Siderweb utilizza i cookie per una migliore gestione del sito.
Per ulteriori dettagli e per informazioni si invita a consultare la nostra policy relativa alla privacy e la nostra policy relativa ai cookie. Accedendo al sito acconsenti all'uso dei cookie.
Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

Boriani: siderurgico, metallurgico e green

L’agenzia marittima internazionale di base a Marghera sarà a Made in Steel 2021

Versione stampabile

Nel 2020 ha visto crescere il proprio fatturato del 9,8% in termini tendenziali. E il primo semestre del 2021 sta ricalcando l’andamento dello scorso anno. Quello che però è diverso, secondo l’agenzia specializzata in trasporti marittimi internazionali Boriani, è il traffico di contanier: «C’è una leggera flessione dovuta ai noli, che sono molto elevati» spiega Matteo Calascibetta, Sales Commercial and Operation Supervisor (a sinistra nell'immagine). E che «stanno ancora aumentando. La Cma Cgm, per esempio, ha raddoppiato il livello del PSS (Peak Season Surcharge) applicato per le tratte Intra-Med portandolo sino a 300 euro per Teu (unità equivalente a venti piedi, ndr), oltre a non fare più sconti e tariffe “named account”. Ragionevolmente sarà seguita da altre compagnie, creando una tendenza a un ulteriore rialzo» aggiunge Carlo Montaperto, Corporate and Business Development Manager di Boriani (a destra nell'immagine).

I costi elevati, e la scarsità di container, stanno spingendo l’acciaio a ripiegare sul trasporto in stiva. Per esempio, spiega Calascibetta, «molti traffici di acciaio inox che in precedenza arrivavano in contenitori oggi stanno arrivando in bulk, che con un nolo più basso rispetta comunque dei transit time ancora buoni: parliamo di 35-40 giorni dal Far East al Tirreno con contenitori, contro una nave convenzionale che, salvo ulteriori porti in rotta, arriva in 20 giorni dall’India e in 35-45 dall’Asia». Il nodo, però, sono proprio i possibili scali intermedi. 

Insomma, «è ancora più impegnativo e complesso fare il nostro lavoro in questo momento». Ecco perché Boriani si è posta l’obiettivo di potenziare e ampliare il proprio network internazionale, perché sia «sempre più forte e allineato alle nostre procedure». Le attività di Boriani in Italia sono consolidate e capillari: l’agenzia è presente, direttamente o con uffici partner, in tutti i principali porti (anche al Sud, con Napoli, Salerno e Bari «dove abbiamo sempre investito, a differenza di altri operatori») e a Capo d’Istria, porta d’ingresso dell’Europa centrale.

All’estero si vuole crescere ancora. «Siamo già molto ben avviati con la Turchia: offriamo la containerizzazione anche per coils e lamiere, dando la possibilità all’importatore ed esportatore italiano di andare oltre il FOB e di controllare sempre di più la catena logistica, che è un valore aggiunto. Possiamo arrivare a offrire lo svuotamento anche in certi Paesi esteri, controllandolo grazie al nostro network. Siamo presenti nel Far East in India, Pakistan, Vietnam, Indonesia, Thailandia e Cina. Di recente abbiamo avviato una collaborazione con un grosso gruppo egiziano. Siamo rappresentati in Libano e Siria. La prospettiva è di continuare su questa direttrice» assicura Montaperto, puntando poi con sempre maggiore decisione all’offerta di servizi di trasporto marittimo e terrestre che grazie all’utilizzo di carburanti a basse emissioni offrano al comparto siderurgico una logistica decarbonizzata

Ma l’obiettivo è di consolidare ulteriormente la propria posizione anche in Italia. «Un progetto che intendiamo implementare è quello del nostro magazzino per ferroleghe al porto di Venezia – annuncia il Sales Commercial and Operation Supervisor Calascibetta -, per portare il prodotto finale alle acciaierie e fonderie di tutto il Nord Italia. Siamo in grado di offrire la vagliatura delle ferroleghe che arrivano in pezzatura e la suddivisione del materiale in box a seconda delle qualità e del grado di nickel o silicio. Sulla base del destinatario della merce predisponiamo il carico, che può essere sfuso in vasca ribaltabile laterale o posteriore o in sacconi a peso variabile confezionati con un nostro impianto». Un mercato che in Italia movimenta circa 600mila tonnellate l’anno, una parte delle quali passa per Boriani. «Disponiamo di un’area nella zona portuale, lontana dal centro abitato – specifica -: per questo non abbiamo problemi dovuti alle polveri».

Inoltre, se la parte del leone nelle operazioni siderurgiche di Boriani la fanno sempre e comunque i coils, «negli ultimi due anni ci siamo rafforzati nel mercato dei tubi, offrendo un magazzino a Venezia di 10mila metri quadrati che può stoccare tubi al coperto. Da Savona a Trieste – assicura Calascibetta - siamo quasi l’unico operatore a offrire questo servizio, tant’è che lavoriamo con i principali tubisti nazionali». 

Novità che Boriani porterà a ottobre a Made in Steel, la principale Conference & Exhibition del Sud Europa dedicata alla filiera dell’acciaio, che si terrà dal 5 al 7 a fieramilano Rho. «Dopo due anni senza poter vedere gran parte dei clienti, l’evento può essere una buona opportunità di incontro, di ritrovare tante conoscenze. Che sono equivalenti a opportunità di business» spiega Calascibetta. «Esporvi dà modo di racchiudere in tre giorni contatti a livello nazionale che possono darci la possibilità di incrementare il nostro business, già abbastanza affermato nel mercato siderurgico e metallurgico italiano. E se è una piazza prevalentemente nazionale, nelle ultime due edizioni ha incrementato le presenze estere, dando quindi anche l’opportunità di incontrare clienti stranieri».


25 giugno 2021

Acciaio green: “Clean Steel Partnership” europea

L’iniziativa parte con un contributo UE di 700 milioni di euro e un impegno privato fino a un miliardo

di Marco Torricelli

1 giugno 2021

Embosal Tube Mills: la capacità sale a 1,5 milioni di tonnellate

Il produttore di tubi strutturali emiratino sarà a Made in Steel 2021 per presentare l’investimento e la nuova gamma

di Elisa Bonomelli

31 maggio 2021

«Con Made in Steel può ripartire la filiera dell’acciaio»

Il video editoriale del presidente Emanuele Morandi sull’atteso evento di ottobre a fieramilano Rho

di Redazione siderweb

21 maggio 2021

AIM per un “Rinascimento” del ciclo siderurgico

Tra gli espositori di Made in Steel anche l’associazione guidata da Federico Mazzolari

di Elisa Bonomelli

15 dicembre 2020

Verso Made in Steel 2021: le voci dei protagonisti

In vista dell'appuntamento con la Conference & Exhibition i futuri espositori si presentano alla community

di Redazione siderweb
Altre News

Lascia un Commento



“Un pensiero ovvio ed una critica sterile godono, purtroppo, della stessa libertà di espressione di molte idee innovative rimaste inascoltate.”

Valter Redolfi

DOSSIER

Dossier

Verso il futuro: acciaio e innovazione

Il viaggio di siderweb per verificare l’impatto delle soluzioni tecnologiche innovative sulle produzioni

ARTICOLI SIMILI

25 giugno 2021

Acciaio green: “Clean Steel Partnership” europea

L’iniziativa parte con un contributo UE di 700 milioni di euro e un impegno privato fino a un miliardo

di Marco Torricelli

1 giugno 2021

Embosal Tube Mills: la capacità sale a 1,5 milioni di tonnellate

Il produttore di tubi strutturali emiratino sarà a Made in Steel 2021 per presentare l’investimento e la nuova gamma

di Elisa Bonomelli

31 maggio 2021

«Con Made in Steel può ripartire la filiera dell’acciaio»

Il video editoriale del presidente Emanuele Morandi sull’atteso evento di ottobre a fieramilano Rho

di Redazione siderweb

21 maggio 2021

AIM per un “Rinascimento” del ciclo siderurgico

Tra gli espositori di Made in Steel anche l’associazione guidata da Federico Mazzolari

di Elisa Bonomelli

15 dicembre 2020

Verso Made in Steel 2021: le voci dei protagonisti

In vista dell'appuntamento con la Conference & Exhibition i futuri espositori si presentano alla community

di Redazione siderweb
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

Speciale Innovazione Robotica

Le tecnologie innovative al servizio dell’acciaio

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

RICREA: Domenico Rinaldini confermato alla guida
A cura di Marco Torricelli

RICREA: Domenico Rinaldini confermato alla guida

Resterà alla presidenza del Consorzio per i prossimi tre anni, come i vice presidenti Athos Azzolini e Lorenzo Pagani

Tecnologie industriali

Laminazione: il ruolo decisivo del forno di riscaldo
A cura di Redazione Siderweb

Laminazione: il ruolo decisivo del forno di riscaldo

Preparare in modo adeguato il prodotto alla fase di trattamento specifico è garanzia di risultati ottimali