Siderweb utilizza i cookie per una migliore gestione del sito.
Per ulteriori dettagli e per informazioni si invita a consultare la nostra policy relativa alla privacy e la nostra policy relativa ai cookie. Accedendo al sito acconsenti all'uso dei cookie.
Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

Banzato: il mercato dei certificati CO2 va riformato

«Troppa finanza, il sistema attuale brucia risorse per gli investimenti». Acciaierie Venete punta su rinnovabili e PPA

Translated by Deepl

scarica PDF

Energia e mercato, sono stati questi due elementi i binari principali lungo cui si è mossa l’intervista del presidente di Federacciai Alessandro Banzato, ospite del primo appuntamento di Mercato & Dintorni del 2022.

Il nuovo anno secondo Banzato conserva molti elementi di positività ereditati anche da un 2021 che, tranne alcune eccezioni, è stato per molti operatori straordinario. Nonostante la positività resta un «cigno nero» che non permette di poter sciogliere le briglie alla crescita.  

Tornando al tema energia il presidente di Federacciai ha anticipato nel webinar di siderweb alcuni punti che toccherà nell’incontro di domani 19 gennaio fissato con il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti.

«Mi permetto di dire che forse questo tavolo arriva oggettivamente un po' in ritardo, viste le oscillazioni di prezzo che abbiamo dovuto affrontare a dicembre. Oscillazioni che in certi casi hanno pesato anche sulla gestione degli impianti, non solo siderurgici ma di tutti gli energivori. Restiamo comunque grati di questa convocazione, anche se mi auspico che al tavolo ci possa essere anche il ministro Cingolani, il titolare dell’esecutivo in materia di politiche energetiche. Le nostre richieste per il vertice sono di fatto allineate a quelle di Confindustria e delle altre associazioni di energivori, vale a dire una ripresa delle estrazioni di gas dai giacimenti italiani e della diffusione del gas naturale a un prezzo calmierato. Sul fronte europeo speriamo che il governo italiano diventi un interlocutore nelle istituzioni comunitarie in materia di politiche energetiche comuni. Il rischio è quello che l’Europa faccia la fine del vaso di coccio tra vasi di ferro».

Anche per il presidente di Federacciai sarebbe opportuno valutare una riforma nel modello attuale di formazione del prezzo energetico per renderlo più aderente alle dinamiche reali di mercato.

«L’ho già detto in precedenti occasioni, sarebbe interessante poter introdurre anche in Italia dei provvedimenti simili a quello francese. I nostri cugini per le imprese energivore hanno infatti fissato che il 60% del consumo di gas possa avvenire a un prezzo contingentato, calcolato e indicizzato ai costi di produzione del nucleare transalpino. In Italia si potrebbe provare a fare la stessa cosa con un’indicizzazione all’idroelettrico. Ma anche in questo caso l’ultima parola spetta al governo».

Particolarmente duro il passaggio di Banzato sul tema dei certificati CO2: «Il mercato della CO2 ha visto una crescita eccessiva della parte finanziaria negli anni. È ormai un mercato che non funziona così com’è, pertanto deve essere riagganciato agli andamenti “reali”. Altrimenti tutte le risorse rischiano di essere assorbite dai certificati e non restano i fondi per gli investimenti nell’abbattimento delle emissioni».

Alla luce dei numeri sui contagi in calo, il presidente di Federacciai definisce al momento un problema minore rispetto al passato la diffusione del Covid-19, anche se una leggera ripercussione sull’organizzazione dei turni si fa sentire.

Passando al mercato in senso più stretto, per il presidente dei siderurgici «sul fronte dei prezzi riteniamo che possano stabilizzarsi su quotazioni in linea con punti di equilibrio dati da ordini e andamento della produzione. Per cui mi aspetto prezzi stabili su livelli elevati almeno per le prossime settimane. Nonostante l’apertura verso l’Ue degli USA, come Federacciai riteniamo che la salvaguardia non debba essere eliminata, perché non risultano elementi evidenti che suggeriscano questa necessità».

Per Banzato, domanda stabile nel corso dell’anno grazie al recupero delle costruzioni, spinte dal PNRR e dall’auto che superati i limiti delle forniture di microchip vorrà recuperare il terreno perso nel 2021. L’intervista si è chiusa sui possibili investimenti di Acciaierie Venete, che per ammissione dello stesso Banzato si concentreranno sulle energie rinnovabili sia con investimenti diretto sia tramite PPA: «Stiamo pensando a entrambi» ha concluso.


9 maggio 2022

Acciaierie Venete: bonus ai dipendenti

Nella busta paga di maggio contributo “una tantum” da 700 euro

di Davide Lorenzini

18 marzo 2022

Finanza sostenibile, uno studio di Assolombarda

Il presidente Alessandro Spada: «Creare un ecosistema che possa permetterci di traguardare la crisi»

di Marco Torricelli

11 febbraio 2022

Feralpi e Canossa Campus puntano sulle studentesse

Un progetto di orientamento per dotarle di quelle conoscenze e competenze STEM oggi indispensabili

di Marco Torricelli

18 gennaio 2022

Webinar “Mercato & Dintorni”: «L’inflazione calerà»

Achille Fornasini: «I prezzi dei coils vanno verso un assestamento. Mentre il rottame tornerà a salire»

di Marco Torricelli

18 gennaio 2022

Acciaio: 2022 promettente, ma con quattro incognite

Le previsioni macro per l’economia e l’acciaio nella presentazione di Ferrari (siderweb)

di Redazione siderweb

18 gennaio 2022

Minerale e coke in rialzo, coils e piani in declino

Rottame B.S. in ripresa. Lunghi, gas ed energia risalgono. Lamiere inox ai massimi. Il dollaro debole rilancia il nickel

di Achille Fornasini

18 gennaio 2022

PANorami”: La speculazione “scalda” le bollette

Non ci sono solo problemi oggettivi dietro i rincari della tariffe che mettono in difficoltà le imprese

di Massimiliano Panarari
Altre News

Lascia un Commento



“Non si può mai pianificare il futuro pensando al passato”

Edmund Burke

DOSSIER

Dossier

Acciaio, allarme rosso per la cybersecurity

Un viaggio di siderweb per verificare l’impatto degli attacchi informatici sulla filiera siderurgica

ARTICOLI SIMILI

9 maggio 2022

Acciaierie Venete: bonus ai dipendenti

Nella busta paga di maggio contributo “una tantum” da 700 euro

di Davide Lorenzini

18 marzo 2022

Finanza sostenibile, uno studio di Assolombarda

Il presidente Alessandro Spada: «Creare un ecosistema che possa permetterci di traguardare la crisi»

di Marco Torricelli

11 febbraio 2022

Feralpi e Canossa Campus puntano sulle studentesse

Un progetto di orientamento per dotarle di quelle conoscenze e competenze STEM oggi indispensabili

di Marco Torricelli

18 gennaio 2022

Webinar “Mercato & Dintorni”: «L’inflazione calerà»

Achille Fornasini: «I prezzi dei coils vanno verso un assestamento. Mentre il rottame tornerà a salire»

di Marco Torricelli

18 gennaio 2022

Acciaio: 2022 promettente, ma con quattro incognite

Le previsioni macro per l’economia e l’acciaio nella presentazione di Ferrari (siderweb)

di Redazione siderweb
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

Speciale crisi Ucraina

Un prontuario di dati ma non solo. Uno strumento per leggere quanto accaduto nelle scorse settimane con una visione d’insieme capace di aiutarci a cogliere direzioni e trend del nuovo quadro creato dall'invasione dell'Ucraina da parte della Russia.

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

RICREA: torna Capitan Acciaio per promuovere la raccolta differenziata
A cura di Federico Fusca

RICREA: torna Capitan Acciaio per promuovere la raccolta differenziata

Riparte il tour nelle piazze italiane per sensibilizzare sul valore del riciclo dell'acciaio