Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

Fornasini: «Scenario fragile e incerto»

Si è ridotto però il potenziale ribassista dei prezzi dei prodotti siderurgici

Translated by Deepl

Lo scenario economico mondiale è fragile e piuttosto incerto e a pesare sono soprattutto tre variabili: il conflitto russo-ucraino, la crescita cinese inferiore del previsto e la persistente inflazione. Questa la premessa posta da Achille Fornasini (siderweb – StatLab Università di Brescia) in apertura del webinar «MERCATO & DINTORNI» di siderweb. L’analista ha affermato che tutto questo si riflette nel Purchasing managers index, dal quale si evince che «siamo in una congiuntura pesantemente negativa e che rischia di diventarlo ancora di più». Fornasini ha parlato anche di «tracollo della manifattura tedesca» a causa di una pronunciata debolezza della domanda, tracollo dal quale come Italia non possiamo che attenderci riflessi negativi visti gli stretti rapporti di natura industriale e commerciale con la Germania. «Siamo in una situazione di calo sistematico delle aspettative dei buyer; già da sei mesi l’indice è sceso al di sotto della soglia dei 50 punti, che discriminano tra crescita e stagnazione/recessione – ha detto l’analista –. La speranza è che i fondi del PNRR vengano ben gestiti e possano sostenere il nostro Paese in questa fase che sarà evidentemente complicata».

Dall'analisi dell'andamento dei noli internazionali, si nota come ci si stia assestando sugli stessi valori del 2020. Il Baltic Dry Index, per esempio, ha perso il 90% dai picchi della seconda parte del 2021. I noli per il trasporto di minerale di ferro dall'Australia alla Cina hanno seguito un andamento perfettamente correlato e anche il World Container Index è sceso dell'86% negli ultimi due anni. «L'export cinese verso New York, Los Angeles, Rotterdam e Genova è stato coerente con l'indice generale – ha proseguito Fornasini –. Se questo è il risultato della riduzione del commercio internazionale e, quindi, della domanda dei servizi di nolo, allora c'è da aspettarsi che stiamo toccando dei "pavimenti" e che al minimo cenno di ripresa possiamo vedere questi livelli crescere sulla spinta della domanda».

Riguardo all'inflazione, si può notare come, nonostante il pesante intervento delle banche centrali, i principali Paesi convergano verso tassi di inflazione superiori all'obiettivo del 2%, ossia tra il 2,5% e il 3%. Per Fornasini possiamo aspettarci una persistenza delle politiche portate avanti finora dalle banche centrali.

Nel frattempo, dal secondo semestre 2022 ad oggi il differenziale tra i rendimenti dei bond dei diversi Paesi è andato gradualmente restringendosi. Questo perché da parte della Fed c'è stato ed è atteso un ulteriore rallentamento nel rialzo dei tassi, mentre nell'Ue sono attesi altri due o tre ritocchi di 25 punti entro la fine dell'anno. Questo secondo Fornasini «andrà a comprimere ulteriormente questa differenza che aveva favorito il rafforzamento del dollaro». Non è un caso che l'euro si sia apprezzato del 16% nello spazio di poco meno di un anno, una fase che è «tuttora in essere».

Passando all'andamento dei prezzi delle principali materie prime e dei prodotti siderurgici, l'analista ha evidenziato come il valore della carica d'altoforno core (limitata a minerale di ferro e coke), dopo i picchi straordinari di inizio anno, abbia corretto e indichi ora una moderata ripresa. «La prospettiva è di un proseguimento di questa fase moderatamente crescente sui livelli del 2020». Allo stesso modo, non sono previsti grossi movimenti per il preridotto: ci troviamo in una fase di stallo e «da questi livelli si potrebbe tornare gradualmente a crescere, ma con un potenziale molto scarso».

Il prezzo del rottame è ancora in caduta in Turchia. In Italia c'è stato un tentativo di reazione rispetto ai livelli raggiunti a giugno, tentativo che però «è già stato smentito in questi giorni» proprio a fronte del proseguimento della discesa in Turchia. Fornasini ritiene sia ancora presente «un potenziale ribassista», seppur moderato. I prezzi attuali dovrebbero indurre a fare scorte, «ma in misura limitata visto lo scenario incerto».

Quanto ai coils, a livello internazionale si rileva una «situazione di assestamento con scarsa direzionalità», in quanto gli elevati tassi scoraggiano l'accumulo di scorte di tipo strategico. A livello nazionale, non c'è una domanda tale da far ritenere che i prezzi possano tornare sui massimi di marzo-aprile, ma piuttosto è probabile che questi mantengano un andamento laterale con fluttuazioni a seguito di approvvigionamenti estemporanei.

Gli acciai lunghi (tondo, vergelle, travi e laminati mercantili) stanno seguendo andamenti tra loro simili. Il potenziale per forti movimenti ribassisti si sta riducendo; siamo piuttosto in una fase di assestamento laterale. La domanda è scarsa, l'offerta si sta comprimendo. «Questa depressione – ha osservato Fornasini – imporrà acquisti molto mirati e, soprattutto, legati al fabbisogno corrente. Tuttavia, se i tassi dovessero rapidamente diminuire, come sono rapidamente aumentati, potrebbero favorire l'investimento in scorte su livelli di prezzo piuttosto convenienti».


Rapullino: «Abbiamo aziende completamente diverse rispetto a due anni fa»

I costi, ha osservato l’ad di Sideralba, sono di molto superiori rispetto al periodo pre-Covid

di Stefano Gennari

Sandrini (San Polo Lamiere): «Ancora in un mercato di sabbie mobili»

Permane lo squilibrio tra domanda e offerta

di Elisa Bonomelli

Brunori (Ferriera Valsabbia): «Fiducioso per la seconda parte dell’anno»

Incognite costo dell’energia, conflitto in Ucraina, inflazione

di Elisa Bonomelli
Altre News

Lascia un Commento



“Forse l’azione non porta sempre felicità ma non c’è felicità senza azione”

Benjamin Disraeli

DOSSIER

Dossier

Futura Expo 2023

Acciaio ancora protagonista di sostenibilità

ARTICOLI SIMILI

Rapullino: «Abbiamo aziende completamente diverse rispetto a due anni fa»

I costi, ha osservato l’ad di Sideralba, sono di molto superiori rispetto al periodo pre-Covid

di Stefano Gennari

Sandrini (San Polo Lamiere): «Ancora in un mercato di sabbie mobili»

Permane lo squilibrio tra domanda e offerta

di Elisa Bonomelli

Brunori (Ferriera Valsabbia): «Fiducioso per la seconda parte dell’anno»

Incognite costo dell’energia, conflitto in Ucraina, inflazione

di Elisa Bonomelli

Fornasini: «Scenario fragile e incerto»

Si è ridotto però il potenziale ribassista dei prezzi dei prodotti siderurgici

di Stefano Gennari

Fornasini: scarso potenziale di ulteriori aumenti

L'analista di siderweb e StatLab UniBs: «Pesano sul 2024 i conflitti in corso, la crisi economica cinese e l'inflazione»

di Stefano Gennari
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

Acciaio sostenibile 2024

Seconda edizione del report sulla rendicontazione di sostenibilità delle imprese della filiera siderurgica nazionale “corta” (produttori, distributori, centri servizio, commercio rottame e ferroleghe, taglio e lavorazione lamiera).

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

RICREA: sperimentazione sulla frantumazione per migliorare la qualità
A cura di Elisa Bonomelli

RICREA: sperimentazione sulla frantumazione per migliorare la qualità

Il Consorzio sta installando un secondo impianto in Puglia. Si lavora anche per perfezionare la raccolta