Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

Acciaio: buone prospettive per il 2022

Bene consumo ed edilizia. Rebus prezzi. L’analisi di Stefano Ferrari (siderweb) a “Bilanci d’Acciaio”

Translated by Deepl

lettura-notizia

I volumi cresceranno ancora. Sia in Italia sia in Ue. Il 2022 si presenta con buoni auspici per il settore siderurgico: lo ha dichiarato Stefano Ferrari (responsabile dell’Ufficio Studi siderweb) durante il convegno “L’acciaio del centro-sud e la sfida della ripresa”.

Partendo dalle variabili macroeconomiche, Ferrari ha evidenziato che il PIL globale, dopo il +5,9% del 2021, l’anno prossimo salirà del 4,9%, con le economie avanzate al +4,5% e l’Ue al +4,3%. Il nostro Paese avrà un andamento allineato a quello continentale, con un +4,2% secondo il FMI e il medesimo risultato secondo il NADEF.

Analizzando il documento recentemente pubblicato dal Governo, Ferrari ha rilevato che dal 2021 in poi, «la componente degli investimenti ricoprirà un ruolo rilevante nella crescita del PIL italiano, con un +15,5% nel 2021, un +5,8% nel 2022 un +4,3% nel 2023 ed un +3,9% nel 2024, tutti valori superiori alla crescita del PIL». Ciò rappresenterà un elemento positivo per la siderurgia, grazie anche al contributo delle costruzioni, che nel 2022 saranno testimoni di un incremento degli investimenti superiore all’8% rispetto al 2021.

Tornando al comparto siderurgico, a livello mondiale la domanda l’anno prossimo salirà del 2,2% rispetto al livello del 2021, con l’Asia sottotono (+1,1%) a causa della stagnazione cinese. L’Unione europea, invece, mostrerà un aumento del 4,4% del consumo reale rispetto a quest’anno e del 4,7% del consumo apparente. Quest’ultimo valore «toccherà l’anno prossimo i 153 milioni di tonnellate, un milione di tonnellate in più rispetto al 2018. Sarà insomma il miglior anno, in termini di tonnellaggio, dell’ultimo decennio, con un recupero di 24 milioni di tonnellate rispetto al picco minimo del 2020».

Per quanto concerne i prezzi, infine, «partendo dalle materie prime internazionali si notano due dinamiche contrapposte: da un lato il costo del minerale ferroso è in netto calo ormai da qualche mese, facendo crollare il costo della carica dell’altoforno. Dall’altro, invece, il rottame turco è sui massimi del 2021, rimanendo poco distante dal prezzo di quest’estate». La dinamica delle materie prime sta influenzando anche i finiti, con il tondo che è sui massimi del 2021, mentre i coils a caldo in acciaio al carbonio si sono riposizionati su un livello inferiore rispetto al top del giugno scorso. Fuori scala, invece, l’inox, che è in crescita da più di un anno.

«Per l’anno prossimo – ha spiegato Stefano Ferrari – sul versante dei prezzi, molti scenari rimangono ancora aperti. Da un lato sarà da verificare la dinamica delle materie prime: un andamento così marcatamente divergente generalmente non è sostenibile nel lungo periodo. Dall’altro l’aumento dei costi inciderà a livello produttivo: bisogna quindi vedere come queste forze si combineranno e che effetti produrranno sui prezzi finali».


11 gennaio 2022

Minerale e coke ancora in recupero

Coils Black Sea, persiste il ribasso. Rottame turco in blanda ripresa. Lo stallo del dollaro sostiene nickel e petrolio

di Achille Fornasini

26 novembre 2021

"Scenari & Tendenze”: focus sui mercati energetici

L’aggiornamento dell’osservatorio congiunturale ha anche analizzato la situazione relativa alle materie prime

di Marco Torricelli

25 novembre 2021

Bilanci d’Acciaio: qual è il ruolo del credito

Antonio Rosignoli: «BPER Banca è attrezzata per intercettare e accompagnare le esigenze delle imprese»

di Redazione siderweb

25 novembre 2021

Fincantieri: «Centro-sud decisivo per le strategie»

David Bernardi a “Bilanci d’Acciaio2021”: «Le nostre sedi operative sono basi di autentici distretti locali»

di Marco Torricelli

25 novembre 2021

Bilanci d’Acciaio: centro-sud, imprese troppo piccole

Claudio Teodori: «In termini di fatturato medio “valgono” il 40% in meno che nel resto del Paese»

di Redazione siderweb

25 novembre 2021

Webinar. Il 1° dicembre torna Mercato & Dintorni

Il bilancio del 2021 e aspettative 2022 con Ferrari, Norsa, Berardi, Brunori, Sandrini e Fusari

di Redazione siderweb
Altre News

Lascia un Commento



“Nessuno ha mai pianificato di essere stupido, grasso, pigro o fallito. Solo se non hai un piano questo succede”

Larry Winget

DOSSIER

Dossier

Acciaio, allarme rosso per la cybersecurity

Un viaggio di siderweb per verificare l’impatto degli attacchi informatici sulla filiera siderurgica

ARTICOLI SIMILI

11 gennaio 2022

Minerale e coke ancora in recupero

Coils Black Sea, persiste il ribasso. Rottame turco in blanda ripresa. Lo stallo del dollaro sostiene nickel e petrolio

di Achille Fornasini

26 novembre 2021

"Scenari & Tendenze”: focus sui mercati energetici

L’aggiornamento dell’osservatorio congiunturale ha anche analizzato la situazione relativa alle materie prime

di Marco Torricelli

25 novembre 2021

Bilanci d’Acciaio: qual è il ruolo del credito

Antonio Rosignoli: «BPER Banca è attrezzata per intercettare e accompagnare le esigenze delle imprese»

di Redazione siderweb

25 novembre 2021

Fincantieri: «Centro-sud decisivo per le strategie»

David Bernardi a “Bilanci d’Acciaio2021”: «Le nostre sedi operative sono basi di autentici distretti locali»

di Marco Torricelli

25 novembre 2021

Bilanci d’Acciaio: centro-sud, imprese troppo piccole

Claudio Teodori: «In termini di fatturato medio “valgono” il 40% in meno che nel resto del Paese»

di Redazione siderweb
Altre News

MERCATI

Riciclo imballaggi

RICREA: la raccolta differenziata non va in vacanza
A cura di Stefano Gennari

RICREA: la raccolta differenziata non va in vacanza

Al via "Cuore Mediterraneo", per spiegare ai cittadini il valore della raccolta differenziata e l’importanza del riciclo