Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

Rottame: «Si è ridotto il delta tra lamierini e demolizioni»

A MERCATO & DINTORNI l’intervento di Andrea Beltrame, group purchasing manager di AFV Beltrame

Translated by Deepl

Produzioni e ordini di acciaio sono in calo, mentre i prezzi del rottame ferroso hanno fatto registrare aumenti di recente, principalmente a causa della carenza d’offerta. Aumenti che, secondo Andrea Beltrame, scrap purchasing manager di AFV Beltrame Group, «dovranno essere immediatamente trasferiti sulle quotazioni dei prodotti finiti, pena la perdita della poca marginalità che ci è rimasta». Proprio sul rottame si è concentrato l’intervento del manager durante il webinar MERCATO & DINTORNI di siderweb.

Il prezzo della materia prima per forno elettrico «ha compiuto un grosso balzo la scorsa settimana, dopo sei mesi in cui comunque era rimasto stabile oppure era sceso in maniera più contenuta rispetto a quello del finito», ha rimarcato Beltrame. «Dobbiamo capire se questi aumenti si consolideranno, ma resta il fatto che il prezzo del finito ha raggiunto il livello minimo. È necessaria una forte spinta al rialzo», ha ribadito.

Andrea Beltrame ha attribuito la scarsa disponibilità di rottame a due fattori principali. «Anche in Italia, come in altri Paesi, sta prendendo piede l’export verso la Turchia, che paga bene i rottami di bassa qualità». Allo stesso tempo, «un nuovo impianto in Italia ha iniziato a lavorare questa tipologia di materiale, esercitando un grosso impatto sul mercato». Questo ha fatto sì che il delta tra le quotazioni dei rottami nobili (come i lamierini) e quelle del rottame cosiddetto “pesante” (demolizioni) si riducesse a soli 30 euro la tonnellata rispetto alla consueta differenza di almeno 50-60 euro.

Leggermente diversa la situazione in Francia, Romania e Svizzera, dove il gruppo siderurgico vicentino possiede degli stabilimenti. «Francia e Romania sono dipendenti dall’export di rottame. Hanno un mercato interno, ma ridotto rispetto alle capacità produttive di questi Paesi, dunque il prezzo è tendenzialmente più basso rispetto a quello che si registra in Italia», ha spiegato Beltrame. La Svizzera è invece «un mercato particolare, in quanto piccolo, chiuso, con barriere logistiche importanti. Risente un po' meno dell’export verso Paesi terzi e più dai consumi dei mercati adiacenti (Germania, Italia)».

La carenza di rottame, secondo il responsabile acquisti di AFV Beltrame, non potrà che aggravarsi nei prossimi anni, a causa della spinta alla decarbonizzazione, con il passaggio dal processo d’altoforno a quello del forno elettrico. Da qui la necessità che i produttori siderurgici europei competano ad armi pari con i loro omologhi stranieri. «Chiunque importi rottame dall’Ue dovrebbe rispettare le stesse norme relative a salute, sicurezza, sociale ecc. che rispettiamo noi produttori siderurgici europei – ha affermato Beltrame –. Diversamente, il rischio è che esportiamo rottame proveniente da cicli certificati, green e con impatto ambientale conosciuto verso Paesi dove lo stesso impatto non è noto e dove la materia prima serve a realizzare prodotti che poi raggiungono l’Europa».

 


Rottame

BIR: consumo mondiale di rottame in calo del 12% nel 2023

Attualmente «le difficili condizioni di approvvigionamento per molti riciclatori non si riflettono appieno nei prezzi»

di Stefano Gennari

Webinar

Materie prime: prezzi più alti rispetto alle attese

L’analisi di Norsa e Ferrari del mercato internazionale e italiano. Continua il trend di rafforzamento del rottame

di Elisa Bonomelli

L'intervista

Eggert (Eurofer): limitare l’export di rottame Ue

«Solo i Paesi che vogliono davvero decarbonizzarsi dovrebbero poterlo ricevere»

di Stefano Gennari

Beltrame: possibile riduzione di produzione in Svizzera

La controllata Stahl Gerlafingen sta valutando la chiusura del laminatoio profili

di Davide Lorenzini

Nuova partnership AFV Beltrame–Edison Next sulla digitalizzazione

Tutti i siti del gruppo utilizzeranno Edison Analytics per ottimizzare la gestione energetica

di Davide Lorenzini
Altre News

Lascia un Commento



“Forse l’azione non porta sempre felicità ma non c’è felicità senza azione”

Benjamin Disraeli

DOSSIER

Dossier

Futura Expo 2023

Acciaio ancora protagonista di sostenibilità

ARTICOLI SIMILI

Rottame

BIR: consumo mondiale di rottame in calo del 12% nel 2023

Attualmente «le difficili condizioni di approvvigionamento per molti riciclatori non si riflettono appieno nei prezzi»

di Stefano Gennari

Webinar

Materie prime: prezzi più alti rispetto alle attese

L’analisi di Norsa e Ferrari del mercato internazionale e italiano. Continua il trend di rafforzamento del rottame

di Elisa Bonomelli

L'intervista

Eggert (Eurofer): limitare l’export di rottame Ue

«Solo i Paesi che vogliono davvero decarbonizzarsi dovrebbero poterlo ricevere»

di Stefano Gennari

Beltrame: possibile riduzione di produzione in Svizzera

La controllata Stahl Gerlafingen sta valutando la chiusura del laminatoio profili

di Davide Lorenzini

Nuova partnership AFV Beltrame–Edison Next sulla digitalizzazione

Tutti i siti del gruppo utilizzeranno Edison Analytics per ottimizzare la gestione energetica

di Davide Lorenzini
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

Acciaio sostenibile 2024

Seconda edizione del report sulla rendicontazione di sostenibilità delle imprese della filiera siderurgica nazionale “corta” (produttori, distributori, centri servizio, commercio rottame e ferroleghe, taglio e lavorazione lamiera).

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

RICREA: sperimentazione sulla frantumazione per migliorare la qualità
A cura di Elisa Bonomelli

RICREA: sperimentazione sulla frantumazione per migliorare la qualità

Il Consorzio sta installando un secondo impianto in Puglia. Si lavora anche per perfezionare la raccolta