Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

Coronavirus: la siderurgia si prepara alla "Fase 2"

Aziende pronte a ripartire dal 14 aprile ma il timore è che i tempi possano ulteriormente dilatarsi

lettura-notizia

La siderurgia italiana scalda i motori in vista della «Fase 2», ma resta in attesa del nuovo decreto con cui le attività industriali che potranno operare verranno disciplinate dopo il 13 aprile.

Sebbene in virtù della comunicazione ai Prefetti diverse realtà della filiera abbiano riavviato alcuni reparti, in particolare le spedizioni e le lavorazioni a freddo, gran parte del settore è in attesa di capire quali saranno le decisioni del governo chiamato a chiarire nelle prossime ore cosa succederà all’indomani della scadenza del precedente provvedimento.

La speranza è che questa volta la siderurgia possa essere riconosciuta come una filiera essenziale per il Paese dal momento che è indubbia la presenza dell’acciaio in gran parte degli oggetti di uso comune.

Così come nella discussione precedente è in corso una mediazione dei rappresentanti degli industriali e di quelli dei lavoratori per trovare un punto di incontro sul quale possa essere costruita la ripresa.

Il timore di fondo è che cercare di anticipare il recupero rispetto ai tempi ritenuti consoni dagli epidemiologi possa creare un nuovo stop della produzioni che potrebbe essere più deleterio di un prolungamento dell’attesa.

Il fatto è però che le proiezioni del modello elaborato dalla Fondazione Gimbe sull’andamento dell’epidemia stimano che, il 16 aprile l'aumento dei casi scenderà al 2%, il 27 aprile all'1%, il 7 maggio allo 0,5% e il 2 giugno allo 0,1%, e solo a quest’ultimo livello a Hubei hanno deciso di allentare la stretta.

Non è nemmeno da escludere che il governo possa decidere di aggiornare la situazione di settimana in settimana.

Resta il fatto che anche le stesse aziende abbiano bisogno di alcuni giorni di avvio progressivo per riportare anche solo gli impianti a ritmi di produzione capaci di garantire gli standard di sicurezza abituali e scongiurare incidenti o rotture. Le stesse aziende non puntano a spingere sull'acceleratore sin da subito ma a poter tornare competitive da maggio. Le riaperture quindi coinvolgeranno un numero limitato di addetti.

Insomma la situazione è al momento ancora nebulosa, la speranza è che un possibile deciso miglioramento dei dati negli ultimi giorni possa consentire ad un minimo allargamento dei codici ATECO delle attività autorizzate. Allargamento che gli operatori sperano possa comprendere anche la siderurgia.


10 aprile 2020

Coronavirus: Ford Europa allunga le fermate

In Turchia la produzione riprenderà solo dopo il 27 aprile e dipenderà dall’evoluzione della situazione

di Marco Torricelli

10 aprile 2020

Coronavirus, Anima: «Danni rilevanti»

Marco Nocivelli, presidente dell’associazione di categoria di Confindustria: «Contiamo sul governo»

di Marco Torricelli

10 aprile 2020

Coronavirus: il governo frena sulla «Fase 2»

Poche le modifiche ai codici ATECO previste nel nuovo decreto. La ripartenza slitta ai primi di maggio

di Redazione siderweb

9 aprile 2020

Coronavirus: il “riciclo” fa fronte comune

Assofermet, Unirima e Assorimap chiedono modifiche al decreto governativo e nuove misure per il settore

di Marco Torricelli

9 aprile 2020

Coronavirus: anche la distribuzione guarda alla ripartenza

Sandrini Assofermet: «Tutte le aziende hanno lavorato per innalzare i propri standard di sicurezza»

di Davide Lorenzini

9 aprile 2020

Coronavirus: le misure a sostegno dell’economia

L’analisi comparata dei provvedimenti presi dai vari Paesi messa a punto da Gianfranco Tosini

di Gianfranco Tosini

7 aprile 2020

Coronavirus, Banzato: «Orgoglio e resilienza»

Il presidente di Federacciai al webinar di siderweb: «Spero che il martedì dopo Pasqua si possa ripartire»

di Marco Torricelli
Altre News

Lascia un Commento



“La vita più è vuota più pesa”

Alphonse Allais

DOSSIER

Dossier

Made in Steel 2023, ecco gli espositori

Verso la Conference & Exhibition internazionale dell’acciaio: le voci, le attese e i progetti della filiera

ARTICOLI SIMILI

10 aprile 2020

Coronavirus: Ford Europa allunga le fermate

In Turchia la produzione riprenderà solo dopo il 27 aprile e dipenderà dall’evoluzione della situazione

di Marco Torricelli

10 aprile 2020

Coronavirus, Anima: «Danni rilevanti»

Marco Nocivelli, presidente dell’associazione di categoria di Confindustria: «Contiamo sul governo»

di Marco Torricelli

10 aprile 2020

Coronavirus: il governo frena sulla «Fase 2»

Poche le modifiche ai codici ATECO previste nel nuovo decreto. La ripartenza slitta ai primi di maggio

di Redazione siderweb

9 aprile 2020

Coronavirus: il “riciclo” fa fronte comune

Assofermet, Unirima e Assorimap chiedono modifiche al decreto governativo e nuove misure per il settore

di Marco Torricelli

9 aprile 2020

Coronavirus: anche la distribuzione guarda alla ripartenza

Sandrini Assofermet: «Tutte le aziende hanno lavorato per innalzare i propri standard di sicurezza»

di Davide Lorenzini
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

Speciale wire & Tube 2022

Torna dopo quattro anni con approfondimenti ed interviste lo speciale wire & Tube di siderweb.

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

RICREA: riparte dalla Sicilia il tour di Capitan Acciaio
A cura di Stefano Gennari

RICREA: riparte dalla Sicilia il tour di Capitan Acciaio

Dal 29 settembre torna l'iniziativa di RICREA per spiegare ai cittadini l'importanza della raccolta differenziata