Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

DOSSIER ArcelorMittal CLN: mercato debole, ma prezzi in aumento

Viganò: incrementi «inderogabili per compensare la crescita dei costi». Made in Steel «un concentrato di relazioni»

Translated by Deepl

Il sistema distributivo è attualmente «sovra stoccato» per via della minore attività registrata nel secondo trimestre e in luglio: in questi mesi la domanda è stata inferiore al normale e gli stock nei magazzini sono quindi più alti del regolare. Ma le prospettive per i prezzi di acquisto dei coils sono necessariamente al rialzo, per tentare di coprire almeno una parte degli aumenti molto rilevanti delle diverse voci di costo variabili (energia, packaging, trasporti…). Aumentare i prezzi malgrado un relativo supporto della domanda è la “scommessa” che la filiera, dalle acciaierie alla distribuzione, si troverà ad affrontare nei prossimi mesi. 

È la fotografia scattata da Cesare Viganò, Managing Director di ArcelorMittal CLN Distribuzione Italia. In un contesto di mercato debole, con «giugno e luglio che sono stati mesi terribili» dal punto di vista della domanda, «il fatto che ArcelorMittal in primis, e poi a distanza di pochi giorni tutti i produttori europei e italiani in un coro unico, abbiano annunciato aumenti – ha spiegato - è significativo del fatto che questi rincari siano ormai una necessità inderogabile. Si cerca così di recuperare almeno una parte dell’aumento dei costi che stanno sempre più emergendo, di portata storicamente eccezionale». 

Gas ed energia, certo, ma anche, ha elencato Viganò, «per la distribuzione, il materiale per il packaging dei coils processati, quindi imballi con legno, carta, reggette. E poi i trasporti. Sommando i soli costi variabili di produzione – ha sottolineato Viganò - gli aumenti in termini di euro a tonnellata rispetto al 2021 sono sostanzialmente raddoppiati. E forse non siamo arrivati ancora ad assorbirli interamente. Ogni mese c’è un quid in più; il rischio forte è una deriva rialzista continua e incontrollabile». 

Sarà questo, secondo il manager, il leitmotiv dell’acciaio almeno fino alla fine dell’anno, salvo «sviluppi inattesi, soprattutto sul fronte russo-ucraino». «Molto dipenderà – ha continuato - dalla volontà europea di affrontare questo tema, un po’ a stralcio, vista la sua eccezionalità, delle regole dell’indebitamento, del deficit di bilancio e voci correlate. Il tema è talmente straordinario dal punto di vista della sofferenza dei conti economici, che, qualsiasi sarà la strada, si dovrà trovare un modo per calmierare gli aumenti dei costi. Si deve intervenire, altrimenti c’è il rischio reale che l’impatto sulla attività dei clienti sia molto penalizzante, con ripercussioni generalizzate». 

In questo scenario difficile, ArcelorMittal CLN Distribuzione Italia ha scelto con convinzione di partecipare come espositore a Made in Steel 2023, che si terrà dal 9 all’11 maggio 2023 a fieramilano Rho. «Una decisione all’insegna della continuità», visto che, come ricordato dal manager, l’azienda partecipa all’evento sin dalle prime edizioni, che si sono tenute alla fiera di Brescia. «Negli anni ho notato certamente più internazionalità, un taglio meno italiano, e un ampliamento ad alcuni settori trasversali “di confine” rispetto agli operatori siderurgici, che man mano hanno visto nell’evento un’occasione di relazione». Proprio le relazioni, secondo Viganò, sono il punto di forza di Made in Steel: «È un evento che serve per relazionarsi, non certo per andare a fare trattative con i clienti o con i fornitori. È proprio l’occasione di concentrare in tre giorni il massimo dei contatti possibili con tutti gli attori della filiera».


24 ottobre 2022

Begni Group: mercato in sensibile crescita

Moretti: «Premiati gli sforzi fatti nel 2021». A Made in Steel si punterà sulla digitalizzazione

di Elisa Bonomelli

14 ottobre 2022

Made in Steel 2023, ecco gli espositori

Verso la Conference & Exhibition internazionale dell’acciaio: le voci, le attese e i progetti della filiera

di Redazione siderweb

30 settembre 2022

siderweb TG: Made in Steel, è già record

Venduto oltre il 70% dello spazio espositivo. Il titolo: GENERATIONS, re-imagining our world

di Elisa Bonomelli

23 settembre 2022

Sideralba vuole crescere ancora nel 2023

L'intervista all'amministratore delegato Luigi Rapullino. Le prospettive verso Made in Steel

di Daniela Affinita

21 settembre 2022

Pipex Italia: 2022 migliore del 2021, nuovi mercati di nicchia

Dalla crisi energetica anche opportunità per i tubi senza saldatura. Novità in vista di Made in Steel 2023

di Elisa Bonomelli

16 settembre 2022

EUR-ACCIAI, crescere all'estero anche grazie a Made in Steel

Ecco gli obiettivi dell'azienda presentati dal vicepresidente Pietro Ricchiuti

di Daniela Affinita

6 settembre 2022

ArcelorMittal Kryvyi Rih a rischio chiusura

Il Ceo Mauro Longobardo: in Ucraina non esiste una siderurgia senza porti. Spedire via camion non è redditizio

di Stefano Gennari

5 settembre 2022

Mercato flash

Domanda, offerta e prezzo dell’acciaio sulla piazza commerciale italiana

di Redazione siderweb

5 settembre 2022

ArcelorMittal: fermo anche un altoforno a Dunkerque

Dopo ArcelorMittal Germany e Asturias, la controllata francese annuncia chiusure

di Stefano Gennari

1 settembre 2022

Andernach & Bleck: domanda cauta ma soddisfacente

Per la prima volta a Made in Steel il produttore tedesco di profili finiti a freddo

di Elisa Bonomelli

29 luglio 2022

Euroflex: investire sul capitale umano per aprire nuovi mercati

Il presidente dell'azienda Mauro Maccauro presenta i target del gruppo in vista di Made in Steel 2023

di Daniela Affinita

27 luglio 2022

CO.MAS si prepara per il 40° di fondazione

L'ad Massimo Carrer annuncia grandi festeggiamenti durante Made in Steel 2023

di Redazione siderweb

20 luglio 2022

Steel Service: cruciali reperibilità e qualità dei materiali

Il distributore di inox di alta qualità sarà presente a Made in Steel 2023

di Daniela Affinita
Altre News

Lascia un Commento



“La vita più è vuota più pesa”

Alphonse Allais

DOSSIER

Dossier

Made in Steel 2023, ecco gli espositori

Verso la Conference & Exhibition internazionale dell’acciaio: le voci, le attese e i progetti della filiera

ARTICOLI SIMILI

24 ottobre 2022

Begni Group: mercato in sensibile crescita

Moretti: «Premiati gli sforzi fatti nel 2021». A Made in Steel si punterà sulla digitalizzazione

di Elisa Bonomelli

14 ottobre 2022

Made in Steel 2023, ecco gli espositori

Verso la Conference & Exhibition internazionale dell’acciaio: le voci, le attese e i progetti della filiera

di Redazione siderweb

30 settembre 2022

siderweb TG: Made in Steel, è già record

Venduto oltre il 70% dello spazio espositivo. Il titolo: GENERATIONS, re-imagining our world

di Elisa Bonomelli

23 settembre 2022

Sideralba vuole crescere ancora nel 2023

L'intervista all'amministratore delegato Luigi Rapullino. Le prospettive verso Made in Steel

di Daniela Affinita

21 settembre 2022

Pipex Italia: 2022 migliore del 2021, nuovi mercati di nicchia

Dalla crisi energetica anche opportunità per i tubi senza saldatura. Novità in vista di Made in Steel 2023

di Elisa Bonomelli
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

Speciale wire & Tube 2022

Torna dopo quattro anni con approfondimenti ed interviste lo speciale wire & Tube di siderweb.

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

RICREA: riparte dalla Sicilia il tour di Capitan Acciaio
A cura di Stefano Gennari

RICREA: riparte dalla Sicilia il tour di Capitan Acciaio

Dal 29 settembre torna l'iniziativa di RICREA per spiegare ai cittadini l'importanza della raccolta differenziata