Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

Liberty Steel Europa: Roland Junck presidente e Ceo

Il manager guiderà il settore del gruppo che comprende anche lo stabilimento della Magona

lettura-notizia

Resistere alla tempesta del Covid-19 e preparare la ripresa. Questi gli obiettivi che Sanjeev Gupta ha affidato al nuovo consiglio di amministrazione del gruppo Liberty Steel, la cui composizione è stata ufficialmente comunicata oggi. La società anglo-indiana si avvarrà, oltre che di manager già appartenenti a GFG Alliance, anche di amministratori esterni non esecutivi in qualità di esperti.

Gupta conserva la presidenza del Cda, affidando a Roland Junck (nella foto di testa), il ruolo di presidente e Ceo ad interim delle aziende britanniche ed europee. Greg Jones, già della divisione InfraBuild, è stato invece nominato Ceo di Liberty Steel Usa, con l’incarico di supervisionare la trasformazione aziendale. Il nuovo Coo del gruppo sarà Arnaud de Weert, precedentemente amministratore delegato di Alvance Alluminium, mentre rimane al suo posto, con l’incarico di Cfo, V Ashok. A supervisionare le attività in Australia e Usa sarà Dak Patel, che conserva anche il ruolo di direttore esecutivo e amministratore delegato di InfraBuild. I due amministratori esperti saranno l’australiano Ray Horsburgh, uomo d’affari e veterano all’industria siderurgica, e Paul Struijk, specialista del settore minerario.

«Il nuovo consiglio di amministrazione - si afferma in una nota della società - supervisionerà la strategia di investimenti del gruppo, compreso l’obiettivo di Liberty Steel di diventare una società ad emissioni zero entro il 2030. Il focus immediato sarà quello di resistere alla tempesta economica provocata dalla crisi Covid-19 e garantire che il business sia ben preparato per quando arriverà la ripresa».

Sanijeev Gupta, dal canto suo, spiega che «questo è un passo importante in quanto completiamo il consolidamento delle attività siderurgiche di GFG Alliance nel Gruppo Liberty Steel. Sono orgoglioso del gruppo dirigente che abbiamo riunito, che comprende alcuni dei nomi più esperti nel settore mondiale dei metalli. Il focus immediato del consiglio di amministrazione sarà quello di gestire l’impatto del Covid-19 sulle nostre persone, attività e clienti, e garantire che il gruppo sia pronto a recuperare velocemente in futuro».

Roland Junck, che assume l’incarico di guidare il gruppo nel Regno Unito e in Europa, che comprende anche lo stabilimento italiano della Magona, è ritenuto una figura di grande esperienza nell’industria siderurgica. Precedentemente è stato amministratore delegato di ArcelorMittal e presidente di British Steel.

Nel frattempo viene reso noto che il consolidato del Gruppo Liberty Steel verrà costituto a Singapore e avrà una chiusura di esercizio al 31marzo 2020 per garantire che la sua prima serie di consolidati contabili rifletta prestazioni finanziarie normalizzate dalla crisi Covid-19. Baker Tilly International è la società di revisione nominata dal gruppo.


21 luglio 2020

Liberty rilancia la joint venture con Tata Steel

Sanjeev Gupta ribadisce: «Aperti a qualsiasi tipo di associazione per Port Talbot, in Gran Bretagna»

di Marco Torricelli

22 giugno 2020

Liberty Steel punta forte sulla Gran Bretagna

L’obiettivo è portare l’acciaieria di Rotherham a produrre oltre un milione di tonnellate di acciaio all'anno

di Marco Torricelli

18 marzo 2020

Coronavirus: si ferma la Liberty Magona

Contagiato un dipendente di una ditta esterna: lo stabilimento di Piombino ripartirà il 25 marzo

di Giorgio Pasquinucci

24 febbraio 2020

Acciaio Usa: Liberty Steel e i dubbi su Georgetown

Per riportare gli impianti alla piena produzione sono necessari investimenti per 25 milioni di dollari

di Marco Torricelli

19 febbraio 2020

GFG Alliance investe due miliardi in Europa

Cento milioni sono destinati allo stabilimento Liberty Magona di Piombino per le linee per l’acciaio rivestito

di Marco Torricelli
Altre News

Lascia un Commento



“Non cercare di diventare un uomo di successo, ma piuttosto un uomo di valore”

Albert Einstein

DOSSIER

Dossier

Made in Steel 2023, ecco gli espositori

Verso la Conference & Exhibition internazionale dell’acciaio: le voci, le attese e i progetti della filiera

ARTICOLI SIMILI

21 luglio 2020

Liberty rilancia la joint venture con Tata Steel

Sanjeev Gupta ribadisce: «Aperti a qualsiasi tipo di associazione per Port Talbot, in Gran Bretagna»

di Marco Torricelli

22 giugno 2020

Liberty Steel punta forte sulla Gran Bretagna

L’obiettivo è portare l’acciaieria di Rotherham a produrre oltre un milione di tonnellate di acciaio all'anno

di Marco Torricelli

18 marzo 2020

Coronavirus: si ferma la Liberty Magona

Contagiato un dipendente di una ditta esterna: lo stabilimento di Piombino ripartirà il 25 marzo

di Giorgio Pasquinucci

24 febbraio 2020

Acciaio Usa: Liberty Steel e i dubbi su Georgetown

Per riportare gli impianti alla piena produzione sono necessari investimenti per 25 milioni di dollari

di Marco Torricelli

19 febbraio 2020

GFG Alliance investe due miliardi in Europa

Cento milioni sono destinati allo stabilimento Liberty Magona di Piombino per le linee per l’acciaio rivestito

di Marco Torricelli
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

Speciale 2022

Una riflessione sull'anno appena passato per affrontare insieme le sfide del prossimo futuro.

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

RICREA: riparte dalla Sicilia il tour di Capitan Acciaio
A cura di Stefano Gennari

RICREA: riparte dalla Sicilia il tour di Capitan Acciaio

Dal 29 settembre torna l'iniziativa di RICREA per spiegare ai cittadini l'importanza della raccolta differenziata