Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

Artioli: «Senza capacità umane le competenze tecniche non bastano»

Dura critica alla scuola dell'imprenditrice bresciana nel corso del webinar "Steel Human"

Non solo critiche al sistema, ma anche proposte concrete per ridurre il gap tra l’offerta formativa e l’esigenza delle aziende. Questo il filo conduttore dell’intervista di Francesca Morandi, Content Manager di siderweb, a Paola Artioli, presidente di ASO Next Spa e vicepresidente di Confindustria Brescia con delega all'Education e al Capitale umano.

Intervista che si è articolata orbitando attorno alla “E come Education” ed è stata ospitata dal webinar "Steel Human - Il volto umano dell’acciaio", organizzato da siderweb in collaborazione con Randstad Research.

«Dico in premessa che sarò estremamente realista e “cruda” nel descrivere la realtà con cui ci confrontiamo ogni giorno – ha detto l’imprenditrice -. È innegabile che esista un fortissimo mismatch nel nostro settore, e non solo, nel reperimento delle figure professionali qualificate, in grado di poter dare una vera e propria spinta verso il futuro alle aziende. E questo ha radici profonde. Il nostro Paese non cresce, ma secondo me non è solo a causa dei problemi più dibattuti che vanno dalla burocrazia allo scarso profilo della politica italiana: il vero problema secondo me è legato all’istruzione».

Per la presidente di ASO Next, in particolare, le criticità si concentrano sulle materie scientifiche spesso non appetibili per i giovani, sia a causa di un orientamento limitato, sia a causa delle scarse competenze soprattutto degli insegnanti, che troppo spesso si approcciano alla scuola come scelta professionale di ripiego e non come prima vocazione lavorativa.

«Alla base dell’inizio di allontanamento tra le curve di domanda delle aziende e offerta di nuova forza lavoro credo si possa indicare lo sviluppo della digitalizzazione – aggiunge Artioli-. Il sistema scolastico in Italia non è stato in grado di vedere questo tema come centrale nella preparazione alla formazione, restando invece ancorato all’idea che la scuola debba dare una buona preparazione umanistica, mentre la parte tecnica spetti ad altri. Il risultato è che l’istruzione tecnica è la Cenerentola della formazione italiana».

Un punto particolarmente dolente, che porta spesso le aziende a dover assumere l’unico candidato possibile e non avere la facoltà di scegliere tra una rosa di figure quello che meglio possa integrarsi nell’azienda. E questo va a discapito della competitività delle realtà italiane.

Non solo critiche, ma anche possibili soluzioni. La prima è rappresentata dall’arrivo in Italia degli ITS, Istituti Tecnici Superiori, in cui gli insegnanti sono gli stessi tecnici aziendali. Il modello formativo è preso dalla Germania e l’obiettivo è quello di formare personale ultra specializzato nell’arco di un biennio. «Un ottimo esempio è quello che abbiamo fatto come Confindustria Brescia con ITS Meccatronica, realizzato anche per essere al servizio della community siderurgica».

Un altro modello adottato è quello delle academy aziendali, che possono vedere anche più realtà, addirittura competitor, unirsi sotto un’unica bandiera, come è il caso di Management 4 Steel che riunisce ASO Next, Duferco, Feralpi e Pittini. «L’idea è stata quella di poter mettere a fattor comune esperienze e competenze diverse. Creare un percorso arricchente che favorisca il dialogo anche con altre aziende, potenziando anche l’apprendimento tra pari che aiuta e incrementa la condivisione delle conoscenze».

La domanda finale è stata su cosa un imprenditore cerca in un giovane al momento del colloquio. «Personalmente – conclude la presidente di ASO Next - cerco di valutare il potenziale e il grado di autonomia dei candidati, ma soprattutto li sprono a cercare le proprie inclinazioni non solo tecniche e a svilupparle. L’abilità tecnica è importante, ma se non è unita alle capacità relazionali o empatiche, rischia di restare sterile, e non far crescere personale e azienda. Oggi il nuovo modello di lavoro è in team, il rapporto tra pari di cui dicevo prima: ognuno deve portare un contributo personale alla crescita dell’azienda e deve trovare un ambiente che lo aiuti a farlo».  


Il punto con siderweb

Settimana di transizione per i prezzi dell'acciaio. Gli obiettivi del progetto Steel Human

di Redazione siderweb

L’essere umano deve restare al centro

Le esperienze formative di Danieli e Marcegaglia in "Steel Human", il webinar di oggi di siderweb

di Marco Torricelli

«Management 4 Steel»: al bis l’eccellenza della formazione d’acciaio

Asonext, Duferco, Feralpi e Pittini, rinnovano il progetto dell’Academy siderurgica comune

di Davide Lorenzini

Dalla riorganizzazione del gruppo ASO, nasce ASONEXT

Acciaio e forge in una nuova holding guidata da Paola Artioli

di Davide Lorenzini

Smart Future Academy: Feralpi tra i protagonisti

L’evento si terrà al Brixia Forum di Brescia il prossimo 12 febbraio e l’azienda si confronterà con gli studenti

di Marco Torricelli

Rodacciai Academy: quattro anni di successi

Dopo il progetto di recruiting ormai consolidato, l'azienda lecchese punta sugli studenti con RoadJob 2019

di Davide Lorenzini
Altre News

Lascia un Commento


  • Commento utente

    Hps Steel

    Ha ragione. Tuttavia, anche in siderurgia, i primi ad andare a scuola spesso sono gli stessi imprenditori/titolari, molto refrattari al cambiamento , anche di tipo culturale.


“C’è una crepa in ogni cosa: è da lì che entra la luce”

Leonard Cohen

DOSSIER

Dossier

Futura Expo 2023

Acciaio ancora protagonista di sostenibilità

ARTICOLI SIMILI

Il punto con siderweb

Settimana di transizione per i prezzi dell'acciaio. Gli obiettivi del progetto Steel Human

di Redazione siderweb

L’essere umano deve restare al centro

Le esperienze formative di Danieli e Marcegaglia in "Steel Human", il webinar di oggi di siderweb

di Marco Torricelli

«Management 4 Steel»: al bis l’eccellenza della formazione d’acciaio

Asonext, Duferco, Feralpi e Pittini, rinnovano il progetto dell’Academy siderurgica comune

di Davide Lorenzini

Dalla riorganizzazione del gruppo ASO, nasce ASONEXT

Acciaio e forge in una nuova holding guidata da Paola Artioli

di Davide Lorenzini

Smart Future Academy: Feralpi tra i protagonisti

L’evento si terrà al Brixia Forum di Brescia il prossimo 12 febbraio e l’azienda si confronterà con gli studenti

di Marco Torricelli
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

Acciaio sostenibile 2024

Seconda edizione del report sulla rendicontazione di sostenibilità delle imprese della filiera siderurgica nazionale “corta” (produttori, distributori, centri servizio, commercio rottame e ferroleghe, taglio e lavorazione lamiera).

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

RICREA: sperimentazione sulla frantumazione per migliorare la qualità
A cura di Elisa Bonomelli

RICREA: sperimentazione sulla frantumazione per migliorare la qualità

Il Consorzio sta installando un secondo impianto in Puglia. Si lavora anche per perfezionare la raccolta