Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

Etrusca Profilati: «Pronti a tornare a Made in Steel»

L'azienda piombinese è molto soddisfatta della prima partecipazione alla tre giorni dedicata all'acciaio

Translated by Deepl

lettura-notizia

Etrusca Profilati è alla sua prima presenza a Made in Steel. Una esperienza che Giacomo Grandi, amministratore delegato dell’azienda, definisce molto soddisfacente.
«Ci ha permesso - afferma - di avere contatti con diversi clienti e fornitori. Per questa edizione abbiamo condiviso lo stand con un nostro distributore, ma già stiamo pensando a tornare alla prossima edizione di Made in Steel con un nostro stand».

L’azienda piombinese sta vivendo un periodo di espansione. La sua specializzazione è da sempre quella della lavorazione delle lamiere, realizzando prodotti grecati, da solaio e da copertura, ma attualmente si sta specializzando anche nel taglio in nastri e lamiere zincate, decapate e laminate a freddo.

Nel 2019 ha raddoppiato la superficie dei propri capannoni. «Questo ci ha permesso - spiega Grandi - di installare un nuovo impianto di spianatura per tagli da 12 millimetri e 2mila di larghezza dove lavoriamo prevalentemente lamiere decapate. abbiamo in questo modo aumentato i volumi: l’anno scorso abbiano lavorato 39mila tonnellate, quest’anno contiamo di toccare le 50mila tonnellate».


Siete dunque soddisfatti dei risultati raggiunti?
Quest’anno è stato decisamente soddisfacente, oltre che per i margini, soprattutto per l’aumento dei volumi che ha ripagato gli sforzi che abbiamo fatto.

Non avete risentito dell’aumento della materia prima? 
No, grazie a una clientela consolidata e solida l’aumento dei prezzi non ha inciso sulle nostre vendite. Siamo riusciti comunque a lavorare bene con varie acciaierie dalle quali acquistiamo i prodotti, sia in Italia che all’estero.

Come vede la prospettiva del mercato?
Attualmente il mercato si è un po’ fermato in attesa di un chiarimento sui prezzi, che sono aumentati molto rapidamente e che ora stanno subendo una battuta d’arresto e stanno tendenzialmente scendendo. Dobbiamo capire come si assesteranno. Nei prossimi anni pensiamo comunque, per quanto ci riguarda, di consolidare i livelli di produzioni raggiunti e di proseguire un trend di sviluppo.

Problemi?
I problemi saranno ancora quelli di riuscire a trovare il materiale, anche se il problema sembra attualmente superato, l’aumento del costo dell’energia, che avrà incidenza nelle acciaierie quindi sull’aumento dei prezzi dei semi prodotti e le difficoltà nel reperimento dei mezzi di trasporto per la consegna, dovuta alla mancanza di un ricambio generazione tra i trasportatori.

Avete in programma altri investimenti?
Stiamo ricercando nuovi spazi per ampliare i nostri capannoni, poiché con i volumi che stiamo facendo adesso siamo giunti al limite. Siamo pronti a sviluppare ancora la produzione di nastri e a realizzare una nuova linea di spianatura, ma per questo, appunto, abbiamo bisogno di nuove aree idonee.


Showa Denko Carbon: «Incognita costi energetici»

Riccardo Banchieri: «Elettrodi di qualità per forni elettrici indispensabili, ma il momento è impegnativo»

di Marco Torricelli

Cuneo Inox: «Vogliamo crescere all’estero»

Pavan: «Investimenti mirati per ampliare e migliorare le produzioni. Importante l’autoproduzione di energia»

di Marco Torricelli

Dolomite Franchi, vocazione all'export e sostenibilità

Alessandro Romano, direttore di stabilimento parla delle principali dinamiche 2021 e delle aspettative 2022

di Paola Gregorio

siderweb TG: la rinascita con Made in Steel

Oltre le aspettative i risultati della Conference & Exhibition che si è chiusa ieri a fieramilano Rho

di Elisa Bonomelli
Altre News

Lascia un Commento



“Signori si nasce, cretini si muore”

Zazà (dal film, Signori si nasce di Mario Mattòli)

DOSSIER

Dossier

Futura Expo 2023

Acciaio ancora protagonista di sostenibilità

ARTICOLI SIMILI

Showa Denko Carbon: «Incognita costi energetici»

Riccardo Banchieri: «Elettrodi di qualità per forni elettrici indispensabili, ma il momento è impegnativo»

di Marco Torricelli

Cuneo Inox: «Vogliamo crescere all’estero»

Pavan: «Investimenti mirati per ampliare e migliorare le produzioni. Importante l’autoproduzione di energia»

di Marco Torricelli

Dolomite Franchi, vocazione all'export e sostenibilità

Alessandro Romano, direttore di stabilimento parla delle principali dinamiche 2021 e delle aspettative 2022

di Paola Gregorio

siderweb TG: la rinascita con Made in Steel

Oltre le aspettative i risultati della Conference & Exhibition che si è chiusa ieri a fieramilano Rho

di Elisa Bonomelli

Made in Steel

Made in Steel 2025: al via la vendita degli spazi espositivi

A un anno esatto dalla Conference & Exhibition internazionale, è possibile prenotare il proprio stand

di Redazione siderweb
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

Speciale wire & Tube 2024

L'edizione 2024 del wire & Tube raccontata attraverso approfondimenti, immagini e interviste agli operatori raccolte in fiera dalla redazione di siderweb.

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

RICREA: «Superato approccio ideologico della normativa imballaggi Ue»
A cura di Federico Fusca

RICREA: «Superato approccio ideologico della normativa imballaggi Ue»

Una sola richiesta: «Uniformare i sistemi di calcolo delle quantità riciclate per raggiungere i target comuni»