SIDERWEB - La community dell'acciaio

ForSteel: «L'acciaio quando non è ancora acciaio»

Leonardo Manzaro a Made in Steel: «Fornitori affidabili e qualità certa alla base della nostra crescita»

RHO (Mi) – Quando gli chiedo se ForSteel può essere considerato «l'acciaio quando ancora l'acciaio non c'è», Leonardo Manzaro non ha esitazioni nel replicare, forse con un pizzico di orgoglio, che «è proprio così, perché noi siamo proprio all'inizio della catena da cui poi l'acciaio scaturisce».

Perché ForSteel – che ha sede ad Offiaga (Bs) e che a Made in Steel è presente con lo stand H9 del padiglione 24 – è «specializzata nel trading di ferroleghe e carbone» e «grazie alla disponibilità di un’ampia area adibita allo stoccaggio dei materiali, possiamo soddisfare in tempo reale le richieste dei nostri clienti».

Oggi più che mai, spiega Manzaro, «abbiamo la necessità di poter contare su fornitori affidabili e con i quali siamo soliti stipulare dei contratti - quadro che ci garantisce la certezza di un approvvigionamento certo e a prezzi più o meno stabili. In questo modo siamo relativamente tranquilli di poter garantire ai nostri clienti (importanti acciaieri italiani e stranieri; ndr) le forniture nei tempi concordati».

Quanto alla presenza di ForSteel a Made in Steel, Manzaro parla con franchezza: «Soprattutto si tratta di un'operazione di immagine – spiega – perché sappiamo di non poter contare su dei riscontri immediati. Ma essere presenti ed avere l'opportunità di presentarci su un palcoscenico così qualificato non potevamo perderla».

Soprattutto perché l'azienda «sta consolidando i risultati che, a fronte di investimenti mirati, sono stati raggiunti negli ultimi anni e che, stando ai dati relativi ai primi mesi del 2019, riusciremo a ripetere». ForSteel, infatti, nel corso del 2017 ha superato i 100 milioni di fatturato, «praticamente raddoppiando quello dell'anno precedente» ed ha ulteriormente migliorato la performance nel corso del 2018: «Come le dicevo – conclude Manzaro – nel 2019 siamo sugli stessi livelli e questo ci autorizza ad essere ottimisti».

 

Marco Torricelli

Marco Torricelli