Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

Bolfo: «È finita un’era»

La guerra in Ucraina sta provocando uno squilibrio di mercato secondo il presidente di Duferco

Translated by Deepl

«È finita un’era». Secondo il fondatore e presidente del Gruppo Duferco, Bruno Bolfo, «dopo la caduta del muro (di Berlino, ndr), la Russia si è progressivamente integrata nell’economia europea. E la Russia è ricca di materie prime di tutti i tipi, anche a costo di estrazione basso. Per cui ci si è adattati a un equilibrio generale che teneva conto dell’offerta russa». Adesso, con la guerra in Ucraina, «improvvisamente questa offerta viene a cadere. È un mondo più a blocchi». La conseguenza è uno squilibrio sulla piazza commerciale globale: «Il mercato è perfetto quando il prezzo riflette un equilibrio più ampio possibile. Più si restringe l’equilibrio, più è difficile avere un mercato corretto». 

«Sono imprenditore dal 1979. Mai vista una situazione così» ha detto Bolfo ai microfoni della Radiotelevisione svizzera

«Concretamente, non possiamo più fare business con la Russia. E l’Ucraina non è sanzionata, ma adesso è in guerra». Quanto ad acciaio e materie prime siderurgiche, «tra Russia e Ucraina facevamo 20-25 milioni di margine l’anno. Ed è un business che stiamo mettendo in conto di non avere più. È possibile recuperare qualcosa da altre fonti, ma non sarà facile».

Immagine da dufercotp.com. 


Duferco Commerciale: come adattarsi a un mercato che cambia

Il CEO Trielli: «Il gruppo amplia la gamma prodotti. Timido risveglio della domanda nelle ultime settimane»

di Elisa Bonomelli

Caro vita, bonus di 600 euro da Duferco ai dipendenti

Il gruppo ha investito circa un milione di euro per dare sostegno in un momento storico non favorevole

di Stefano Gennari

PANorami: il segnale dell’Occidente

Nel terzo mese di guerra in Ucraina, si accavallano segnali contrastanti da interpretare

di Massimiliano Panarari

Acciaio: checkpoint a settembre

Espada: «Dopo lo "stoccaggio" per il panico causato dal conflitto, ora ci si concentra a ridurre volumi ed esposizioni»

di Davide Lorenzini

Duferco Travi e Profilati: utile di 56 milioni

La produzione di acciaio sopra ai livelli del 2018

di Stefano Ferrari

Energia: le aziende alla sfida della volatilità

Francesco Lepre (Duferco Energia) evidenzia cause ed effetti dei rincari energetici sulle aziende energivore

di Davide Lorenzini

Gozzi: «Settori hard to abate a rischio chiusura o delocalizzazione»

Il presidente di Duferco Italia Holding rimarca i rischi per le imprese di una decarbonizzazione selvaggia

di Redazione siderweb
Altre News

Lascia un Commento



“Forse l’azione non porta sempre felicità ma non c’è felicità senza azione”

Benjamin Disraeli

DOSSIER

Dossier

Futura Expo 2023

Acciaio ancora protagonista di sostenibilità

ARTICOLI SIMILI

Duferco Commerciale: come adattarsi a un mercato che cambia

Il CEO Trielli: «Il gruppo amplia la gamma prodotti. Timido risveglio della domanda nelle ultime settimane»

di Elisa Bonomelli

Caro vita, bonus di 600 euro da Duferco ai dipendenti

Il gruppo ha investito circa un milione di euro per dare sostegno in un momento storico non favorevole

di Stefano Gennari

PANorami: il segnale dell’Occidente

Nel terzo mese di guerra in Ucraina, si accavallano segnali contrastanti da interpretare

di Massimiliano Panarari

Acciaio: checkpoint a settembre

Espada: «Dopo lo "stoccaggio" per il panico causato dal conflitto, ora ci si concentra a ridurre volumi ed esposizioni»

di Davide Lorenzini

Duferco Travi e Profilati: utile di 56 milioni

La produzione di acciaio sopra ai livelli del 2018

di Stefano Ferrari
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

Acciaio sostenibile 2024

Seconda edizione del report sulla rendicontazione di sostenibilità delle imprese della filiera siderurgica nazionale “corta” (produttori, distributori, centri servizio, commercio rottame e ferroleghe, taglio e lavorazione lamiera).

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

RICREA: sperimentazione sulla frantumazione per migliorare la qualità
A cura di Elisa Bonomelli

RICREA: sperimentazione sulla frantumazione per migliorare la qualità

Il Consorzio sta installando un secondo impianto in Puglia. Si lavora anche per perfezionare la raccolta