Siderweb utilizza i cookie per una migliore gestione del sito.
Per ulteriori dettagli e per informazioni si invita a consultare la nostra policy relativa alla privacy e la nostra policy relativa ai cookie. Accedendo al sito acconsenti all'uso dei cookie.
Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 

Ex Ilva: i lavoratori scrivono a Mittal e commissari

I rappresentanti del lavoratori chiedono un incontro urgente di confronto

Versione stampabile

I sindacati dei metalmeccanici di Taranto scrivono a ArcelorMittal Italia ed ai commissari straordinari di Ilva in AS, indicando come «urgente l'incontro ed il confronto per discutere sulle prospettive e sul rispetto degli accordi e degli impegni assunti» ed auspicano che la sede sia il ministero dello Sviluppo Economico.

Fiom-Cgil, Fim-Cisl e UIlm-Uil rispondono quindi formalmente alla lettera del 5 novembre con cui ArcelorMittal ha comunicato ai sindacati l'avvio della procedura prevista per il trasferimento d'azienda
, che nel caso è legata all'intenzione di “retrocedere” l'ex Ilva ai commissari straordinari.

I tre segretari generali, Francesca Re David, Marco Bentivogli e Rocco Palombella, «esprimono - si legge nella lettera - valutazioni diverse» da quelle sostenute da ArcelorMittal «sulla sussistenza delle condizioni giuridiche per la rescissione del contratto di affitto e quindi per la procedura di retrocessione dei relativi rami di azienda in capo a Ilva, come già espresso dai Commissari straordinari.

«Riteniamo in ogni caso - proseguono - urgente l'incontro ed il confronto per discutere sulle prospettive e sul rispetto degli accordi e degli impegni assunti. Auspichiamo inoltre - concludono - che tale incontro si svolga presso il ministero dello Sviluppo economico» dove ha avuto luogo la procedura «che si è conclusa con l'accordo del 6 settembre 2018». 

Il segretario generale della UIlm, Rocco Palombella, interviene poi personalmente per spiegare che «con la fermata di Taranto mancheranno le materie da lavorare per gli stabilimenti di Novi Ligure e Cornigliano. Mentre si sta parlando di questioni legali, la produzione si sta fermando ed è la fine di tutto. È un quadro desolante e pericoloso. A Taranto è stata chiusa una linea di agglomerato su due, sono stati chiusi il treno nastri 1, il treno lamiere, tubifici 1 e 2, laminatoio a freddo, decapaggio del treno a freddo, le colate continue sono diminuite da 5 a 3. Rimangono in funzione in alternanza le acciaierie 1 e 2 e il Tubificio Erw. È uno stabilimento agonizzante».

Purtroppo, prosegue, «tanti esponenti politici, nazionali e locali, parlano del futuro dello stabilimento senza conoscerne il ciclo produttivo. Il sito di Taranto senza l’area a caldo non ha un futuro sostenibile economicamente. Non è possibile - conclude - che si continui a parlare solamente del contenzioso giudiziario mentre gli stabilimenti si stanno fermando, con effetti irreversibili per la continuità produttiva».

ARTICOLI CORRELATI

  • Ilva: recesso ArcelorMittal discusso a maggio

    A chiederlo al Tribunale di Milano è stata l’azienda. I commissari hanno depositato l’analisi di rischio su Afo2

    di Gianmario Leone
  • Ilva: soluzione ancora avvolta nella nebbia

    Depositato l’atto di rescissione, ma al momento restano confuse le possibili exit-strategy dalla crisi

    di Redazione Siderweb
  • Ilva: la storia della crisi

    Le tappe principali del declino del polo siderurgico tarantino

    di Davide Lorenzini
  • Ilva: spegnimento Afo2, c’è il cronoprogramma

    ArcelorMittal conta di avviare le procedure il 20 novembre. Ripresa intanto l’attività di scarico delle materie prime

    di Gianmario Leone
  • Ilva: ArcelorMittal deposita l'atto di recesso

    Tra le ipotesi che si fanno sul futuro prende corpo quella relativa ad una “mini Ilva” con la sola area a freddo

    di Marco Torricelli
  • Altre News

Lascia un Commento



“Ogni mattina noi nasciamo nuovamente. Ciò che decidiamo di fare oggi è ciò che conta davvero”

Buddha

DOSSIER

Auto elettrica: quale futuro per l'acciaio

Le strategie dei grandi gruppi siderurgici globali che servono l'automotive nelle analisi dell'Ufficio Studi siderweb

17 aprile 2019
Sostenibilità: le strategie dei leader mondiali
Archivio dossier

ULTIME NEWS

MERCATI

SPECIALI

Speciali

STEEL HUMAN

Da Made in Steel 2019 innovazione e sostenibilità. Un nuovo paradigma per l’acciaio.

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

A cura di Gianni Veronesi

Acciaio per la ricerca scientifica pediatrica

Ricrea ha rinnovato il proprio sostegno alla Fondazione Umberto Veronesi. A fine marzo volontari in piazza

Tecnologie industriali

A cura di Redazione Siderweb

Tubi strutturali Morandi per la casa in acciaio

I tubi strutturali del Centro Servizi di Brescia inaugurano il nuovo spazio dedicato alla community dell’acciaio