Siderweb utilizza i cookie per una migliore gestione del sito.
Per ulteriori dettagli e per informazioni si invita a consultare la nostra policy relativa alla privacy e la nostra policy relativa ai cookie. Accedendo al sito acconsenti all'uso dei cookie.
Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

Coronavirus: FCA chiude anche in Nord America

Ferme anche le fabbriche negli Usa e in Canada. In arrivo investimenti a Melfi e Mirafiori

Versione stampabile

FCA ha annunciato di aver deciso «di sospendere la produzione nei nostri stabilimenti in Nord America, a partire progressivamente da oggi e fino alla fine di marzo. Durante il periodo di sospensione produttiva, la società implementerà azioni per facilitare le misure concordate dalla task-force congiunta tra la Uaw (i sindacati; ndr) e i costruttori».

Mike Manley, amministratore delegato di FCA, ha così commentato la decisione: «Dobbiamo assicurarci che i nostri dipendenti si sentano sicuri sul posto di lavoro e che tutte le misure possibili siano adottate per garantire la loro protezione. Continueremo a fare ciò che è giusto per le nostre persone durante questo periodo di incertezza».

Il gruppo ricorda poi che sta «anche valutando l’impatto sulla nostra attuale guidance finanziaria di tutte le misure assunte all’interno della società e delle condizioni macroeconomiche collegate all’emergenza coronavirus».

Nel frattempo Fiat Chrysler Automobiles ha sottoscritto un nuovo finanziamento di durata quinquennale, di 300 milioni di euro con la Banca Europea per gli Investimenti (BEI), «destinato ai progetti di investimento che saranno realizzati durante il periodo 2019-2021». 

L’investimento di FCA nel triennio «sarà dedicato alla produzione su larga scala delle più avanzate tecnologie di sistemi di trasmissione sui veicoli elettrici tra cui l’installazione di linee di assemblaggio per la produzione di veicoli elettrici plug-in hybrid (PHEVs) presso lo stabilimento produttivo di FCA a Melfi (Italia) e la produzione di veicoli elettrici a batteria (BEV) presso lo stabilimento produttivo di Mirafiori (Italia)».


ARTICOLI CORRELATI

23 aprile 2020

Coronavirus: FCA vuole riavviare un sito in Italia

Dal 27 aprile potrebbe tornare in produzione quello di Atessa (in Abruzzo) dove si producono furgoni

di Marco Torricelli

14 aprile 2020

Coronavirus: crolla la produzione Usa

Le fermate o la riduzione delle attività degli impianti ha provocato un calo settimanale del 33,6%

di Marco Torricelli

31 marzo 2020

Acciaio Usa: produzione in calo rispetto al 2019

Per la prima volta dall’inizio dell’anno il dato è in negativo: incidono le misure anticoronavirus

di Marco Torricelli

24 marzo 2020

Acciaio Usa: ennesimo calo della produzione

Ancora una decisa contrazione settimanale: quella complessiva annuale scende ai livelli del 2019

di Marco Torricelli

19 marzo 2020

Coronavirus: aperam annuncia fermate in Europa

La multinazionale dell’acciaio, però, non ha specificato quali impianti interromperanno la produzione

di Marco Torricelli

19 marzo 2020

Il coronavirus rallenta l’acciaio europeo

Importatori alla finestra. Oversupply alla ripresa?

di Emanuele Norsa

19 marzo 2020

Coronavirus: le misure di Beltrame e Danieli

La prima ferma LME in Francia dopo Vicenza, mentre la seconda interviene su Automation

di Marco Torricelli

16 marzo 2020

Coronavirus: FCA ferma in quasi tutta Europa

Tutte le controllate del gruppo nel Vecchio Continente interrompono la produzione fino al 27 marzo

di Marco Torricelli

11 marzo 2020

Coronavirus: in FCA più misure di sicurezza

«Interventi straordinari che arriveranno anche, in alcuni casi, alla chiusura temporanea di singoli impianti»

di Marco Torricelli

14 febbraio 2020

Coronavirus: FCA ferma stabilimento in Serbia

Si tratta di quello di Kragujevac dove si produce la 500L: mancano componenti cinesi

di Marco Torricelli

6 febbraio 2020

FCA: 2,7 miliardi di utili nel 2019

Mike Manley, Ceo del Gruppo, commentando i dati diffusi oggi, parla di «anno storico per il Gruppo»

di Marco Torricelli
Altre News

Lascia un Commento



“Un pensiero ovvio ed una critica sterile godono, purtroppo, della stessa libertà di espressione di molte idee innovative rimaste inascoltate.”

Valter Redolfi

DOSSIER

Dossier

Coronavirus: sfida d'acciaio

L'impatto della diffusione dell'epidemia sul sistema economico italiano e internazionale

ULTIME NEWS

22 gennaio 2021

Taranto: la Fiom vuole chiarimenti sul futuro dell'ex Ilva

I lavoratori contestano che l’azienda continua a gestire unilateralmente la cassa integrazione con causale Covid-19

di Gianmario Leone

22 gennaio 2021

Ex Ilva: «Senza industria non c’è sviluppo»

Lo ha detto l’ad di Invitalia Domenico Arcuri alla cerimonia di commemorazione di Guido Rossa a Genova

di Marco Torricelli

22 gennaio 2021

Ex Ilva: l’Antitrust Ue raccoglie le osservazioni

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale l’invito ad inviare documentazione sull’operazione ArcelorMittal – Invitalia

di Davide Lorenzini

22 gennaio 2021

Cgil: dove va la siderurgia italiana?

Il 3 febbraio convegno su «Un piano nazionale per l’acciaio»

di Davide Lorenzini
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

Speciale duemilae20

La cronaca siderurgica e le analisi su prezzi, domanda e produzione.

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

Ricrea: con “Yes I Can” la differenziata a scuola
A cura di Marco Torricelli

Ricrea: con “Yes I Can” la differenziata a scuola

Il progetto promosso dal Consorzio con Gruppo Feralpi e siderweb racconta ai ragazzi l’importanza del riciclo

Tecnologie industriali

Laminazione: il ruolo decisivo del forno di riscaldo
A cura di Redazione Siderweb

Laminazione: il ruolo decisivo del forno di riscaldo

Preparare in modo adeguato il prodotto alla fase di trattamento specifico è garanzia di risultati ottimali