Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

Mercato & Dintorni. Le analisi

Generale inversione verso l'alto dei prezzi. La situazione italiana nella scena macroeconomica

lettura-notizia

A fine mese, gli operatori si attendono una crescita del prezzo dei coils a caldo in media di 5,67 euro la tonnellata. Una previsione forse alimentata dai sensibili annunci di aumento in Nord Europa da parte di ArcelorMittal e a cascata in Italia da Marcegaglia. E che è stata formulata dai partecipanti al webinar di siderweb “Mercato & Dintorni”, il secondo appuntamento online dedicato alla congiuntura economica e del mercato dell’acciaio che si è tenuto questa mattina. 

Certo, ora bisognerà verificare se «gli aumenti annunciati troveranno mercato – ha detto Achille Fornasini, Partner & Chief Analyst di siderweb nel corso della sua analisi tecnica dei prezzi di prodotti e materie prime siderurgici -. I prezzi nazionali dei coils a caldo hanno prima perso il 15,5% rispetto al top raggiunto nel primo trimestre dell’anno. Ora la curva sta girando verso l’alto, ma non ha ancora intercettato gli aumenti europei. Mi aspetto una crescita moderata». E si è comunque in un canale declinante iniziato a fine 2018. 

Gli operatori, che si sono espressi sempre rispondendo al sondaggio di siderweb, prevedono poi a fine mese aumenti contenuti dei prezzi di rottame e tondo per cemento armato: rispettivamente +2,34 e +2,50 euro la tonnellata.  Se sulla materia prima elettrosiderurgica «mi attendo stabilità», sul tondo, che ha «guadagnato il 2,9% rispetto ad aprile, prevedo un proseguimento della fase reattiva, ma all’interno di un canale declinante complessivo» ha dichiarato Fornasini. 

A tre cifre è stato, invece, l’aumento dei noli marittimi: +330% rispetto a maggio. «C’è una domanda straordinaria di trasporto per carichi secchi: cereali, ma soprattutto iron ore e coke metallurgico, trainata dalla rotta Australia-Cina – ha spiegato Fornasini -. Non c’è speculazione finanziaria in tutto questo, è un segnale positivo» di ripresa delle attività, seppure in un momento di crisi economica generalizzata. 

Una crisi che l’Italia dovrebbe sfruttare per intervenire su problemi strutturali che da tempo fanno da zavorra alla sua economia, è stata la conclusione dell’intervento di Giovanni Barone, responsabile del Servizio Studi di UBI Banca, che ha presentato un’analisi congiunturale macroeconomica. «In termini di costo del lavoro per unità di prodotto, l’italia ha perso il 20% rispetto alla Germania dal 1999 a oggi, non potendo intervenire sul tasso di cambio – ha spiegato -. Un chiaro svantaggio competitivo». Oltre che sul miglioramento della produttività, sarà necessario – secondo Barone - «migliorare i conti pubblici italiani rispetto all’Eurozona, implementando misure credibili di lungo periodo di ripristino della stabilità, senza ledere il PIL».

Da ultimo, è imperativo «ridurre sia il disavanzo della bilancia energetica nazionale, sia i rischi di lungo termine di potenziali shock sui prezzi delle materie prime energetiche. Nonostante la discesa corsi petroliferi – ha detto Barone – l’Italia ha oltre 2 miliardi di euro al mese di deficit. Nelle situazioni peggiori siamo arrivati a un deficit di 6 miliardi. Si ripensi la politica energetica per non sottrarre punti di PIL e non far pagare alle aziende un conto troppo caro».

Clicca sull'icona per scaricare le slide di Achille Fornasini undefined

Clicca sull'icona per scaricare le slide di Giovanni Barone undefined


Prezzi siderweb: si rafforza la ripresa dei piani

Lunghi contrastati. Stabilità per il rottame

di Davide Lorenzini

Il punto della settimana

Ex Ilva, analisi del mercato nazionale ed europeo dell'acciaio negli interventi della squadra di siderweb

di Redazione siderweb

Rapullino: «Il periodo più negativo lo abbiamo superato»

Mercato & Dintorni. Per l'ad di Sideralba i recenti aumenti di prezzo dei coils a caldo hanno la base per durare

di Davide Lorenzini

Cuzzolin: «Servono altri strumenti per tutelare i produttori Ue»

Mercato & Dintorni. L'Ad di Pipex commenta le recenti modifiche al sistema di Salvaguarda Ue e al mercato dei tubi ss

di Davide Lorenzini

Prezzi siderweb: scendono i piani

Ancora stabilità per il mercato del rottame

di Stefano Ferrari

Meno minerale, più rottame e DRI

Così i nuovi trend stanno plasmando il mercato delle materie prime. Il webinar di siderweb

di Elisa Bonomelli
Altre News

Lascia un Commento



“Signori si nasce, cretini si muore”

Zazà (dal film, Signori si nasce di Mario Mattòli)

DOSSIER

Dossier

Futura Expo 2023

Acciaio ancora protagonista di sostenibilità

ARTICOLI SIMILI

Prezzi siderweb: si rafforza la ripresa dei piani

Lunghi contrastati. Stabilità per il rottame

di Davide Lorenzini

Il punto della settimana

Ex Ilva, analisi del mercato nazionale ed europeo dell'acciaio negli interventi della squadra di siderweb

di Redazione siderweb

Rapullino: «Il periodo più negativo lo abbiamo superato»

Mercato & Dintorni. Per l'ad di Sideralba i recenti aumenti di prezzo dei coils a caldo hanno la base per durare

di Davide Lorenzini

Cuzzolin: «Servono altri strumenti per tutelare i produttori Ue»

Mercato & Dintorni. L'Ad di Pipex commenta le recenti modifiche al sistema di Salvaguarda Ue e al mercato dei tubi ss

di Davide Lorenzini

Prezzi siderweb: scendono i piani

Ancora stabilità per il mercato del rottame

di Stefano Ferrari
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

Speciale wire & Tube 2024

L'edizione 2024 del wire & Tube raccontata attraverso approfondimenti, immagini e interviste agli operatori raccolte in fiera dalla redazione di siderweb.

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

RICREA: «Superato approccio ideologico della normativa imballaggi Ue»
A cura di Federico Fusca

RICREA: «Superato approccio ideologico della normativa imballaggi Ue»

Una sola richiesta: «Uniformare i sistemi di calcolo delle quantità riciclate per raggiungere i target comuni»