Siderweb utilizza i cookie per una migliore gestione del sito.
Per ulteriori dettagli e per informazioni si invita a consultare la nostra policy relativa alla privacy e la nostra policy relativa ai cookie. Accedendo al sito acconsenti all'uso dei cookie.
Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

Settimana di stabilizzazione per lo Steel Stock Index

I titoli dell’indice rifiatano dopo il cospicuo aumento degli scorsi mesi

Versione stampabile Translated by AWS

Dopo l’analisi dicembre 2020-12 marzo 2021 che ci ha mostrato enormi variazioni percentuali (principalmente in positivo) sia dei titoli dello Steel Stock Index che dei principali indici finanziari globali, le rilevazioni della settimana, con un range temporale di cinque giorni tra i due valori di chiusura, tornano ad esprimere dati di incidenza ben minore.
La performance settimanale dello Steel Stock Index di siderweb risulta praticamente in pareggio, con un decremento dello 0,06%, delineando così una settimana di assestamento senza grandi stravolgimenti sui mercati finanziari per le principali realtà siderurgiche mondiali. Scende dell'1,22% il SSE Shanghai e aumenta invece dell’1,58% l’Iron&Steel Index (unico in crescita), mentre i restanti quattro indici del paniere calano tra lo 0,03% e lo 0,89%.
Entrando nel dettaglio dell’indice di siderweb, sono poco meno della metà (46%) i titoli componenti il paniere dello Steel Stock Index che mostrano un incremento, contro invece 30 aziende in discesa.

220321

Euro, dollaro e yuan cinese
Dall’analisi delle tre valute principali che compongono più del 50% dei titoli in tabella, emerge che le 16 azioni quotate in dollari statunitensi mostrano un rendimento medio settimanale del -1,10%: infatti nove di questi titoli scendono, mentre solo sette salgono. Da segnalare però, come vedremo in seguito, la presenza di una statunitense nella "flop 3". Migliore il rendimento dei dieci titoli in euro: sette di essi sono in crescita e contribuiscono a portare la media in positivo, anche se appena sopra lo zero (+0,07%). Appartiene però all’euro il titolo con il terzo peggior calo della settimana.
Sul fronte della moneta cinese, invece, la situazione settimanale è controversa: sia la migliore che la peggiore variazione registrate sono rappresentate da aziende quotate in yuan. Il trend generale, però, tende ad un brusco -3,71% con quattro aziende in decremento contro solo due in controtendenza. 

Top & Flop
Tra i 26 titoli i cui valori sono aumentati nel corso della settimana, spicca sicuramente l’unico rendimento positivo in doppia cifra, quello della cinese Fangda Steel, con una crescita settimanale del 12,99% passando dagli 8,71 yuan del lunedì ai 10,01 yuan del venerdì. Il titolo, dopo esser salito gradualmente nei primi quattro giorni della settimana, aveva addirittura toccato un picco di 10,25 yuan nella giornata di giovedì, per poi riassestarsi sul valore finale di 10,01 yuan nell’ultimo giorno della settimana.
Anche per l’azienda brasiliana Companhia Siderurgica Nacional le dinamiche di variazione del rendimento settimanale sono state di graduale aumento fino al giovedì per poi riassestarsi su un livello finale leggermente minore. Il +6,66% è sicuramente frutto dei buoni risultati economici di questo periodo, grazie anche alla spinta ricevuta dopo l’acquisizione di CSN Mineracao, di cui abbiamo parlato nella precedente edizione. Terza miglior performance per la coreana DaeChang Steel Co. Ltd, con un aumento del 6,51%, anche se in termini di valore assoluto perde rilevanza.
Come precedentemente citato, la Cina si prende il palcoscenico non solo tra le migliori performance, ma anche tra le peggiori: con un marcato calo del 22,19% Xinjiang BaYi Iron & Steel Co. Ltd rappresenta la maggior diminuzione settimanale. L’azienda era tra quelle che avevano mantenuto un valore piuttosto stabile da dicembre 2020 al 12 marzo 2021 e questo calo manda dei segnali di allarme. Al secondo posto la statunitense Cleveland Cliffs, che scende del 16,29%. Anch’essa negli ultimi tre mesi aveva fatto registrare un aumento di quasi il 5% che, rapportato ai ritmi di crescita delle altre aziende, era comunque basso. Questo brusco stop arriva dopo che in settimana è stata pubblicata una lettera agli azionisti dove si fa leva sui traguardi che l’azienda ha raggiunto negli ultimi anni ed affermando che nonostante i risultati in calo causa pandemia, la crescita è dietro l’angolo. Infine, cala dell’11,53% Kloeckner, dopo che era risultata sostanzialmente in una situazione stagnante negli ultimi 3 mesi.

220321

Tenaris protagonista
Sotto la lente l’italiana Tenaris, il cui progetto di joint-venture con la russa Severstal per la costruzione di un impianto per tubi saldati in Siberia ha subito una frenata. Come spiegato dall’articolo della redazione di siderweb, il progetto è stato momentaneamente interrotto e verrà rivalutato. Sempre da Tenaris provengono le notizie più interessanti di una settimana di relativa calma che non fa segnalare avvenimenti degni di nota: gli analisti di Barclays, tra cui in particolare Mick Pickup, affermano che la forte crescita che ha caratterizzato l’azienda italiana sui mercati finanziari nel 2021 (+32,16% nella precedente rilevazione dicembre 2020-12 marzo 2021) è destinata a continuare. Infatti, le stime sull’EBITDA prevedono non solo un raddoppio nell’anno finanziario del 2020, ma anche un’ulteriore crescita in doppia cifra per il 2022/23.
Inoltre, sempre più al centro dell’industria siderurgica sono i progetti mirati a ridurre le emissioni di carbonio nella produzione di acciaio. Dopo gli accordi green già citati nella precedente edizione di Danieli e Tenaris, anche ArcelorMittal in settimana ha annunciato il lancio del “Fondo per l’innovazione XCarb”, con il quale il gruppo ha dichiarato di voler investire 100 milioni di dollari l’anno in aziende che sviluppano produzioni sostenibili riducendo le emissioni.


220321


15 marzo 2021

Parte in quarta lo Steel Stock Index nel 2021

Il 93% dei titoli dell’indice fanno registrare una crescita negli ultimi tre mesi

di Alberto Fogazzi

19 gennaio 2021

thyssenkrupp scatta in borsa per la possibile cessione dell'acciaio

Nuovi rumors sulle dismissioni rivitalizzano il titolo del colosso tedesco a Francoforte

di Redazione siderweb

7 gennaio 2021

Borsa d'acciaio, il 2020 anno di decisa crescita

Il Covid non frena le realtà siderurgiche. Ozbal Celik, Kardemir e Fortescue al vertice con aumenti a tre cifre

di Redazione siderweb
Altre News

Lascia un Commento



“Un pensiero ovvio ed una critica sterile godono, purtroppo, della stessa libertà di espressione di molte idee innovative rimaste inascoltate.”

Valter Redolfi

DOSSIER

Dossier

Verso il futuro: acciaio e innovazione

Il viaggio di siderweb per verificare l’impatto delle soluzioni tecnologiche innovative sulle produzioni

ARTICOLI SIMILI

15 marzo 2021

Parte in quarta lo Steel Stock Index nel 2021

Il 93% dei titoli dell’indice fanno registrare una crescita negli ultimi tre mesi

di Alberto Fogazzi

19 gennaio 2021

thyssenkrupp scatta in borsa per la possibile cessione dell'acciaio

Nuovi rumors sulle dismissioni rivitalizzano il titolo del colosso tedesco a Francoforte

di Redazione siderweb

7 gennaio 2021

Borsa d'acciaio, il 2020 anno di decisa crescita

Il Covid non frena le realtà siderurgiche. Ozbal Celik, Kardemir e Fortescue al vertice con aumenti a tre cifre

di Redazione siderweb

22 marzo 2021

Settimana di stabilizzazione per lo Steel Stock Index

I titoli dell’indice rifiatano dopo il cospicuo aumento degli scorsi mesi

di Alberto Fogazzi

19 aprile 2021

Borsa: settimana in ripresa per l’Europa

Continua a viaggiare a ritmi sostenuti l’indice di Siderweb

di Alberto Fogazzi
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

Speciale Materie Prime & Mercato dell'acciaio

La pubblicazione dedicata all’evoluzione congiunturale del 2021

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

Riciclo e ricerca: ancora un successo per Ricrea
A cura di Marco Torricelli

Riciclo e ricerca: ancora un successo per Ricrea

Da “Il Pomodoro. Buono per te, buono per la ricerca” oltre 350mila euro a sostegno dell’oncologia pediatrica

Tecnologie industriali

Laminazione: il ruolo decisivo del forno di riscaldo
A cura di Redazione Siderweb

Laminazione: il ruolo decisivo del forno di riscaldo

Preparare in modo adeguato il prodotto alla fase di trattamento specifico è garanzia di risultati ottimali