Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

Auto, costruzioni e macchine utensili alla sfida del «green»

Ferrari (Ufficio Studi siderweb): «Siderurgia in recupero nel prossimo biennio»

lettura-notizia

La sfida del «green»: trasformarsi, adattarsi, azzerare le emissioni e rimanere comunque competitivi. Questo è ciò che aspetta i settori delle costruzioni, dei trasporti, delle macchine utensili e dei robot industriali nei prossimi anni. Ma in che modo lo affronteranno? E quali saranno gli impatti sulla siderurgia? Questi i principali temi trattati dalla presentazione di Stefano Ferrari (responsabile Ufficio Studi siderweb) durante il webinar «Metamorfosi d’acciaio».

Ferrari è partito da un’analisi a lungo termine dei tre comparti oggetto del webinar, esaminando in primo luogo l’edilizia. «Il comparto è contraddistinto, oggi, da un elevato impatto ambientale, per quanto concerne le emissioni sia in fase di realizzazione degli edifici sia per il mantenimento». L’obiettivo del Green Deal europeo è quello di ridurre l’impronta ecologica delle costruzioni «raddoppiando il numero di ristrutturazioni entro il 2026 e riqualificando energeticamente gli edifici». Iniziative di questo genere sono attive anche a livello globale (basti pensare al World Green Building Council), anche se nel mondo ci si trova di fronte ad un’apparente contraddizione: «entro il 2050 è previsto il raddoppio del numero di edifici a causa dell’urbanizzazione. Ciò si scontra con gli sforzi soprattutto dei Paesi occidentali nella riduzione dell’impatto delle costruzioni: sarà da vedere quale forza prevarrà nei prossimi anni». Per l’edilizia italiana, infine, ci sono buone prospettive dal PNRR, con il 32,6% delle risorse destinate proprio a quel settore.

Passando alla mobilità «la decisione di andare verso un’economia climaticamente neutra porterà ad una forte spinta per la riduzione delle emissioni dei trasporti – ha proseguito Ferrari -. Nascerà quindi un mercato più variegato e frastagliato, dove convivranno molte più tipologie di autovetture rispetto ad oggi». Le attese sono per l’Europa, dove oggi il 79% dei veicoli venduti sono diesel o a benzina, è che la percentuale scenda al 36% nel 2025 e sotto il 5% nel 2035.

Per le macchine utensili, infine, le prospettive appaiono decisamente positive sia per il 2021 (con una crescita della domanda italiana del 38% rispetto al 2020), sia per gli anni successivi, dove la domanda di innovazione trainerà il settore a livello mondiale. Anche in Italia sono previsti notevoli incentivi, come i 13,4 miliardi di euro inseriti dal governo nel PNRR nella missione 1 componente 2 (digitalizzazione, innovazione e competitività del sistema produttivo) per la transizione 4.0.

«Per i settori utilizzatori all’orizzonte si staglia una fase di profonda trasformazione – ha concluso Ferrari -. I cambiamenti dell’edilizia e del settore dei trasporti, almeno in ambito europeo, porteranno ad una ristrutturazione anche dei fornitori, tra i quali la siderurgia. In particolare, la scelta di andare sempre più verso le ristrutturazioni e meno sul “nuovo” nelle costruzioni e l’elettrificazione degli autoveicoli potrebbero portare ad una riduzione del consumo di acciaio di questi comparti in termini di tonnellaggio, anche se probabilmente si utilizzeranno acciai più sofisticati. Diversa la situazione del settore delle macchine utensili e dei robot industriali, la cui massiccia diffusione invece potrebbe portare con sé una maggior domanda di prodotti siderurgici».


14 giugno 2021

Costruzioni: il Cresme presenta il rapporto

Il prossimo 22 giugno si farà il punto sui segnali di ripresa, ma anche dei rischi per il settore

di Marco Torricelli

10 giugno 2021

Automotive: boom dell’export della Turchia

A maggio registrato un incremento del 56,5%, raggiungendo la cifra di 1,9 miliardi di dollari

di Marco Torricelli

3 giugno 2021

Automotive: associazioni in pressing sul governo

A maggio nuovo crollo delle immatricolazioni. Anfia, Federauto e Unrae: «Servono gli incentivi»

di Marco Torricelli

28 maggio 2021

Automotive: collaborazione tra Italia e Marocco

Accordo tra le associazioni dei costruttori Anfia e Amica per lo sviluppo delle rispettive filiere

di Marco Torricelli

26 maggio 2021

Ance: «Costo dei materiali, fiammata insostenibile»

Il presidente Gabriele Buia: «La chiamano bolla, ma intanto prezzi sono alle stelle da sei mesi»

di Marco Torricelli

25 maggio 2021

Automotive: Anfia affronta il cambiamento

Rollero: «Lo stimolo della domanda deve essere strutturale. L’uso di acciaio crescerà meno che in passato»

di Marco Torricelli

25 maggio 2021

“Metamorfosi d’acciaio”: gli impegni di UCIMU

Mariotti: «La difesa della sostenibilità non viene meno. Il marchio di qualità solo a chi la garantirà»

di Marco Torricelli

25 maggio 2021

Costruzioni: gli investimenti crescono, ma bisogna semplificare

Musmeci (Ance): «L'acciaio ha un grande futuro» in questo settore, anche per migliorarne la sostenibilità

di Elisa Bonomelli
Altre News

Lascia un Commento



“Il mondo è un bel posto e per esso vale la pena di lottare”

Ernest Hemingway

DOSSIER

Dossier

Made in Steel 2023, ecco gli espositori

Verso la Conference & Exhibition internazionale dell’acciaio: le voci, le attese e i progetti della filiera

ARTICOLI SIMILI

14 giugno 2021

Costruzioni: il Cresme presenta il rapporto

Il prossimo 22 giugno si farà il punto sui segnali di ripresa, ma anche dei rischi per il settore

di Marco Torricelli

10 giugno 2021

Automotive: boom dell’export della Turchia

A maggio registrato un incremento del 56,5%, raggiungendo la cifra di 1,9 miliardi di dollari

di Marco Torricelli

3 giugno 2021

Automotive: associazioni in pressing sul governo

A maggio nuovo crollo delle immatricolazioni. Anfia, Federauto e Unrae: «Servono gli incentivi»

di Marco Torricelli

28 maggio 2021

Automotive: collaborazione tra Italia e Marocco

Accordo tra le associazioni dei costruttori Anfia e Amica per lo sviluppo delle rispettive filiere

di Marco Torricelli

26 maggio 2021

Ance: «Costo dei materiali, fiammata insostenibile»

Il presidente Gabriele Buia: «La chiamano bolla, ma intanto prezzi sono alle stelle da sei mesi»

di Marco Torricelli
Altre News

MERCATI

Riciclo imballaggi

RICREA: la raccolta differenziata non va in vacanza
A cura di Stefano Gennari

RICREA: la raccolta differenziata non va in vacanza

Al via "Cuore Mediterraneo", per spiegare ai cittadini il valore della raccolta differenziata e l’importanza del riciclo