Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

Prodotti lunghi: soffre il mercato interno

Ma fanno meglio della media dell’acciaio per produzione e commercio estero, secondo l’analisi di Ferrari (Ufficio Studi)

Translated by Deepl

I prodotti lunghi stanno facendo meglio della media italiana nella produzione e nel commercio estero. Il mercato interno, tuttavia, soffre. In dettaglio, sono buone le performance della vergella e i laminati sono stabili; il tondo soffre sulla piazza nazionale; travi e rotaie hanno ancora bisogno di recuperare dai bassi livelli degli ultimi anni.

Quanto ai prezzi, rispetto ai piani i prodotti lunghi appaiono in difficoltà, con quotazioni in erosione da molto tempo (anche se, nella seconda parte del 2022, i lunghi avevano tenuto meglio dei piani).

Sono le conclusioni cui è arrivata l’analisi del responsabile dell’Ufficio Studi siderweb, Stefano Ferrari, nel webinar MERCATO & DINTORNI di questa mattina, dedicato proprio al comparto dei prodotti lunghi.

Produzione
Il 2022 è stato un anno di deciso calo dei volumi (-11,4% della produzione e -12% per i prodotti lunghi). Ma la performance di questi ultimi è stata migliore se si guarda alla media del periodo 2010-19: +0,4% contro il -12,3% dell’acciaio. «La conferma viene anche dalla quota di mercato dei lunghi sul totale della produzione italiana: tra il 2010 e il 2019 in media era del 48,6%, nel 2022 è salita al 55,7%» ha spiegato Ferrari.

Consumo apparente
Il consumo apparente di acciaio nel 2022 (si tratta di una stima, perché al momento sono disponibili solo i dati fino a ottobre) appare in calo, ma è ancora superiore alla media del decennio 2010-2019, «sintomo di un mercato che, nel 2021 soprattutto, si è ripreso in modo molto deciso e che nel 2022, nonostante le difficoltà, ha tenuto» ha specificato Ferrari.

Quanto ai lunghi, la situazione è leggermente peggiore rispetto a quella generale dell’acciaio: il calo del consumo è stato più deciso. La quota di consumo dei lunghi sul totale dell’acciaio italiano nel 2010-19 è stata del 35%; nel 2022 dovrebbe posizionarsi attorno al 33,8%, «quindi perdendo quote rispetto ai piani e agli altri prodotti».

Commercio estero
Nel 2022 le importazioni di acciaio (anche in questo caso, una stima) sono salite di circa il 4% rispetto al 2021; sono però rimaste sopra la media 2010-19 del 20%. «L’import è rimasto alto, mentre l’export è calato di circa l’11% rispetto all’anno scorso e del 15% rispetto al decennio 2010-19 – ha illustrato Ferrari –, aggravando la bilancia commerciale che l’anno scorso ha raggiunto il suo picco storico di deficit».
L’import di lunghi, lo scorso anno è stato sopra il livello del 2021 di circa il 2% e del 13% sopra la media del decennio. A differenza del totale del settore, le esportazioni di lunghi, seppur calate del 12% rispetto al 2021, sono di circa il 3% sopra la media storica.

Quindi, «la posizione del commercio estero nazionale nel 2022 è nel complesso peggiorata, aumentando il nostro deficit commerciale. Nei lunghi invece – ha specificato Ferrari – la situazione è comparativamente migliore, anche se nel 2022 è peggiorata comunque, con uno dei surplus più bassi dell’ultimo decennio».

Prezzi
Negli ultimi sei mesi, stando a quanto rilevato dall’Ufficio Studi siderweb sul mercato nazionale, il prezzo del tondo per cemento armato ha avuto un andamento piuttosto variegato; da novembre a oggi ha avuto tre fasi di variazioni positive seguite da cali più o meno decisi e ora appare in sofferenza. Meno volatile l’andamento delle quotazioni della vergella da trafila, che dopo un lungo periodo di cali oggi si sta stabilizzando. Travi e laminati sono tra lo stabile e il ribasso.


Pasini: «Mercato in ripresa nel secondo semestre»

Il presidente del Gruppo Feralpi, ospite di MERCATO & DINTORNI, si aspetta una prima parte di 2023 stabile

di Davide Lorenzini

Rottame: il terremoto in Turchia frenerà la domanda

Emanuele Norsa è intervenuto al webinar MERCATO & DINTORNI con un focus sui prezzi di materie prime e acciai lunghi

di Stefano Gennari

Mercato flash

Domanda, offerta e prezzo dell’acciaio sulla piazza commerciale italiana

di Redazione siderweb

A gennaio rottame stabile per Assofermet

La nota di mercato diffusa oggi testimonia movimenti fiacchi

di Davide Lorenzini
Altre News

Lascia un Commento



“C’è una crepa in ogni cosa: è da lì che entra la luce”

Leonard Cohen

DOSSIER

Dossier

Futura Expo 2023

Acciaio ancora protagonista di sostenibilità

ARTICOLI SIMILI

Pasini: «Mercato in ripresa nel secondo semestre»

Il presidente del Gruppo Feralpi, ospite di MERCATO & DINTORNI, si aspetta una prima parte di 2023 stabile

di Davide Lorenzini

Rottame: il terremoto in Turchia frenerà la domanda

Emanuele Norsa è intervenuto al webinar MERCATO & DINTORNI con un focus sui prezzi di materie prime e acciai lunghi

di Stefano Gennari

Mercato flash

Domanda, offerta e prezzo dell’acciaio sulla piazza commerciale italiana

di Redazione siderweb

A gennaio rottame stabile per Assofermet

La nota di mercato diffusa oggi testimonia movimenti fiacchi

di Davide Lorenzini

Piani: prezzi ancora superiori alla media pre-Covid

Ferrari (Ufficio Studi siderweb): «Il secondo semestre 2023 ha permesso di limitare i danni» nella produzione

di Federico Fusca
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

Acciaio sostenibile 2024

Seconda edizione del report sulla rendicontazione di sostenibilità delle imprese della filiera siderurgica nazionale “corta” (produttori, distributori, centri servizio, commercio rottame e ferroleghe, taglio e lavorazione lamiera).

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

RICREA: sperimentazione sulla frantumazione per migliorare la qualità
A cura di Elisa Bonomelli

RICREA: sperimentazione sulla frantumazione per migliorare la qualità

Il Consorzio sta installando un secondo impianto in Puglia. Si lavora anche per perfezionare la raccolta