Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

Burelli: marginalità su livelli soddisfacenti anche nel 2023

A “MERCATO & DINTORNI” l’ad di Cogne Acciai Speciali ha parlato di andamenti diversi per gruppi di prodotto

Translated by Deepl

Nel settore dell’inox la situazione è sicuramente peggiorata rispetto allo scorso anno, ma Massimiliano Burelli, amministratore delegato di Cogne Acciai Speciali, vede il bicchiere mezzo pieno per i lunghi speciali, settore nel quale opera principalmente l’azienda. Intervenendo al webinar “MERCATO & DINTORNI” di siderweb, l’ad ha sottolineato che, nonostante i prezzi medi di vendita siano scesi in maniera importante, la marginalità «non è stata erosa in maniera drammatica», tenuto conto dell’andamento ribassista di rottame, nichel, cromo ed energia elettrica.

Ciononostante, Burelli ha parlato di «una marcia completamente diversa per gruppi di prodotto». Per esempio, il comparto della vergella sta soffrendo, perché «l’anno scorso abbiamo creato un incremento di capacità e di vendite di questo prodotto e chi aveva comprato più materiale di quello di cui aveva bisogno – per evitare sia di rimanere senza sia di pagarlo troppo – ora, con la domanda che si è ridotta sostanzialmente, è in una fase in cui non sta comprando».

In altri ambiti, cioè «dove ci sono lavorazioni più complesse, con cicli di finitura importanti, e nei quali quindi non è possibile incrementare la capacità nel giro di poche settimane, il volume di alimentazione è rimasto in un range più o meno definito e ancora non si è visto un calo così drastico». Nel mercato delle barre, Cogne Acciai Speciali riscontra tuttora buoni livelli di attività che probabilmente sono «un buon segnale per una potenziale ripresa del mercato dopo l’estate». 

C’è poi il settore aerospaziale, nel quale «i produttori di aeromobili vorrebbero produrre molto di più, ma non riescono a trovare la materia prima. In questo contesto, noi siamo saturi di ordini fino alla fine dell’anno prossimo e se avessimo potuto vendere cinque volte tanto avremmo potuto vendere cinque volte tanto». Nel mercato automotive, infine, «non si è vista una riduzione bensì una spalmatura degli ordini perché la domanda di autovetture rimane, ma non è ancora possibile costruire a un ritmo compatibile con quello della richiesta».

Parlando di materie prime ed energia, Burelli ha sottolineato come la situazione sia completamente diversa rispetto a un anno fa, tuttavia «rispetto al pre-pandemia, abbiamo un prezzo del gas superiore di quasi il 60% e un raddoppio del costo dell’energia elettrica». «Viviamo però in un momento in cui la stabilità aiuta – ha aggiunto –, anche grazie all’extra energia che i produttori hanno iniziato a implementare da fine 2021».

Cogne Acciai Speciali ha registrato 1 miliardo di fatturato e 100 milioni di Ebitda nel 2022, anno che l’ad ha definito «straordinario per tanti produttori di acciaio inossidabile a livello mondiale». «La cosa positiva – ha rimarcato – è stata quella di essere riusciti a gestire tante variabili inaspettate (guerra, andamento dei prezzi di energia e, materie prime ecc.) mantenendo la soddisfazione dei clienti a livello sia di prezzi che di servizi. Il modo in cui l’anno si è concluso ha dimostrato la resilienza, la capacità di un gruppo di persona di ottenere un risultato importante in un contesto sfidante». Nell’anno in corso «sicuramente il fatturato si ridurrà in maniera importante, a causa soprattutto di ferroleghe e costi dell’energia ma – ha ribadito Burelli – la marginalità rimarrà su livelli più che soddisfacenti».

Lo scorso anno è stato per Cogne un anno straordinario anche perché il gruppo taiwanese Walsin è diventato l’azionista di maggioranza dell’azienda e perché quest’ultima ha chiuso due acquisizioni in sei mesi: quella degli stabilimenti di Degerfors e Storfors di Outokumpu Long Products AB in Svezia e quella di Special Melted Products in UK. «Va ricordato innanzitutto – ha spiegato Burelli – che la famiglia Marzorati è rimasta azionista attivo con una quota del 30% e che con Walsin l’idea non è mai stata quella di integrare, bensì di coordinare le attività. Fin dall’inizio la delega che è stata data a Cogne Acciai Speciali è stata quella di fare un po’ da "testa di ponte" per le acquisizioni e la crescita che il gruppo avrebbe fatto in Europa e al di fuori di essa. I rapporti con la Walsin sono ottimi e l’azienda viene gestita in maniera autonoma come da accordi iniziali». Quanto alle recenti acquisizioni, Massimiliano Burelli ha precisato che le operazioni sono ancora al vaglio dell’antitrust, il cui via libera dovrebbe arrivare entro fine estate. «In questo caso si parlerà di integrazione, considerando però le aziende come sussidiarie. Daremo loro supporto, metodologia, visione, strategia, ma rimarranno sempre dei centri di profitto e non centri di costo. Ci aspettiamo grandi sinergie e una grande potenza di fuoco per rafforzare la presenza nei mercati in cui già siamo operativi», ha concluso l’ad.


Acciaio e arte insieme ad Aosta

Cogne Acciai Speciali rinnova la collaborazione con Cracking Art

di Davide Lorenzini

Cogne Acciai Speciali: aumento di capitale da 200 milioni

Finalizzata anche l’acquisizione Uk di Special Melted Products

di Davide Lorenzini

Cogne Acciai Speciali: proseguono i lavori sul treno barre

Nei giorni scorsi la ripartenza della produzione a piena capacità.

di Redazione siderweb

Cogne: completata l'acquisizione da Outokumpu per 12 milioni di euro

Il produttore finlandese conferma di aver ceduto alla realtà italiana i siti di Degerfors e Storfors, in Svezia

di Davide Lorenzini

Inox, dopo l'estate probabile un modesto miglioramento della situazione

Cormanni, PP Inox :«Speriamo nel prossimo anno di poter tornare a investire e rinnovare alcune linee di produzione»

di Davide Lorenzini

Inox, quasi terminata la corsa al ribasso

Bettuzzi (ad di Oiki) a “MERCATO & DINTORNI”: «Penso che il peggio sia passato»

di Stefano Gennari

Tosini: serve un ritorno della domanda reale il prima possibile

Per l'analista di sideweb c'è bisogno che rallenti la politica di incremento dei tassi per sbloccare la situazione

di Davide Lorenzini

Prezzi siderweb: persistono i ribassi

Prezzi del carbonio e dell’inox ancora in sofferenza

di Arianna Ducoli
Altre News

Lascia un Commento



“Forse l’azione non porta sempre felicità ma non c’è felicità senza azione”

Benjamin Disraeli

DOSSIER

Dossier

Futura Expo 2023

Acciaio ancora protagonista di sostenibilità

ARTICOLI SIMILI

Acciaio e arte insieme ad Aosta

Cogne Acciai Speciali rinnova la collaborazione con Cracking Art

di Davide Lorenzini

Cogne Acciai Speciali: aumento di capitale da 200 milioni

Finalizzata anche l’acquisizione Uk di Special Melted Products

di Davide Lorenzini

Cogne Acciai Speciali: proseguono i lavori sul treno barre

Nei giorni scorsi la ripartenza della produzione a piena capacità.

di Redazione siderweb

Cogne: completata l'acquisizione da Outokumpu per 12 milioni di euro

Il produttore finlandese conferma di aver ceduto alla realtà italiana i siti di Degerfors e Storfors, in Svezia

di Davide Lorenzini

Inox, dopo l'estate probabile un modesto miglioramento della situazione

Cormanni, PP Inox :«Speriamo nel prossimo anno di poter tornare a investire e rinnovare alcune linee di produzione»

di Davide Lorenzini
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

Acciaio sostenibile 2024

Seconda edizione del report sulla rendicontazione di sostenibilità delle imprese della filiera siderurgica nazionale “corta” (produttori, distributori, centri servizio, commercio rottame e ferroleghe, taglio e lavorazione lamiera).

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

RICREA: sperimentazione sulla frantumazione per migliorare la qualità
A cura di Elisa Bonomelli

RICREA: sperimentazione sulla frantumazione per migliorare la qualità

Il Consorzio sta installando un secondo impianto in Puglia. Si lavora anche per perfezionare la raccolta