Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

La ghisa sorride al 2023

Vezzosi: «Il CBAM impatterà su tutti i sistemi aziendali, ma serve che venga applicato anche ai prodotti finiti»

Translated by Deepl

È un mercato che sorride nel 2023 quello della ghisa secondo l’ospite di MERCATO & DINTORNI Cinzia Vezzosi, vicepresidente di Euric e di Assofermet.

«Gli scambi di ghisa sul mercato nei primi tre mesi dell’anno sono stati abbastanza buoni – ha spiegato Vezzosi -. Questo sia per la ghisa destinata alle fonderie che alle acciaierie. Come era atteso, ora siamo in una fase di discesa, che però è più “dolce” rispetto a quanto sta facendo il rottame. Questo è giustificato dal fatto che anche nel momento di crescita dei prezzi la ghisa ha avuto movimenti più contenuti».

Una fase di rallentamento su cui, per la vicepresidente di Assofermet, incide anche un livello di magazzini dei clienti piuttosto alto. Nei mesi scorsi, infatti, l’apprensione di poter restare senza materiale aveva convinto ad acquisti superiori ai bisogni. Acquisti avvenuti anche a livelli di quotazione piuttosto alti e che quindi necessiteranno di un po’ di tempo per essere ammortizzati e smaltiti. «Anche perché quando il prezzo è in discesa, se si sbaglia il "timing" di acquisto si rischia di farsi male» ha ribadito Vezzosi, specificando però di ritenere i prezzi non lontani dal punto di minimo.

Particolarmente interessante la posizione di Vezzosi sul CBAM. «Come è noto, la ghisa rientra tra i codici del CBAM – ha spiegato la vicepresidente di Assofermet -. Credo che il nuovo provvedimento rappresenti un cambio di approccio; stiamo cercando di capire come verrà trattato dagli operatori che esportano in Europa. Inoltre, credo che il CBAM andrà a impattare su tutti i sistemi aziendali e da qui nasce una preoccupazione condivisa. Personalmente, ritengo che, una volta che il sistema sarà a regime, nelle aziende si dovrà arrivare a implementare una contabilità dedicata al CBAM. Non siamo in presenza di una sola formalità burocratica come, ad esempio, il pagamento del dazio per il superamento di un contingente della Salvaguardia, ma a qualcosa di più complesso. Si va verso un sistema paragonabile allo scambio di quote ETS, per questo credo che avrà bisogno di un sistema contabile dedicato».

Perché il CBAM funzioni, però, per Vezzosi l’obiettivo dovrà essere quello di una piena tutela dell’intera filiera e quindi anche della sua applicazione ai prodotti a valle. Il rischio altrimenti è di avere un prodotto "monco", con frigoriferi o elettrodomestici che entrano in Ue in un regime di concorrenza sleale rispetto alle stesse produzioni made in Eu.


Ghisa: oltre il 50% dell'export russo raggiunge l'Italia

Nei primi sette mesi dell'anno il nostro Paese ha ricevuto 3,81 milioni di tonnellate

di Stefano Gennari

Ghisa, cresce l'output mondiale

A luglio prodotti 122,7 milioni di tonnellate

di Stefano Gennari

CBAM, ecco il regolamento operativo

Pubblicato il 17 agosto il prontuario per la compilazione delle relazioni all'import dal 1° ottobre

di Davide Lorenzini

CBAM: istruzioni per l'uso

Armella & Associati: «Il nuovo adempimento richiederà un'attenta revisione delle catene commerciali di fornitura»

di Davide Lorenzini

Assofermet: giugno incerto per le materie prime siderurgiche

La nota di mercato certifica i decisi cali per rottame, ghisa e ferroleghe registrati nel mese di maggio

di Davide Lorenzini

Ferroleghe, la ripresa è attesa nel quarto trimestre

Foglia: «Nelle prossime settimane commercializzeremo un nuovo prodotto realizzato con certificatori e acciaierie»

di Davide Lorenzini

Produzione bassa, mercato debole

Import di materie prime in aumento nel primo bimestre, ma potrebbe essere stata un'anomalia

di Elisa Bonomelli

Germania: produzione in calo del 7% nel primo trimestre

Giù dell'1,2% l'output di ghisa e del 6,2% quello di laminati a caldo

di Stefano Gennari

Ghisa: esportazioni ucraine in lieve aumento nel primo trimestre

L'Italia è stata il terzo principale consumatore, con una quota dell'11,8% sul totale

di Stefano Gennari

Ghisa, output mondiale in lieve crescita a gennaio

I principali produttori nel primo mese dell'anno sono stati Cina, India e Giappone

di Stefano Gennari

Ghisa, nel 2022 calo della produzione mondiale

1,28 miliardi di tonnellate sono stati prodotti mediante altoforno. Cina, India e Giappone i top producer

di Stefano Gennari
Altre News

Lascia un Commento



“Se pensi che l’educazione sia costosa, aspetta e vedrai quanto ti costerà la tua ignoranza”

John M. Capozzi

DOSSIER

Dossier

Futura Expo 2023

Acciaio ancora protagonista di sostenibilità

ARTICOLI SIMILI

Ghisa: oltre il 50% dell'export russo raggiunge l'Italia

Nei primi sette mesi dell'anno il nostro Paese ha ricevuto 3,81 milioni di tonnellate

di Stefano Gennari

Ghisa, cresce l'output mondiale

A luglio prodotti 122,7 milioni di tonnellate

di Stefano Gennari

CBAM, ecco il regolamento operativo

Pubblicato il 17 agosto il prontuario per la compilazione delle relazioni all'import dal 1° ottobre

di Davide Lorenzini

CBAM: istruzioni per l'uso

Armella & Associati: «Il nuovo adempimento richiederà un'attenta revisione delle catene commerciali di fornitura»

di Davide Lorenzini

Assofermet: giugno incerto per le materie prime siderurgiche

La nota di mercato certifica i decisi cali per rottame, ghisa e ferroleghe registrati nel mese di maggio

di Davide Lorenzini
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

Acciaio sostenibile 2024

Seconda edizione del report sulla rendicontazione di sostenibilità delle imprese della filiera siderurgica nazionale “corta” (produttori, distributori, centri servizio, commercio rottame e ferroleghe, taglio e lavorazione lamiera).

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

RICREA: sperimentazione sulla frantumazione per migliorare la qualità
A cura di Elisa Bonomelli

RICREA: sperimentazione sulla frantumazione per migliorare la qualità

Il Consorzio sta installando un secondo impianto in Puglia. Si lavora anche per perfezionare la raccolta