Siderweb utilizza i cookie per una migliore gestione del sito.
Per ulteriori dettagli e per informazioni si invita a consultare la nostra policy relativa alla privacy e la nostra policy relativa ai cookie. Accedendo al sito acconsenti all'uso dei cookie.
Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

Steel Service a Made in Steel per rinascere

Nuovi prodotti e progetti per il distributore di acciai inox speciali di Codogno

Versione stampabile

È passato quasi un anno da quel 21 febbraio, quando Codogno (Lo) fu circondato da un cordone di sicurezza e messo in zona rossa, dopo l’individuazione di quello che a lungo sarebbe stato considerato il “paziente 0” in Italia infettato dal SARS-CoV-2. Allora venne del tutto isolata anche la Steel Service, distributore di acciai inox rigidizzati, decorati e colorati, unico agente per l’Italia di Rimex Metals UK, che ha in quello italiano il suo mercato esclusivo.

«Ci sono stati molti cambiamenti nell’ultimo anno – racconta oggi l’amministratore unico Francesca Pizzigati -. Ci siamo riorganizzati, abbiamo acquistato sanificatori e igienizzanti, mascherine da distribuire ai dipendenti, investito nei test di controllo. Abbiamo avuto dipendenti malati per diverso tempo. Abbiamo cercato di tutelare tutti, di creare un ambiente sicuro in azienda». 

Ora è il momento di ripartire. E la ripartenza passerà anche attraverso la partecipazione come espositore a Made in Steel, per la quarta volta. «L’immagine e lo slogan scelti per questa edizione (una fenice e il titolo “Reinassance”, ndr) non avrebbero potuto essere più azzeccati: in questo momento le imprese hanno bisogno di rinascere. Tante hanno subito un fermo, pesante sia a livello aziendale che personale. Non è stato facile per nessuno, ma soprattutto per le zone più colpite come la nostra, dove durante il primo lockdown si sentivano solo le sirene delle ambulanze, in un silenzio assordante e carico di incertezza». Pizzigati si dice convinta: «Abbiamo deciso di partecipare a Made in Steel per lanciare un segnale positivo alle aziende del territorio e di tutta Italia: se possibile, si deve ripartire. In un processo di rinascita, ma anche di rinnovamento. Non bisogna rimanere fermi ad aspettare gli eventi, bensì cavalcare le opportunità. E questo evento fieristico è un’opportunità». 

Certo una prima ripartenza c’è già stata: «Dopo la fermata del primo lockdown, quando grossomodo tutto il nostro mercato si è fermato con noi, siamo riusciti ad andare avanti. Tutto sommato non posso lamentarmi – ricorda Pizzigati -. E ho sempre spronato tutti i dipendenti perché lanciassero nuove idee, in un’ottica di rinnovamento del modo di fare azienda». Si sono per esempio realizzate colonnine con i particolari acciai inox distribuiti da Steel Service per la disinfezione delle mani con gel igienizzante; il ricavato delle vendite continua a essere donato alla Croce rossa di Codogno. 

Quanto al mercato, «ci ha aiutato la vastità del numero di nostri clienti. La partenza del 2021 è stata buona. Ma in questo momento c’è molta incertezza: le informazioni che arrivano sono preoccupanti per i prezzi di acquisto e vendita e per la mancanza della materia prima» ricostruisce Pizzigati. «Sicuramente questi primi mesi dell’anno saranno i più instabili e duri – prevede -, spero vivamente che poi le cose cambino da aprile in poi. Il mese di febbraio sarà decisivo per definire se avremo una crescita decisa della domanda».  

La sfida più difficile oggi per Steel Service non è tanto l’approvvigionamento, «vista la particolarità del nostro materiale», quanto riuscire a ribaltare sul mercato gli aumenti dei prezzi di acquisto di materia prima. «Eravamo pronti a questa impennata delle quotazioni, l’avevamo prevista e avevamo avvisato i nostri clienti. Ma forse non tutti si erano convinti che potesse verificarsi un aumento così repentino dei prezzi». 

Nel frattempo, la Steel Service continua a portare avanti i propri progetti: «A Made in Steel – annuncia Francesca Pizzigati – porteremo nuovi prodotti e realizzazioni. E abbiamo in cantiere la costruzione di un monumento a Codogno, fatto con i nostri acciai, in ricordo di quanto abbiamo vissuto» a causa del Covid-19.


Lascia un Commento



“Un pensiero ovvio ed una critica sterile godono, purtroppo, della stessa libertà di espressione di molte idee innovative rimaste inascoltate.”

Valter Redolfi

DOSSIER

Dossier

Verso il futuro: acciaio e innovazione

Il viaggio di siderweb per verificare l’impatto delle soluzioni tecnologiche innovative sulle produzioni

ARTICOLI SIMILI

26 febbraio 2021

Un anno di Covid: nel cuore dell'epidemia a Codogno con Steel Service

Pizzigati: «Non abbiamo mai mollato. Era importante che clienti e dipendenti capissero che non ci saremmo fermati»

di Davide Lorenzini

24 febbraio 2021

Sempre più acciaio per Fratelli Cosulich

Il colosso mondiale della logistica a Made in Steel per quelle relazioni che portano innovazione

di Elisa Bonomelli

1 febbraio 2021

La strategia per il futuro di Gmh International

La controllata del gruppo tedesco a Made in Steel per la terza volta per dare un segnale di continuità

di Elisa Bonomelli

29 gennaio 2021

siderweb TG: l'acciaio riparte da Made in Steel

Tutte le notizie principali della settimana sulla siderurgia nazionale

di Elisa Bonomelli

29 gennaio 2021

AARTEE E&C punta sul “green steel”

L’impiantista per la seconda volta a Made in Steel per cogliere le opportunità dei nuovi trend della produzione

di Elisa Bonomelli
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

Speciale duemilae20

La cronaca siderurgica e le analisi su prezzi, domanda e produzione.

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

Acciaio: RICREA a scuola per promuovere il riciclo
A cura di Marco Torricelli

Acciaio: RICREA a scuola per promuovere il riciclo

Al via l’ottava edizione del progetto educativo “Ambarabà Ricicloclò”: quest’anno coinvolto anche l’estero

Tecnologie industriali

Laminazione: il ruolo decisivo del forno di riscaldo
A cura di Redazione Siderweb

Laminazione: il ruolo decisivo del forno di riscaldo

Preparare in modo adeguato il prodotto alla fase di trattamento specifico è garanzia di risultati ottimali