SIDERWEB - La community dell'acciaio

Coronavirus: anche SSAB taglia gli stipendi

Quelli dei dipendenti non sono stati ufficializzati, mentre per i membri del Comitato esecutivo saranno del 10%

Anche la svedese SSABdopo CNH – ha annunciato la propria intenzione di operare dei tagli sulle retribuzioni in conseguenza delle difficoltà collegate alla diffusione del coronavirus.

«Le azioni a breve termine per ridurre i costi – spiega SSAB – implicheranno un effetto negativo temporaneo (di cui il gruppo svedese non spiega importi e durata; ndr) sugli stipendi per molti dipendenti», mentre i membri del Comitato esecutivo «hanno deciso di ridurre i propri stipendi del 10% dal 1° aprile».

Il risparmio annuo derivante dalle azioni a breve termine «è stimato superiore ad un miliardo di corone svedesi (oltre 91 milioni di euro). I livelli di produzione saranno adeguati alla situazione della domanda e, ad esempio, la produzione a Borlänge e Hämeenlinna dovrebbe essere chiusa una settimana al mese almeno per aprile e maggio. La produzione da altiforni sarà ridotta in linea con la domanda del mercato».

SSAB annuncia anche che sta «monitorando attentamente la situazione ed è pronta a intraprendere ulteriori azioni ove necessario per ridurre al minimo le conseguenze negative sulle nostre operazioni e proteggere la salute e la sicurezza».

M. T.