Siderweb utilizza i cookie per una migliore gestione del sito.
Per ulteriori dettagli e per informazioni si invita a consultare la nostra policy relativa alla privacy e la nostra policy relativa ai cookie. Accedendo al sito acconsenti all'uso dei cookie.
Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

Bilanci d’Acciaio: centro-sud, imprese troppo piccole

Claudio Teodori: «In termini di fatturato medio “valgono” il 40% in meno che nel resto del Paese»

Versione stampabile Translated by Deepl


lettura-notizia

«Le 263 imprese che operano nelle regioni del centro-sud sono il 16% dell’intera popolazione (1.661) che compone la così detta "filiera ristretta", cioè escludendo gli utilizzatori, ma, in termini economici, incidono per percentuali inferiori, a causa della loro ridotta dimensione che è circa il 40% in meno in termini di fatturato medio unitario».

A dirlo è stato, oggi, nel corso del convegno digitale “L’acciaio del centro-sud e la sfida della ripresa”, che ha concluso il ciclo di “Bilanci d’Acciaio 2021”, il professor Claudio Teodori, docente all’Università degli studi di Brescia

Quanto a ricavi e valore della produzione, ha spiegato Teodori, «l’incidenza è inferiore al 10%, che scende all’8% per il valore aggiunto e poco sopra il 5% per l’Ebitda. Inoltre, l’area geografica chiude in perdita. Su questo risultato incide in misura determinante il comparto produttivo e, in particolare un’impresa (la Acciai Speciali Ternindr), senza la quale vi sarebbe comunque una perdita ma molto più contenuta: in questo caso però il peso del centro-sud sarebbe ancora più limitato».

La redditività delle imprese del centro-sud, secondo il docente, «è per alcuni indicatori simile a quella nazionale e il rapporto di indebitamento complessivo è, storicamente, più alto in tutti i comparti, con l’unica eccezione del commercio di rottame e ferroleghe. Nella produzione, nel 2020, il rapporto è il doppio rispetto al valore nazionale».

Le aziende del centro-sud esaminate, ha poi spiegato, «presentano nel 2020 un’incidenza degli investimenti sul fatturato del 3% e sul capitale investito del 3,9%, valori assai inferiori a quelli del 2019 (rispettivamente 4,3% e 6,5%). Il decremento degli investimenti rispetto al 2019 è più alto di quello nazionale, su cui però incide in misura determinante una grande impresa: senza questa, gli investimenti sarebbero cresciuti».

Ampliando l’esame a livello nazionale, il professor Teodori ha detto che «a differenza del 2020, dove le imprese erano intervenute in modo significativo sui budget limitandone o bloccandone la portata, nel 2021 la gran parte ha, invece, confermato i budget (54%) o incrementato gli stessi. Nel 2022 cambia il mix: anche in vista del possibile sostegno derivante dal PNRR, la maggiore ricorrenza si registra negli investimenti in nuova tecnologia, innovazione e digitalizzazione, pur non mancando le altre fattispecie».

Uno degli aspetti più rilevanti nella valutazione della situazione economica attuale e prospettica delle imprese, secondo Teodori, «è l’analisi della rischiosità: i rischi percepiti come molto rilevanti sono quelli operativi, in particolare legati alle materie prime (costo e disponibilità), ai costi di trasporto e al costo dell’energia. In merito ai costi delle materie prime, il 42% delle imprese dichiara aumenti sopra il 50%, a cui si aggiunge il 37% che ha subito innalzamenti tra il 30% e il 50%; il 18% inferiori al 30%».

 


25 novembre 2021

Bilanci d’Acciaio: qual è il ruolo del credito

Antonio Rosignoli: «BPER Banca è attrezzata per intercettare e accompagnare le esigenze delle imprese»

di Redazione siderweb

25 novembre 2021

Fincantieri: «Centro-sud decisivo per le strategie»

David Bernardi a “Bilanci d’Acciaio2021”: «Le nostre sedi operative sono basi di autentici distretti locali»

di Marco Torricelli

25 novembre 2021

Acciaio: buone prospettive per il 2022

Bene consumo ed edilizia. Rebus prezzi. L’analisi di Stefano Ferrari (siderweb) a “Bilanci d’Acciaio”

di Redazione siderweb

25 novembre 2021

Webinar. Il 1° dicembre torna Mercato & Dintorni

Il bilancio del 2021 e aspettative 2022 con Ferrari, Norsa, Berardi, Brunori, Sandrini e Fusari

di Redazione siderweb
Altre News

Lascia un Commento



“Non puntare a cambiare il mondo, punta a cambiare il tuo mondo di ogni giorno”

Paul Mehis

DOSSIER

Dossier

Verso il futuro: acciaio e innovazione

Il viaggio di siderweb per verificare l’impatto delle soluzioni tecnologiche innovative sulle produzioni

ARTICOLI SIMILI

25 novembre 2021

Bilanci d’Acciaio: qual è il ruolo del credito

Antonio Rosignoli: «BPER Banca è attrezzata per intercettare e accompagnare le esigenze delle imprese»

di Redazione siderweb

25 novembre 2021

Fincantieri: «Centro-sud decisivo per le strategie»

David Bernardi a “Bilanci d’Acciaio2021”: «Le nostre sedi operative sono basi di autentici distretti locali»

di Marco Torricelli

25 novembre 2021

Acciaio: buone prospettive per il 2022

Bene consumo ed edilizia. Rebus prezzi. L’analisi di Stefano Ferrari (siderweb) a “Bilanci d’Acciaio”

di Redazione siderweb

25 novembre 2021

Webinar. Il 1° dicembre torna Mercato & Dintorni

Il bilancio del 2021 e aspettative 2022 con Ferrari, Norsa, Berardi, Brunori, Sandrini e Fusari

di Redazione siderweb

25 novembre 2021

Bilanci d’Acciaio: centro-sud, imprese troppo piccole

Claudio Teodori: «In termini di fatturato medio “valgono” il 40% in meno che nel resto del Paese»

di Redazione siderweb
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

Speciale 2021

Una riflessione sull'anno appena passato per affrontare insieme le sfide del futuro.

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

RICREA: insegniamo ai giovani l’importanza del riciclo
A cura di Marco Torricelli

RICREA: insegniamo ai giovani l’importanza del riciclo

Le iniziative del Consorzio – ”Ambarabà Ricicloclò”, “Riciclick” e “Yes, I Can” – anche nelle scuole italiane all’estero

Tecnologie industriali

Laminazione: il ruolo decisivo del forno di riscaldo
A cura di Redazione Siderweb

Laminazione: il ruolo decisivo del forno di riscaldo

Preparare in modo adeguato il prodotto alla fase di trattamento specifico è garanzia di risultati ottimali