Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

Futura guarda al 2022 e diventa Expo

Dopo il successo della tre giorni "open Talks", gli organizzatori guardano già al prossimo passo

Translated by Deepl

Tre giorni. Venti convegni. Oltre 100 speaker. Più di 600mila spettatori per 1,5 milioni di visualizzazioni.

Per capire quanto il bilancio di Futura Open Talks sia positivo forse potrebbero bastare questi numeri, è però altrettanto vero che i numeri non raccontano tutto.

siderweb ha quindi chiesto a Ludovico Monforte, Project Manager Futura (nell'immagine in basso) di fare un racconto di quanto andato in scena dal 4 al 6 novembre dal punto di vista qualitativo, lungo le direttrici che il presidente della Camera di Commercio bresciana Roberto Saccone aveva descritto poco prima del taglio del nastro.

«Sono stati tre giorni particolarmente intensi – spiega Monforte -. Il primo obiettivo che ci eravamo prefissi era che il marchio Futura diventasse ben riconoscibile sia a livello locale che nazionale e che fosse immediatamente associabile ai concetti di innovazione e sostenibilità. A questo si è aggiunta anche la partecipazione, con addirittura diverse imprese che avrebbero voluto dibattiti più lunghi. Ciò che ha funzionato particolarmente bene in questa prima fase è anche stata la condivisione delle problematiche che ha portato le aziende a sentirsi meno “sole” di fronte alla rivoluzione che stiamo vivendo».

undefined

Una rivoluzione che secondo Monforte ha avuto un’accelerazione quasi ventennale dovuta sia alla crisi pandemica che alla maturazione legata alla manifestazione dei cambiamenti climatici ormai innegabili

«Ci si è accorti che il tempo è scaduto e allo stesso tempo si è maturata la convinzione che l’unica cosa da non fare è quella di restare fermi. Chi ha questa consapevolezza si è già messo in moto per cogliere appieno tutte le opportunità che questa fase di transizione e cambiamento sta creando. Siamo di fronte sì ad una ripartenza, ma che si basa su princìpi ben diversi rispetto al passato. Oggi la sostenibilità è diventata un discriminante sulla base del quale i consumatori e i clienti operano le scelte. E questa tendenza è emersa trasversalmente nei convegni che hanno animato gli Open Talks».

Un ulteriore elemento cardine che il dibattito ha permesso di far emergere è quello legato agli ostacoli burocratici. Ostacoli che potrebbero essere eliminati applicando con buonsenso il quadro normativo vigente, senza aggiungere leggi a quanto già in vigore.

«In questa direzione va la richiesta di stabilità emersa da molte imprese decise a intraprendere in maniera decisa e spedita il percorso della sostenibilità. Imprese che ci prefiguriamo di aiutare con Futura Expo in programma tra maggio e giugno del 2022. I lavori sono già in una fase avanzata ed anche le linee guida sono ben delineate. Da un lato si vuole dare spazio ai frontrunner, agli apripista, che hanno fatto della sostenibilità un caposaldo del proprio modo di fare impresa. Oltre a questa “vetrina” vorremmo affiancare un “laboratorio” di convegni in cui si possano creare contatti utili e un network capace di far crescere l’intero sistema industriale, senza tralasciare le criticità a cui vorremmo si riuscissero a valutare soluzioni comuni. L’idea sarebbe quella di arrivare, al termine, a produrre un documento condiviso con dei princìpi e iniziative misurabili nel tempo, che permettano di avviare un percorso di crescita a cui le imprese possono liberamente aderire, con l’idea che l’intero territorio si metta a remare nella medesima direzione. Vogliamo essere promotori di uno switch mentale che possa tradursi in cambiamenti concreti sia da parte degli imprenditori che della società civile che fa parte delle imprese».


5 maggio 2022

“Futura Expo”: la sostenibilità come occasione di sviluppo

L’evento a ottobre nel polo fieristico di Brescia ospiterà l’assemblea di Confindustria. Prenotato il 70% degli spazi

di Elisa Bonomelli
Altre News

Lascia un Commento



“Ai giorni nostri, la parte peggiore del lavoro è ciò che capita alla gente quando smette di lavorare”

Gilbert Keith Chesterton

DOSSIER

Dossier

Acciaio, allarme rosso per la cybersecurity

Un viaggio di siderweb per verificare l’impatto degli attacchi informatici sulla filiera siderurgica

ARTICOLI SIMILI

5 maggio 2022

“Futura Expo”: la sostenibilità come occasione di sviluppo

L’evento a ottobre nel polo fieristico di Brescia ospiterà l’assemblea di Confindustria. Prenotato il 70% degli spazi

di Elisa Bonomelli

17 novembre 2021

Futura guarda al 2022 e diventa Expo

Dopo il successo della tre giorni "open Talks", gli organizzatori guardano già al prossimo passo

di Davide Lorenzini

29 ottobre 2021

Futura: Brescia guarda all’economia per l’ambiente

Saccone: «Puntiamo a sensibilizzare, informare e supportare le imprese nel percorso verso la sostenibilità»

di Davide Lorenzini

26 novembre 2021

TenarisDalmine: oltre 20 milioni di investimenti

L’operazione permette ora all’azienda lombarda di produrre tubi con diametro superiore ai 18 pollici

di Marco Torricelli

3 novembre 2021

Futura: da domani la tre giorni su economia e ambiente

La ricca giornata inaugurale prevede una tavola rotonda dedicata all’industria metallurgica

di Marco Torricelli
Altre News

MERCATI

Riciclo imballaggi

RICREA: torna Capitan Acciaio per promuovere la raccolta differenziata
A cura di Federico Fusca

RICREA: torna Capitan Acciaio per promuovere la raccolta differenziata

Riparte il tour nelle piazze italiane per sensibilizzare sul valore del riciclo dell'acciaio