Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

Cristiana Scelza: donne dell’acciaio siano “role model”

Con Valore D contro gli stereotipi che contribuiscono a precludere l’accesso delle giovani donne a certe professioni

«In Russia ho imparato che la persona che ha più potere è quella che parla con il tono di voce più basso: entri in una stanza e capisci, così, chi comanda. Le manifestazioni di potere sono diverse da Paese a Paese, da contesto a contesto. Al di là di questo, è fondamentale rimanere sé stessi. Accettarsi ripaga, perché si è coerenti e affidabili; se si cerca di essere qualcun altro non si viene presi sul serio. Certo ci vuole anche tanta forza, soprattutto in situazioni dove sei chiamata a risolvere problemi e c’è forte competizione». 

Ha un’idea precisa di leadership Cristiana Scelza, da gennaio executive vice president Electrification di Prysmian Group (è parte, quindi, di quel 7% di amministratrici delegate ai vertici di grandi società quotate in Europa, secondo il report EWoB 2021). Da giugno 2022 è presidente di Valore D, la prima associazione di imprese che promuove l’equilibrio di genere e una cultura inclusiva per la crescita delle aziende e del Paese. Ed è stata ospite, nei giorni scorsi, di un nuovo incontro nell’ambito del progetto di siderweb “Acciaio al femminile”, animato dalla content manager della community dell’acciaio, Francesca Morandi

Laureata con lode in chimica inorganica, con un EMBA alla Kellogg School of Management - WHU Otto Beisheim University, Scelza ha vissuto in Brasile per 5 anni e per 3 in Russia, come CEO della divisione russa del gruppo Prysmian fino a marzo 2023. «Nonostante la pandemia e lo scoppio della guerra, è il luogo dove ho imparato di più. Poi – ha ricordato, in collegamento dal suo ufficio di Milano e davanti a una platea di imprenditrici e operatrici del mercato dell’acciaio – ho vissuto in Olanda. Ora sono tornata a Milano, al quartier generale, con una preparazione diversa. Fuori dalla tua comfort zone acquisisci, giorno dopo giorno, la capacità di muoverti in situazioni e contesti diversi». 

Situazioni e contesti diversi da quelli che la sua famiglia aveva immaginato per lei, che Scelza ha cominciato a cercare fin da bambina, ha ricordato. «I “no” sono difficili per le donne. Io l’ho detto al pianoforte, piangendo disperata davanti a mia madre che mi aveva costretto a suonarlo da quando avevo 8 anni – ha raccontato -. Un “no” dolorosissimo, detto a una mamma che sosteneva che fosse che per il mio bene. Una situazione che mi ha fatto sentire sbagliata e diversa per tanto tempo. È faticoso fare pace con sé stessi e accettarsi per quello che si è». Anche perché «veniamo educate a dire “sì”, a piacere a tutti, ad avere un senso di responsabilità portato all’estremo, a dare il meglio di noi stesse senza lamentarci troppo». 

«Puoi vivere e avere successo solo se credi in quello che fai e che sogni. Questo ti aiuta a fare pace con te stessa: dire “no” a tutti e “sì” a te stessa». È anche questo insegnamento che Scelza intende diffondere con l’attività di Valore D, che oggi conta circa 355 aziende, di cui il 50% multinazionali. «Ma il tessuto economico nazionale è fatto di pmi – ha ricordato - e a loro ci stiamo aprendo, con tavolo di lavoro dedicato nel nostro consiglio direttivo»

Non esistono lavori “da maschio” e lavori “da femmine”. Eppure, ha spiegato, «diversi studi hanno rilevato che già a 6 anni le bambine si convincono, subendo l’influenza degli stereotipi, che potranno fare solo la ballerina, l’estetista, la dottoressa, ma solo in alcune specialità. E spesso a perpetrare questi stereotipi è la scuola stessa, gli stessi insegnanti» ha detto Scelza. Proprio in questo le donne dell’acciaio possono portare il proprio ruolo a modello, per esempio nell’ambito del progetto internazionale “Inspiring girls”, portato in Italia proprio da Valore D: donne che parlano agli studenti del proprio lavoro, per fare da modello, «per raccontare il proprio ruolo in un mondo lavorativo che sembra fatto solo per gli uomini». Un progetto che l’associazione sta cercando di estendere alle scuole elementari insieme ad Anci, oltre che alle medie e alle superiori. 


Acciaio al Femminile: il meglio deve ancora venire

Marina Salamon dialoga con la community dell’acciaio. Appuntamento venerdì 8 marzo su zoom

di Redazione siderweb

Agenda: convegni e webinar

Gli appuntamenti principali per l'acciaio in questa settimana

di Elisa Bonomelli

Acciaio al Femminile

Il progetto di siderweb dedicato alla parità di genere e all'empowerment femminile

di Redazione siderweb

Feralpi vuole arrivare ad avere il 5% di donne in produzione

Il gruppo siderurgico bresciano portabandiera di un mondo dell’acciaio senza discriminazioni di genere

di Davide Lorenzini

La vita (e la maternità) è un master

“Acciaio al femminile” ha incontrato l'autrice e formatrice Riccarda Zezza

di Redazione siderweb

Made in Steel 2023, donne protagoniste

Grande successo per l'incontro "La prima metà del cielo"

di Redazione siderweb

Parzani: «Non si può essere lo stesso tipo di leader tutti i giorni»

La presidente di Borsa Italiana ha focalizzato due punti chiave: flessibilità e capacità di leggere i bisogni

di Davide Lorenzini

Le donne d’acciaio incontrano la “signora delle comete”

La scienziata Amalia Ercoli Finzi e la figlia Elvina si sono raccontate in un incontro di “Acciaio al Femminile”

di Francesca Morandi
Altre News

Lascia un Commento



“Se ho tre ore per abbattere un albero, uso la prima ora per affilare l’ascia”

Abraham Lincoln

DOSSIER

Dossier

Futura Expo 2023

Acciaio ancora protagonista di sostenibilità

ARTICOLI SIMILI

Acciaio al Femminile: il meglio deve ancora venire

Marina Salamon dialoga con la community dell’acciaio. Appuntamento venerdì 8 marzo su zoom

di Redazione siderweb

Agenda: convegni e webinar

Gli appuntamenti principali per l'acciaio in questa settimana

di Elisa Bonomelli

Acciaio al Femminile

Il progetto di siderweb dedicato alla parità di genere e all'empowerment femminile

di Redazione siderweb

Feralpi vuole arrivare ad avere il 5% di donne in produzione

Il gruppo siderurgico bresciano portabandiera di un mondo dell’acciaio senza discriminazioni di genere

di Davide Lorenzini

La vita (e la maternità) è un master

“Acciaio al femminile” ha incontrato l'autrice e formatrice Riccarda Zezza

di Redazione siderweb
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

Acciaio sostenibile 2024

Seconda edizione del report sulla rendicontazione di sostenibilità delle imprese della filiera siderurgica nazionale “corta” (produttori, distributori, centri servizio, commercio rottame e ferroleghe, taglio e lavorazione lamiera).

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

RICREA: indovinelli e fotografie per educare al riciclo
A cura di Stefano Gennari

RICREA: indovinelli e fotografie per educare al riciclo

Annunciati gli studenti vincitori delle iniziative Ambarabà Ricicloclò e RiciClick