Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

Inox, quasi terminata la corsa al ribasso

Bettuzzi (ad di Oiki) a “MERCATO & DINTORNI”: «Penso che il peggio sia passato»

Translated by Deepl

Il comparto dell’acciaio inossidabile sta vivendo oggi un momento complicato: dopo i forti incrementi di prezzo del 2021 e un primo semestre 2022 ancora positivo, è iniziata una fase discendente innescata da un vertiginoso calo della domanda. Calo che è continuato nella prima metà del 2023. Questa la sintesi offerta da Alessandro Bettuzzi, amministratore delegato di Oiki e coordinatore della Sezione Centri Servizio Inox di Assofermet, che ha partecipato oggi al webinar di siderweb “MERCATO & DINTORNI” dedicato al settore dell’inossidabile.

Settore che, negli ultimi anni, «ha subito sbalzi di prezzo senza precedenti», ha affermato Bettuzzi; sbalzi che in alcuni momenti hanno portato a «un blocco totale della domanda» e che «non sono sani per l’industria e per i clienti finali, che non sono riusciti a competere sui mercati internazionali con i loro manufatti».

I cali di prezzo degli ultimi mesi sono la conseguenza del calo della domanda, ma anche di un eccesso di stock, perché «vista la fase di euforia del 2022, la filiera ha incrementato le scorte in un momento in cui i prezzi erano estremamente alti, e questo incremento è stato accompagnato anche da ingenti arrivi di materiale dal Sud-est asiatico. Ciò, unito alla scarsa domanda verificatasi negli ultimi mesi, ha generato un calo drammatico del prezzo». Per Bettuzzi il settore «è abbastanza preparato a questi sbalzi, li abbiamo visti anche nel biennio 2006-2008. Tuttavia, oggi c’è molta sofferenza, perché da maggio a dicembre 2022 il prezzo del freddo è diminuito di circa 2.200 euro la tonnellata e nella prima parte del 2023 ha perso altri 700 euro. Questo sta avendo un impatto molto grave sulla distribuzione, alle prese con una domanda che ancora non sappiamo quando sarà in grado di sbloccarsi». Ciononostante, l’ad di Oiki ritiene che il peggio sia passato, che la corsa al ribasso sia ormai vicina al capolinea. «Troviamo ormai delle forti resistenze da parte della produzione – ha detto –. Penso che avremo ancora un luglio un po’ problematico, mentre con l’arrivo di settembre la speranza è che la domanda sia apparente sia reale si apra e che si registri un lento riequilibrio tra domanda e offerta, anche per effetto dei rallentamenti produttivi» e di prezzi del rottame che non dovrebbero avere ulteriori spazi di discesa.

Sul tema della sostenibilità, Bettuzzi ha sottolineato che «tutte le aziende rivolgono una sempre maggiore attenzione al concetto in senso ampio» e che «Oiki lavora da diversi anni sulla sostenibilità con impegno sempre crescente». Un impegno che sarà coronato a breve dall’ottenimento della certificazione carbon footprint. «Come Oiki abbiamo poi ottenuto risultati eccellenti per quanto riguarda la politica di remunerazione etica, le coperture sanitarie per i nostri collaboratori, gli incentivi per la salute e il benessere, la sicurezza sul lavoro, la flessibilità lavorativa; tutti aspetti che come azienda teniamo in forte considerazione» ha rimarcato.


Forte contrazione dei margini dei centri servizi inox

Bettuzzi (Assofermet): calo della domanda e richieste di aumenti da parte delle acciaierie

di Stefano Gennari

Inox: produzione in calo del 5% nel primo trimestre

Solo la Cina mostra il segno più rispetto allo stesso periodo del 2022

di Elisa Bonomelli

Inox, dopo l'estate probabile un modesto miglioramento della situazione

Cormanni, PP Inox :«Speriamo nel prossimo anno di poter tornare a investire e rinnovare alcune linee di produzione»

di Davide Lorenzini

Burelli: marginalità su livelli soddisfacenti anche nel 2023

A “MERCATO & DINTORNI” l’ad di Cogne Acciai Speciali ha parlato di andamenti diversi per gruppi di prodotto

di Stefano Gennari

Tosini: serve un ritorno della domanda reale il prima possibile

Per l'analista di sideweb c'è bisogno che rallenti la politica di incremento dei tassi per sbloccare la situazione

di Davide Lorenzini

Prezzi siderweb: persistono i ribassi

Prezzi del carbonio e dell’inox ancora in sofferenza

di Arianna Ducoli

Outokumpu, l’inox green sbarca in Norvegia grazie a Nordic Steel

Annunciata una collaborazione per la distribuzione dei prodotti Circle Green

di Davide Lorenzini

Tubi: mercato tra luci e ombre

Tosini: «Ottime prospettive per i prodotti finalizzati a oil & gas ed energia, consumo automotive in calo»

di Davide Lorenzini
Altre News

Lascia un Commento



“Mai dire mai, perché i limiti, come le paure, sono solo un’illusione”

Michael Jordan

DOSSIER

Dossier

Futura Expo 2023

Acciaio ancora protagonista di sostenibilità

ARTICOLI SIMILI

Forte contrazione dei margini dei centri servizi inox

Bettuzzi (Assofermet): calo della domanda e richieste di aumenti da parte delle acciaierie

di Stefano Gennari

Inox: produzione in calo del 5% nel primo trimestre

Solo la Cina mostra il segno più rispetto allo stesso periodo del 2022

di Elisa Bonomelli

Inox, dopo l'estate probabile un modesto miglioramento della situazione

Cormanni, PP Inox :«Speriamo nel prossimo anno di poter tornare a investire e rinnovare alcune linee di produzione»

di Davide Lorenzini

Burelli: marginalità su livelli soddisfacenti anche nel 2023

A “MERCATO & DINTORNI” l’ad di Cogne Acciai Speciali ha parlato di andamenti diversi per gruppi di prodotto

di Stefano Gennari

Tosini: serve un ritorno della domanda reale il prima possibile

Per l'analista di sideweb c'è bisogno che rallenti la politica di incremento dei tassi per sbloccare la situazione

di Davide Lorenzini
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

Speciale wire & Tube 2024

L'edizione 2024 del wire & Tube raccontata attraverso approfondimenti, immagini e interviste agli operatori raccolte in fiera dalla redazione di siderweb.

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

RICREA: «Superato approccio ideologico della normativa imballaggi Ue»
A cura di Federico Fusca

RICREA: «Superato approccio ideologico della normativa imballaggi Ue»

Una sola richiesta: «Uniformare i sistemi di calcolo delle quantità riciclate per raggiungere i target comuni»