Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

Inox: il 2024 è iniziato nel segno della cautela

Sala (Arvedi AST): «Il primo trimestre sarà in linea con il 2023, dalla primavera potremo assistere a un recupero»

Translated by Deepl

«Un mercato “sottile” e quindi sensibile agli shock». È questa la definizione che Mattia Sala, direttore commerciale di Arvedi AST, ha dato del mercato degli acciai inossidabili.
Ospite del webinar siderweb «Inox: le attese per il 2024», il manager del principale produttore di piani inox italiano ha fatto un’analisi dettagliata delle complessità che hanno caratterizzato il 2023, restando quindi cauto sulle prospettive 2024, ancora in corso di definizione.

«Il 2023 è stato senza dubbio uno degli anni più complessi di sempre per i prodotti inossidabili. In linea con le statistiche Eurofer, i primi 11 mesi dello scorso anno hanno visto una riduzione della domanda media del 24%. Un dato però su cui pesa in maniera particolare il -28% registrato dal laminato a freddo, a fronte di un -12% per i prodotti laminati a caldo».

Guardando ai settori utilizzatori, per Sala quello che ha subito la maggior frenata è stato senza dubbio quello del “bianco”, quindi elettrodomestici, rispetto a edilizia, meccanica e auto. Una frenata di domanda che ha coinvolto anche i trasformatori, «in particolare i produttori di tubi».  

«Se guardiamo al mercato italiano, la contrazione è dell’ordine del 25% e si è sviluppata in un contesto di forte calo dell’import e di stock elevati di materie prime da trasformazione, come ad esempio i coils. Stock che erano particolarmente alti sin dall’avvio dell’anno, a cui si sono aggiunti nel corso dei mesi anche i volumi di materiale che erano in viaggio all’entrata del 2023. Questo eccesso di materiale ha portato ad affrontare un lungo riallineamento con la domanda reale che ha fatto praticamente sparire la componente apparente. Il tutto si è riflesso anche sui prezzi, che a giugno 2023 scontavano una riduzione dell’ordine del 30% rispetto all’inizio dell’anno, per poi tornare a recuperare terreno nella fase di riacquisto che si è verificata tra settembre e novembre».     

Tra le evoluzioni che il mercato dell’inox ha subito negli ultimi mesi, per Sala un punto centrale è stato il passaggio dal nichel a rottame come termometro anticipatore nell’andamento delle quotazioni. Inoltre, anche l’indagine Ue antielusione su Vietnam, Taiwan e Turchia alla luce di sospette triangolazioni ha portato a una frenata sul fronte dell'import. Infine, l’effetto inflazione si è fatto sentire su beni di consumo come gli elettrodomestici, che avevano avuto una decisa crescita dopo la pandemia, mentre oggi sono tornati ai livelli di domanda pre-Covid.

Riguardo al 2024, «è difficile fare previsioni – ha rimarcato Sala –. Il nuovo anno è iniziato nel segno della cautela, con acquisti di piccola entità ma in maniera continuativa, come per procedere in tempo reale con la domanda, in attesa che la congiuntura internazionale possa dare dei segnali di ripresa più robusti. Vedo quindi un primo trimestre che potrebbe rappresentare una prosecuzione della tendenza 2023, per poi assistere ad un cambio di passo nel corso della primavera. Il settore delle costruzioni dovrebbe salire del 4% e anche la domanda di automotive e meccanica dovrebbero crescere. In questo contesto, i prezzi resteranno sotto pressione in maniera temporanea nella prima parte dell’anno. Bisogna fare attenzione soprattutto alla riduzione del delta tra il prezzo del rottame e dei finiti per salvaguardare la marginalità».  

Chiudendo su Acciai Speciali Terni, Sala ha indicato come gli investimenti del gruppo si svilupperanno lungo le direttrici di decarbonizzazione e diversificazione dell’offerta.

«Nel concreto investiremo in un nuovo forno di riscaldo per bramme, walking beam, predisposto per l’impiego di idrogeno anche al 100%. A questo si aggiunge l’investimento in corso sul nuovo laminatoio con decapaggio, che ci permetterà di aumentare la produzione di laminato a freddo, dal momento che a parità di volumi commercializzati il nostro obiettivo è quello di aumentare il valore della produzione. E sullo sfondo resta la volontà di tornare a produrre acciaio magnetico in AST».


Acciaio sostenibile

Autoliv sceglie l’acciaio Arvzero

Il fornitore di sistemi di sicurezza per l’auto ha firmato per la fornitura dell’acciaio green di Arvedi

di Davide Lorenzini

Eventi

Arvedi lancia il nuovo brand T-ZERO

Iniziata la commercializzazione dei tubi saldati marchiati "carbon neutral"

di Davide Lorenzini

Fondi Pnrr, Ast ottempera alle prescrizioni Ue. Atteso il tavolo a Roma

La governatrice Tesei aggiorna in Aula sulla situazione dell'acciaieria. Si guarda ai finanziamenti "hard to abate"

di Ludovica Rossi

AST mantiene la promessa, assunti 20 lavoratori ex Tct

Da marzo entrerà in azienda la prima tornata di dipendenti licenziati dalla società di taglio dei tubi

di Ludovica Rossi

AST, otto giorni di stop a febbraio per un forno

La fermata al via il 21 febbraio, attività sospesa anche per le linee collegate. Ma nessuna cassa integrazione

di Ludovica Rossi

AST, nuova breve fermata degli impianti

Lo scarico produttivo potrebbe protrarsi anche a febbraio, mentre si allungano ancora i tempi per l'accordo di programma

di Ludovica Rossi

Inox: «Difficile creare margine per la distribuzione»

Bettuzzi (ad Oiki): «Domanda latitante anche nel 2024, ma è possibile una ripresa nel secondo semestre»

di Federico Fusca

Inox: calano consumo, import e produzione

Mercato europeo previsto in crescita dello 0,7% nel 2024. Fornasini: quotazioni in assestamento laterale

di Elisa Bonomelli

Piani in inox: arrivi in calo di oltre il 30%

Il materiale extra-europeo soffre più di quello UE

di Arianna Ducoli
Altre News

Lascia un Commento



“Anche quando i pianeti collidono, dal caos nasce una stella”

Charlie Chaplin

DOSSIER

Dossier

Futura Expo 2023

Acciaio ancora protagonista di sostenibilità

ARTICOLI SIMILI

Acciaio sostenibile

Autoliv sceglie l’acciaio Arvzero

Il fornitore di sistemi di sicurezza per l’auto ha firmato per la fornitura dell’acciaio green di Arvedi

di Davide Lorenzini

Eventi

Arvedi lancia il nuovo brand T-ZERO

Iniziata la commercializzazione dei tubi saldati marchiati "carbon neutral"

di Davide Lorenzini

Fondi Pnrr, Ast ottempera alle prescrizioni Ue. Atteso il tavolo a Roma

La governatrice Tesei aggiorna in Aula sulla situazione dell'acciaieria. Si guarda ai finanziamenti "hard to abate"

di Ludovica Rossi

AST mantiene la promessa, assunti 20 lavoratori ex Tct

Da marzo entrerà in azienda la prima tornata di dipendenti licenziati dalla società di taglio dei tubi

di Ludovica Rossi

AST, otto giorni di stop a febbraio per un forno

La fermata al via il 21 febbraio, attività sospesa anche per le linee collegate. Ma nessuna cassa integrazione

di Ludovica Rossi
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

Acciaio sostenibile 2024

Seconda edizione del report sulla rendicontazione di sostenibilità delle imprese della filiera siderurgica nazionale “corta” (produttori, distributori, centri servizio, commercio rottame e ferroleghe, taglio e lavorazione lamiera).

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

RICREA: sperimentazione sulla frantumazione per migliorare la qualità
A cura di Elisa Bonomelli

RICREA: sperimentazione sulla frantumazione per migliorare la qualità

Il Consorzio sta installando un secondo impianto in Puglia. Si lavora anche per perfezionare la raccolta