Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

La vita (e la maternità) è un master

“Acciaio al femminile” ha incontrato l'autrice e formatrice Riccarda Zezza

lettura-notizia

Trasformare gli eventi della vita in formazione sulle competenze “soft”: saper ascoltare, risolvere problemi; organizzare e pianificare, prevedere gli imprevisti; saper negoziare e lavorare in gruppo. La genitorialità, l’accudimento di una persona anziana o non autosufficiente, una crisi, insomma le esperienze di vita e le attività di cura possono diventare una “palestra” formazione di “soft skill”.

È cosiddetto life based learning, basato sull’idea che “la vita è un master”, che “la maternità è un master”, proposta da Riccarda Zezza, autrice e formatrice, fondatrice nel 2015 di “Lifeed”.

Se ne è parlato nel webinar dal titolo “La maternità è un master… anche in siderurgia”, organizzato da siderweb sotto l’egida del progetto “Acciaio al femminile”, nato lo scorso anno e coordinato dalla content manager di siderweb Francesca Morandi, con l’obiettivo di creare un gruppo di lavoro – non necessariamente solo femminile – per riflettere sul tema della rappresentazione delle donne lavoratrici nell’acciaio e per proporre iniziative che possano promuoverne la crescita umana e professionale, coinvolgendo anche scuole e ricerca.

«È provato che le competenze possono essere trasferite» da un ambito all’altro della vita, ha detto Zezza. «E la scienza ci dice che noi siamo più della somma dei ruoli che abbiamo. Non possiamo, poi, pensare di poter continuamente aggiungere: qualcosa dobbiamo recuperare, usare in modo diverso. La chiave di volta è la consapevolezza: se sei consapevole che in ogni ruolo della tua vita stai mettendo in campo competenze diverse, non hai bisogno della realtà virtuale o della gamification» per prepararti ad affrontare situazioni nuove o diverse.

Nel suo primo libro, “Maam. La maternità è un master”, Zezza propone un percorso di cambiamento culturale per far sì che le competenze genitoriali (non solo la maternità, ma anche la paternità, il prendersi cura dell’altro in generale) diventino la base su cui costruire pratiche di leadership, ripensando e rivoluzionando l’organizzazione del lavoro, superando il conflitto tra dimensione privata e professionale. Anzi, aprendo un canale di comunicazione tra i due mondi, che la pandemia – con il lavoro da remoto che si è diffuso in modo finora inedito nel nostro Paese – ha contribuito ad accendere.

Il suo secondo libro, “Cuore business. Per una nuova storia d’amore tra persone e lavoro”, invita a riumanizzare il lavoro, a «rimetterci il cuore, a ritrovare un senso. La cura, l’amore trasformano il potere in responsabilità e la responsabilità in potere». «Non è difficile capire – ha detto ancora Zezza - cosa vogliono i giovani. Sono 30 anni che le donne lo dicono: vanno bene le nuove tecnologie, ma è il cuore quello che abbiamo e che serve. Se non dai un senso a quello che fai, quello che fai non avrà un senso. Il lavoro diventa ciò che siamo. Abbiamo un mandato: riportare il cuore nel lavoro, che ha un enorme impatto sul mondo».


Acciaio al femminile

L’importanza di una leadership collaborativa

Barbara Cominelli: «Sono l’ultima a parlare nelle riunioni». Così la manager ospite di “Acciaio al femminile”

di Redazione siderweb

Marina Salamon: «La diversità spalanca il modo di pensare il futuro»

L’imprenditrice ospite di “Acciaio al femminile” nella Giornata internazionale dei diritti delle donne 2024

di Redazione siderweb

Acciaio al Femminile

Il progetto di siderweb dedicato alla parità di genere e all'empowerment femminile

di Redazione siderweb

Cristiana Scelza: donne dell’acciaio siano “role model”

Con Valore D contro gli stereotipi che contribuiscono a precludere l’accesso delle giovani donne a certe professioni

di Redazione siderweb

Gender gap, la situazione italiana

Il World Economic Forum colloca il nostro Paese al 79° posto su 146 tra quelli attivi per colmare il divario

di Redazione siderweb

Scocchia: la leadership sia «responsabile»

Così la manager ospite di Acciaio al femminile. «Le regole del lavoro vanno riscritte insieme», donne, uomini e giovani

di Redazione siderweb
Altre News

Lascia un Commento



“Un idealista è una persona che aiuta gli altri a prosperare”

Henry Ford

DOSSIER

Dossier

Futura Expo 2023

Acciaio ancora protagonista di sostenibilità

ARTICOLI SIMILI

Acciaio al femminile

L’importanza di una leadership collaborativa

Barbara Cominelli: «Sono l’ultima a parlare nelle riunioni». Così la manager ospite di “Acciaio al femminile”

di Redazione siderweb

Marina Salamon: «La diversità spalanca il modo di pensare il futuro»

L’imprenditrice ospite di “Acciaio al femminile” nella Giornata internazionale dei diritti delle donne 2024

di Redazione siderweb

Acciaio al Femminile

Il progetto di siderweb dedicato alla parità di genere e all'empowerment femminile

di Redazione siderweb

Cristiana Scelza: donne dell’acciaio siano “role model”

Con Valore D contro gli stereotipi che contribuiscono a precludere l’accesso delle giovani donne a certe professioni

di Redazione siderweb

Gender gap, la situazione italiana

Il World Economic Forum colloca il nostro Paese al 79° posto su 146 tra quelli attivi per colmare il divario

di Redazione siderweb
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

Acciaio verde, un mercato tutto da costruire

Cosa si intende per acciaio verde? Quali mercati lo stanno utilizzando, e quali potrebbero farlo a breve? I consumatori sono disposti a pagare un “extra” per i prodotti sostenibili?

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

RICREA: sperimentazione sulla frantumazione per migliorare la qualità
A cura di Elisa Bonomelli

RICREA: sperimentazione sulla frantumazione per migliorare la qualità

Il Consorzio sta installando un secondo impianto in Puglia. Si lavora anche per perfezionare la raccolta