Siderweb utilizza i cookie per una migliore gestione del sito.
Per ulteriori dettagli e per informazioni si invita a consultare la nostra policy relativa alla privacy e la nostra policy relativa ai cookie. Accedendo al sito acconsenti all'uso dei cookie.
Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

GIDA per la prima volta a Made in Steel

Dopo il lockdown, il produttore di sistemi magnetici è tornato al consueto ritmo di ordini. Ferme, però, le acciaierie

Versione stampabile Translated by AWS

Per la prima volta, GIDA è un espositore di Made in Steel. Ma non è certo un nuovo nato nella filiera siderurgica nazionale il produttore di magneti per rottame, per l’automazione e il sollevamento, e di separatori magnetici.
L’azienda bresciana opera da oltre 25 anni; solo di recente, però, ha cambiato il proprio approccio al mercato: «Dal 2014, pur continuando a lavorare come abbiamo sempre fatto in passato, e cioè con altri costruttori di impianti, abbiamo cominciato a proporre direttamente il nostro marchio. Mentre prima, infatti, ci fermavamo alla realizzazione del prodotto, oggi siamo in grado di analizzare le esigenze del cliente, di progettare e costruire ciò di cui ha bisogno, e di collaudarlo anche all’estero. Un servizio completo» spiega Achille Gorlani, Sales e Marketing Manager di GIDA.

Da qui gli obiettivi che si intende centrare partecipando alla nona edizione della Conference & Exhibition, inseriti in un piano a lungo termine di promozione del marchio e di ricerca di nuovi contatti: «Ci aspettiamo di incontrare partner commerciali italiani e stranieri: potenziali clienti, distributori o agenti, ma anche possibili fornitori – anticipa Gorlani -, attraversando tutta la catena del valore, dall’acquisto della materia prima fino alla distribuzione e all’utilizzatore finale».

Che per GIDA ha sede per la gran parte fuori dall’Italia. «In condizioni ordinarie – illustra Gorlani – il 65% del nostro fatturato è generato all’estero, soprattutto in Europa, ma anche in canali extra europei. Del rimanente 35% creato in Italia, una parte finisce indirettamente all’estero, per tramite dei nostri clienti costruttori di impianti siderurgici». Interessante, per l’azienda bresciana, è la presenza a Made in Steel di espositori e visitatori dalla Turchia. «È un mercato nel quale operiamo. Potremmo riuscire a stringere ulteriormente rapporti che sono già in essere».

Ora però, con la pesante crisi che sta mettendo a dura prova l’acciaio, gli equilibri sono cambiati. «Il nostro marketing mix è variato e stiamo vendendo più prodotti da rottame che non da acciaieria. Così siamo arrivati a generare all’estero l’80% del nostro giro d’affari. Senza l’estero – dice Gorlani -, saremmo in grossissima difficoltà. Alcune zone sono ancora in pieno lockdown, altre hanno già ripreso o non si sono mai fermate. Poter contare su diversi mercati ci consente di centrare il nostro obiettivo. E da quando siamo stati autorizzati a riprendere a lavorare, ai primi di maggio, abbiamo quasi subito ripreso il nostro ritmo ordinario, con un fatturato ordinario».

Non solo il mercato. GIDA negli ultimi mesi ha visto cambiare, come accennato, anche la domanda. Nel comparto produttivo dell'acciaio si è registrato «un calo evidente. C’era già stato un rallentamento sul finire dello scorso anno – spiega Gorlani -. Il lockdown, poi, ha segnato un punto ben chiaro: da quel momento, si è fermato tutto e le prospettive sono cambiate. L’incertezza sta mettendo in difficoltà chi deve pianificare gli investimenti. C’è un diffuso atteggiamento attendista». Anche perché investimento e tempi di realizzazione degli impianti sono abbastanza importanti nella produzione. Cosa che non vale, invece, per il comparto del rottame: la spesa iniziale più contenuta necessaria per i sistemi magnetici ha permesso che la domanda non subisse frenate.

In generale, Gorlani si augura, «che da settembre si cominci a muovere qualcosa, anche se in questo periodo vacanziero non ce ne sono ancora i segnali. E che i contratti si firmino nella seconda parte dell’anno, portandoci quindi a fatturare nel primo trimestre 2021».

 


15 dicembre 2020

Verso Made in Steel 2021: le voci dei protagonisti

In vista dell'appuntamento con la Conference & Exhibition i futuri espositori si presentano alla community

di Redazione siderweb

3 settembre 2020

GF-ELTI riconferma la propria partecipazione a Made in Steel

Il produttore orobico di forni industriali: «Il mercato è dinamico e alla ricerca di soluzioni green ed efficienti»

di Redazione siderweb

1 settembre 2020

A Made in Steel 2021 anche FC srl

L’azienda tarantina si occupa di climatizzazione, ventilazione e filtrazione di aria

di Elisa Bonomelli

7 agosto 2020

Made in Steel è sempre più vicina

Le voci dei primi protagonisti dell'edizione 2021 della conference & exhibition dell'acciaio

di Redazione siderweb

29 luglio 2020

Buhlmann a Made in Steel per fare sistema

Il distributore di tubi e raccordi senza saldatura è al lavoro su flessibilità e nuovi driver di crescita

di Elisa Bonomelli

24 luglio 2020

Negri a Made in Steel per crescere ancora

L’Ad Negri: «È l’evento di riferimento per il nostro settore». Non si fermano gli investimenti

di Elisa Bonomelli

22 luglio 2020

Metallurgica Legnanese crede in Made in Steel

L’azienda sta investendo per ampliare la propria capacità commerciale con un quarto magazzino

di Elisa Bonomelli

20 luglio 2020

Anche Sideralba a Made in Steel 2021

L’azienda partecipa all’evento sin dalla prima edizione. Rapullino: «Ripartiamo facendo sistema»

di Elisa Bonomelli

20 luglio 2020

siderweb TG

Siderurgica Fiorentina è il primo espositore di Made in Steel 2021. Federacciai: produzione in lieve ripresa a giugno

di Elisa Bonomelli

17 luglio 2020

Galbiati Family è pronta per Made in Steel

A fieramilano con un progetto sulla sicurezza di movimentazione degli imballaggi e uso della reggetta BESTRAP acciaio

di Elisa Bonomelli

15 luglio 2020

Made in Steel 2021: Siderurgica Fiorentina c’è

Il centro servizi toscano è stata la prima azienda a confermare la propria partecipazione alla nona edizione

di Elisa Bonomelli
Altre News

Lascia un Commento



“Un pensiero ovvio ed una critica sterile godono, purtroppo, della stessa libertà di espressione di molte idee innovative rimaste inascoltate.”

Valter Redolfi

DOSSIER

Dossier

Verso il futuro: acciaio e innovazione

Il viaggio di siderweb per verificare l’impatto delle soluzioni tecnologiche innovative sulle produzioni

ARTICOLI SIMILI

15 dicembre 2020

Verso Made in Steel 2021: le voci dei protagonisti

In vista dell'appuntamento con la Conference & Exhibition i futuri espositori si presentano alla community

di Redazione siderweb

3 settembre 2020

GF-ELTI riconferma la propria partecipazione a Made in Steel

Il produttore orobico di forni industriali: «Il mercato è dinamico e alla ricerca di soluzioni green ed efficienti»

di Redazione siderweb

1 settembre 2020

A Made in Steel 2021 anche FC srl

L’azienda tarantina si occupa di climatizzazione, ventilazione e filtrazione di aria

di Elisa Bonomelli

7 agosto 2020

Made in Steel è sempre più vicina

Le voci dei primi protagonisti dell'edizione 2021 della conference & exhibition dell'acciaio

di Redazione siderweb

29 luglio 2020

Buhlmann a Made in Steel per fare sistema

Il distributore di tubi e raccordi senza saldatura è al lavoro su flessibilità e nuovi driver di crescita

di Elisa Bonomelli
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

Speciale Materie Prime & Mercato dell'acciaio

La pubblicazione dedicata all’evoluzione congiunturale del 2021

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

Riciclo e ricerca: ancora un successo per Ricrea
A cura di Marco Torricelli

Riciclo e ricerca: ancora un successo per Ricrea

Da “Il Pomodoro. Buono per te, buono per la ricerca” oltre 350mila euro a sostegno dell’oncologia pediatrica

Tecnologie industriali

Laminazione: il ruolo decisivo del forno di riscaldo
A cura di Redazione Siderweb

Laminazione: il ruolo decisivo del forno di riscaldo

Preparare in modo adeguato il prodotto alla fase di trattamento specifico è garanzia di risultati ottimali