Siderweb utilizza i cookie per una migliore gestione del sito.
Per ulteriori dettagli e per informazioni si invita a consultare la nostra policy relativa alla privacy e la nostra policy relativa ai cookie. Accedendo al sito acconsenti all'uso dei cookie.
Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 

Coronavirus: in Liguria la filiera è ferma

Stefano Grondona (Baosteel Italia Distribution Center): «Nessun rischio di invasione di acciaio cinese»

Versione stampabile

In Liguria la filiera siderurgica è, per la stragrande maggioranza, ferma. Pochi i frutti di una ricerca fatta da siderweb che ha cercato di mettersi in contatto con i propri abbonati: tra telefoni che hanno squillato a vuoto e cellulari “non raggiungibili”, il segnale è stato chiaro.

Chi sta lavorando «ma con la presenza fisica di un contingente minimo di addetti, mentre la maggior parte è a casa», dice il managing director Stefano Grondona, è Baosteel Italia Distribution Center, che ha sede a Genova.

Il terminale italiano del gruppo cinese sta infatti provvedendo «alla spedizione di prodotti in acciaio magnetico e banda stagnata – spiega Grondona – destinati ad attività indispensabili. Ma le attività in corso rappresentano circa il 30% del totale al quale siamo abituati, in quanto il restante 70% era normalmente dedicato a materiali destinati al settore automotive, che com’è noto è invece fermo per le disposizioni governative».

E a chi è al lavoro, garantisce il managing director di Baosteel Italia Distribution Center, «garantiamo di poterlo fare in condizioni di massima sicurezza, perché fin dall’inizio dell’emergenza abbiamo adottato misure ben più rigorose di quelle che erano e sono richieste a livello generale»

Il suo è un osservatorio privilegiato sulla Cina e l’occasione è buona per chiedergli cosa pensi delle paure, stavolta economiche più che sanitarie, che in questi giorni emergono e che sono legate al fatto che il Dragone si sta rimettendo in marcia mentre l’Occidente è fermo.

«In Cina – conferma Stefano Grondona – gli impianti di produzione sono in marcia o stanno ripartendo ed è ovvio che, stante la situazione generalizzata di fermo o di attività ridotta dei consumatori internazionali, gli stock si stanno accumulando, ma sinceramente non concordo con chi teme una futura massiccia “invasione” di acciaio cinese». E argomenta il suo punto di vista.

«Intanto il consumo interno cinese era in aumento già prima dell’insorgere dell’epidemia e tornerà ad esserlo nel prossimo futuro, ma soprattutto credo sia opportuno ricordare che il materiale che arriverà dalla Cina sarà quello che i clienti finali avevano già ordinato e del quale erano in attesa. Per il resto, e sulla base delle mie conoscenze del mercato, non credo proprio che i trader internazionali possano avviare operazioni di “accaparramento” di merci a fini speculativi. Soprattutto perché i prezzi, in Cina, non sono certo calati, ma sono in linea con quelli del primo trimestre».

Il resto dell’attività, come detto, in Liguria è praticamente immobile e, sulla base delle nuove determinazioni del governo, per la ripartenza dovrà aspettare almeno fino a Pasqua.

ARTICOLI CORRELATI

27 agosto 2020

Baosteel: crollati gli utili nel primo semestre

La diminuzione è stata del 36,87% rispetto al 2019. In calo sia i volumi prodotti che il fatturato

di Marco Torricelli

2 aprile 2020

Coronavirus: nuovi fondi da Cassa depositi e prestiti

Finanziamento fino a 2 miliardi di euro a supporto dei fabbisogni finanziari delle medie e grandi imprese

di Marco Torricelli

2 aprile 2020

Coronavirus e solidarietà: Piacenza risponde

Un gruppo di imprese, anche della filiera siderurgica, dona 120mila mascherine e duemila camici

di Marco Torricelli

2 aprile 2020

Il coronavirus fa crollare il mercato dell'auto

Le immatricolazioni fanno segnare il -85,4%. Nei primi tre mesi del 2020 il calo è del 35,5%

di Marco Torricelli

1 aprile 2020

Coronavirus: ArcelorMittal ferma i cantieri a Taranto

Sono quelli relativi agli interventi per l’attuazione delle prescrizioni dell’Autorizzazione integrata ambientale

di Gianmario Leone

1 aprile 2020

Coronavirus: CNH ferma fino al 17 aprile in Italia

Lo stop doveva durare fino al 3, ma è stato deciso di prolungarlo per altre due settimane

di Marco Torricelli

1 aprile 2020

Coronavirus: la Spagna si ferma. Unesid protesta

L’associazione dei produttori di acciaio chiede al governo del tempo per pianificare le interruzioni di produzione

di Marco Torricelli

1 aprile 2020

Coronavirus: tra globalizzazione e sostenibilità

Le lezioni da imparare dalla grande crisi che rivoluziona le nostre vite

di Dipak R. Pant
Altre News

Lascia un Commento



“Un pensiero ovvio ed una critica sterile godono, purtroppo, della stessa libertà di espressione di molte idee innovative rimaste inascoltate.”

Valter Redolfi

DOSSIER

Dossier

Coronavirus: sfida d'acciaio

L'impatto della diffusione dell'epidemia sul sistema economico italiano e internazionale

ULTIME NEWS

30 ottobre 2020

L'America di Trump e l'America di Biden

Quali saranno i possibili scenari futuri in base all'esito delle elezioni Usa del 3 novembre

di Carlo Muzzi

30 ottobre 2020

Feralpi: lo stabilimento di Nave (Bs) passa a Presider

Il sito ex Stefana si specializzerà nella lavorazione a freddo degli acciai per l'edilizia

di Davide Lorenzini

30 ottobre 2020

Confindustria intensifica il pressing sul governo

La richiesta: «Se si mantiene il blocco dei licenziamenti, la cassa-Covid non pesi sulle imprese»

di Redazione Siderweb

29 ottobre 2020

thyssenkrupp: 75 milioni dal governo tedesco

Serviranno a sviluppare il progetto Carbon2Chem per evitare le emissioni residue in acciaieria

di Marco Torricelli
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

Mercato tra congiuntura e cambiamenti strategici

Lo speciale di siderweb dedicato al mercato siderurgico post-Covid

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

RICREA e Eataly insieme per la sostenibilità
A cura di Marco Torricelli

RICREA e Eataly insieme per la sostenibilità

Il Consorzio sbarca tra gli scaffali per promuovere i valori dei contenitori in acciaio

Tecnologie industriali

Laminazione: il ruolo decisivo del forno di riscaldo
A cura di Redazione Siderweb

Laminazione: il ruolo decisivo del forno di riscaldo

Preparare in modo adeguato il prodotto alla fase di trattamento specifico è garanzia di risultati ottimali