Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

Addio a Giuseppe Bono, per vent'anni ai vertici di Fincantieri

Gozzi (Federacciai): «È stato un capitano di industria di straordinaria visione e tenacia»

lettura-notizia

Si è spento all'età di 78 anni Giuseppe Bono, tra i protagonisti della storia industriale italiana. Dall'aprile del 2022 fino allo stesso mese di quest'anno era stato amministratore delegato di Fincantieri. Prima ancora aveva ricoperto vari ruoli in Finmeccanica a partire dal 1993, tra cui quello di direttore generale dal 1997 al 2000 e quello di amministratore delegato per i due anni successivi.

«La scomparsa di Giuseppe Bono mi addolora profondamente – ha dichiarato il presidente di Federacciai, Antonio Gozzi, nel commentare la scomparsa del manager –. È stato un capitano di industria di straordinaria visione e tenacia che in momenti estremamente difficili ha salvato e rilanciato un patrimonio nazionale come Fincantieri facendola diventare un leader mondiale. Con lui se ne va uno degli esponenti di punta di quel management pubblico capace di altissimi livelli di imprenditorialità. Eravamo legati da una profonda amicizia e da una comune cultura. Ricordo lo sforzo che facemmo insieme per fare sì che il ponte di Genova fosse realizzato in acciaio. Ci mancherà».

Il presidente di Fincantieri Claudio Graziano, insieme all'amministratore delegato Pierroberto Folgiero, ha ricordato la figura di Giuseppe Bono parlando di «un grande condottiero» che ha dato «un contributo fondamentale per il rilancio della navalmeccanica italiana che oggi può vantare indiscusse leadership mondiali».

Messaggi di cordoglio sono arrivati anche dalla politica e dai sindacati. Bono è stato «un grande esempio di manager e capitano d'impresa» per il ministro dello Sviluppo economico Adolfo Urso, mentre il segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra, ne ha elogiato la «competenza, innovazione, qualità delle relazioni sindacali e il grande rispetto per il ruolo dei lavoratori». Ancora, i segretari generali di Fim Cisl (Roberto Benaglia), Fiom Cgil (Michele De Palma) e Uilm Uil (Rocco Palombella), in un comunicato congiunto, hanno affermato che «la rotta tracciata dall'ex ad Giuseppe Bono alla guida di Fincantieri ha consentito non solo di superare difficili momenti di contesto e di mercato ma di porre le basi per una prospettiva di sviluppo e crescita industriale di uno dei più importanti asset strategici del nostro Paese. I risultati che la società sta raggiungendo confermano quel solco su cui il nuovo management ha ulteriormente rafforzato la propria iniziativa».


Lascia un Commento



“Occhio per occhio e il mondo diventa cieco”

Mahatma Gandhi

DOSSIER

Dossier

Futura Expo 2023

Acciaio ancora protagonista di sostenibilità

ARTICOLI SIMILI

12 dicembre 2023

Ex Ilva: pressing dei sindacati sull'uscita di ArcelorMittal

I segretari nazionali tornano a chiedere al Governo un cambio di passo senza tentennamenti

di Gianmario Leone

2 gennaio 2024

Acciaierie d'Italia, sindacati riconvocati a Palazzo Chigi dopo l'8 gennaio

Il Governo ha assicurato ai rappresentanti dei lavoratori il massimo impegno per garantire la continuità produttiva

di Gianmario Leone

20 ottobre 2023

Ex Ilva, Urso: «Non vogliamo rinunciare al siderurgico»

I sindacati: «Non siamo stati convocati». Oggi manifestazione a Roma

di Gianmario Leone

29 marzo 2023

Federmeccanica: serve una politica strutturata a supporto della transizione

Presentato uno studio comparativo sull'industria automotive in Europa

di Stefano Gennari

12 ottobre 2023

Il 26 ottobre torna Bilanci d’Acciaio

Grande attesa per l’edizione 2023, alla tavola rotonda si aggiunge anche il presidente di Assofermet Riccardo Benso

di Redazione siderweb
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

Speciale 2023

Analisi, considerazioni e focus sugli ultimi dodici mesi e aspettative sul 2024

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

RICREA: a Ecomondo con siderweb per parlare di tecnologie green e Cbam
A cura di Stefano Gennari

RICREA: a Ecomondo con siderweb per parlare di tecnologie green e Cbam

Il presidente Rinaldini: «Riciclo degli imballaggi in acciaio oltre l'80%, ecco come consolideremo il risultato»