non potrà essere superiore a 6 anni con la possibilità per le imprese di avvalersi di un preammortamento di durata fino a 24 mesi». Le aziende beneficiarie del finanziamento, poi, «si impegneranno a gestire i livelli occupazionali attraverso accordi sindacali».

Altri elementi interessanti sono quelli relativi al costo per l’impresa richiedente, che «deve essere inferiore a quello che sarebbe stato richiesto dal soggetto o dai soggetti eroganti per operazioni con le medesime caratteristiche ma prive della garanzia» e che «lo stesso Decreto, inoltre, prevede per tutte le Pmi (imprese fino a 499 dipendenti) l’intervento prioritario diretto del Fondo Centrale di Garanzia, a tal fine rafforzato, con garanzia pubblica del 100% per i prestiti fino a 800mila euro».

Le garanzie di Stato sui finanziamenti concessi dalle banche, chiarisce Sace, «potranno essere richieste fino al 31 dicembre 2020 e saranno disponibili per qualsiasi tipologia di impresa indipendentemente dalla dimensione, dal settore di attività e dalla forma giuridica con i seguenti requisiti: imprese con sede in Italia con destinazione dei finanziamenti richiesti verso stabilimenti italiani; imprese che non erano in difficoltà al 31 dicembre 2019 ma che hanno affrontato o che si sono trovate in una situazione di difficoltà successivamente a seguito dell’epidemia di Covid-19; imprese che hanno già utilizzato il Fondo Centrale di Garanzia fino a completa capienza».

Altro tema importante è quello relativo alle moratorie sui prestiti: «Al 3 aprile – spiega Sace – si sono registrate 660.000 domande o comunicazioni da parte di famiglie e imprese per un totale di 75 miliardi di euro. In particolare sono circa 437.000 le domande o comunicazioni inviate dal mondo imprenditoriale e accolte dalle banche (per complessivi 58 miliardi) e 227.000 da famiglie e professionisti (per complessivi 17 miliardi). Con riferimento alle richieste di garanzia per i nuovi finanziamenti bancari per le micro, piccole e medie imprese, Mediocredito Centrale, che gestisce il Fondo di Garanzia per le Pmi, ha ricevuto 9.972 richieste di garanzia (per un importo finanziato di oltre 1,6 miliardi), di cui 8.697 ai sensi del “Cura Italia” (per un importo finanziato di quasi 1,5 miliardi). Le domande accolte sono state 8.571 (per un importo finanziato di circa 1,3 miliardi), delle quali 7.451 ai sensi del “Cura Italia” (per un importo finanziato di quasi 1,2 miliardi). Anche in questo caso «il consiglio di gestione del Fondo ha quindi stabilito di aumentare il numero delle sedute settimanali per velocizzare l’esame delle richieste ricevute e rendere ancora più tempestive le risposte».


14 settembre 2021

Sace: l’export italiano torna ai livelli pre-Covid

Il dato è contenuto nell’ultimo report messo a punto dall’azienda del gruppo Cassa Depositi e Prestiti

di Marco Torricelli

24 settembre 2020

Moratorie e prestiti PMI: richiesti 323 miliardi

A renderlo noto è il MiSe: «Sono oltre 2,9 milioni le domande pervenute. Chiesti 83 miliardi di nuovi finanziamenti

di Marco Torricelli

6 luglio 2020

CDP e Unicredit a sostegno di PMI e Mid-Cap

Anche le aziende della meccanica potranno beneficiare di finanziamenti per un totale di un miliardo di euro

di Marco Torricelli

11 giugno 2020

Coronavirus: Bankitalia in pressing per i prestiti

In una comunicazione viene chiesto agli istituti di credito di accelerare le procedure di erogazione

di Marco Torricelli

4 giugno 2020

Coronavirus: 1,5 miliardi da BEI e CDP

I nuovi fondi in arrivo saranno fruibili, a bassi tassi e lunghe durate, da Pmi, Midcap e Reti d’imprese

di Marco Torricelli

21 aprile 2020

Cornonavirus: obiettivo liquidità

Avviata la raccolta di richieste per i micro prestiti ed il disciplinare Abi-Sace per domande fino a 375 milioni

di Redazione siderweb

16 aprile 2020

Coronavirus, Baretta: «Le banche paghino subito»

Il sottosegretario all’Economia: «Accolgano le domande delle imprese anche se la piattaforma non è pronta»

di Marco Torricelli

16 aprile 2020

Coronavirus: social bond Cassa depositi e prestiti

L’operazione, da un miliardo di euro, destinata a «supportare il piano a favore di imprese e pubbliche»

di Marco Torricelli

15 aprile 2020

Coronavirus, Bankitalia: «Servono altri fondi»

A marzo la produzione industriale «calata del 15%. Per le aziende fabbisogno aggiuntivo di 50 miliardi»

di Marco Torricelli

15 aprile 2020

“PANorami”: coronavirus, pronti alla “Fase 2”

L’appuntamento con l’attualità nella video-rubrica curata da Massimiliano Panarari

di Massimiliano Panarari

15 aprile 2020

Coronavirus: due milioni dollari da CNH

Si aggiungono alle donazioni già fatte. Confermati i tagli alle remunerazioni per i vertici del gruppo

di Marco Torricelli

14 aprile 2020

Coronavirus: ripartenza senza scatti per l'acciaio

Aziende impegnate tra confronti e nuove comunicazioni alle prefetture

di Davide Lorenzini

14 aprile 2020

Coronavirus: ok dell’Europa a misure per le Pmi

Il MiSe: «Online il modulo per richiedere la garanzia fino a 25 mila euro. Si lavora per accelerare tutte le procedure».

di Marco Torricelli

14 aprile 2020

Coronavirus, ANFIA: «Tempesta perfetta»

Il direttore Gianmarco Giorda: «Necessaria una politica di incentivi rapidi ed efficaci per scongiurare pericoli»

di Marco Torricelli

14 aprile 2020

Coronavirus: il punto-video della settimana

La nostra risposta all’emergenza e le iniziative per essere sempre più vicini agli operatori della filiera siderurgica

di Marco Torricelli
Altre News

Lascia un Commento



“Non puntare a cambiare il mondo, punta a cambiare il tuo mondo di ogni giorno”

Paul Mehis

DOSSIER

Dossier

Verso il futuro: acciaio e innovazione

Il viaggio di siderweb per verificare l’impatto delle soluzioni tecnologiche innovative sulle produzioni

ARTICOLI SIMILI

14 settembre 2021

Sace: l’export italiano torna ai livelli pre-Covid

Il dato è contenuto nell’ultimo report messo a punto dall’azienda del gruppo Cassa Depositi e Prestiti

di Marco Torricelli

24 settembre 2020

Moratorie e prestiti PMI: richiesti 323 miliardi

A renderlo noto è il MiSe: «Sono oltre 2,9 milioni le domande pervenute. Chiesti 83 miliardi di nuovi finanziamenti

di Marco Torricelli

6 luglio 2020

CDP e Unicredit a sostegno di PMI e Mid-Cap

Anche le aziende della meccanica potranno beneficiare di finanziamenti per un totale di un miliardo di euro

di Marco Torricelli

11 giugno 2020

Coronavirus: Bankitalia in pressing per i prestiti

In una comunicazione viene chiesto agli istituti di credito di accelerare le procedure di erogazione

di Marco Torricelli

4 giugno 2020

Coronavirus: 1,5 miliardi da BEI e CDP

I nuovi fondi in arrivo saranno fruibili, a bassi tassi e lunghe durate, da Pmi, Midcap e Reti d’imprese

di Marco Torricelli
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

Speciale Innovazione Robotica

Le tecnologie innovative al servizio dell’acciaio

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

RICREA: Domenico Rinaldini confermato alla guida
A cura di Marco Torricelli

RICREA: Domenico Rinaldini confermato alla guida

Resterà alla presidenza del Consorzio per i prossimi tre anni, come i vice presidenti Athos Azzolini e Lorenzo Pagani

Tecnologie industriali

Laminazione: il ruolo decisivo del forno di riscaldo
A cura di Redazione Siderweb

Laminazione: il ruolo decisivo del forno di riscaldo

Preparare in modo adeguato il prodotto alla fase di trattamento specifico è garanzia di risultati ottimali