Siderweb utilizza i cookie per una migliore gestione del sito.
Per ulteriori dettagli e per informazioni si invita a consultare la nostra policy relativa alla privacy e la nostra policy relativa ai cookie. Accedendo al sito acconsenti all'uso dei cookie.
Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 

Processo ex Ilva: i pm replicano ad ArcelorMittal

Ancora attesa per la replica anche dei Commissari Straordinari. Deposito atteso in serata

Versione stampabile

Si attende ancora il deposito delle repliche dei Commissari ex Ilva alla memoria di ArcelorMittal nell’ambito del contenzioso legale per la rescissione dell’affitto del siderurgico. In mattinata però i pm Stefano Civardi e Mauro Clerici e il Procuratore aggiunto Maurizio Romanelli, titolari dell’inchiesta penale avviata dalla Procura di Milano nei confronti di ArcelorMittal, hanno depositato le proprie controdeduzioni. 

Documenti in cui viene ribadito come secondo i magistrati all'azienda «sfugge il concetto di interesse pubblico», per questo motivo, nel chiedere l’estromissione dei pm dal contenzioso civile con l’ex Ilva «non riesce in concreto a rappresentarsi l’interesse perseguito da questo ufficio né a comprendere la richiesta fatta in sede cautelare. Si ricorda infatti come il recesso dai contratti di affitto (…) arrechi un irreparabile nocumento ad impianti industriali strategici a presidio della cui integrità sono facilmente invocabili anche norme sanzionatorie penali».

Questo uno stralcio della memoria depositata. Per i pm «il ricorso della Procura della Repubblica è pienamente ammissibile e coerente con i doveri dell’Ufficio in quanto nel procedimento ci sono interessi pubblici coinvolti sotto il profilo della tutela dell’ambiente, dell’occupazione, degli impianti strategici per l’economia nazionale».

I giudici sottolineano come la giurisprudenza riconosca «l’utilizzabilità degli elementi di prova assunti nel corso del procedimento penale come prova atipica, con pieno ingresso nel novero degli elementi valutabili dal giudicante nel contenzioso civile».

La «frase presente nella memoria depositata a dicembre da ArcelorMittal nella causa civile con l’ex Ilva per sostenere che la Procura possa versare in un giudizio civile (…) elementi istruttori acquisiti al di fuori di ogni contraddittorio (e di ogni competenza) nonché del controllo del giudice civile è evenienza, a nostra memoria, mai verificatasi in Italia e, per quanto si sappia, in alcuno Stato di diritto - come si legge nella memoria dei pm - è il portato di un artifizio retorico eccessivamente spinto, o denota scarsa memoria».

ARTICOLI CORRELATI

22 gennaio 2020

Ilva: resta in marcia l’Acciaieria 1

La decisione dopo le esplosioni nella notte all’Acciaieria 2: sospesa la cassa integrazione

di Gianmario Leone

22 gennaio 2020

Ex Ilva: impasse esuberi

A rallentare la trattativa per il rilancio del siderurgico sarebbe ancora il nodo occupazionale

di Redazione Siderweb

21 gennaio 2020

Ex Ilva: i commissari durissimi con ArcelorMittal

La memoria presentata in relazione alla richiesta di recesso è diventata un deciso atto di accusa

di Gianmario Leone

21 gennaio 2020

Ex Ilva: il TAR del Lazio sta con ARPA Puglia

Bonifica delle aree inquinate: il Piano ambientale non può derogare dalla disciplina generale

di Gianmario Leone

20 gennaio 2020

Ilva: conto alla rovescia per l'accordo

Intesa da siglare in poco più di 10 giorni o il banco rischia di saltare

di Davide Lorenzini

17 gennaio 2020

Ex Ilva: oggi niente tavolo di confronto

Patuanelli: «Taranto sarà un punto di riferimento per la nuova siderurgia»

di Davide Lorenzini

15 gennaio 2020

Ex Ilva: a febbraio riparte il treno lamiere

Si è tenuto oggi anche l'incontro Commissari-sindacati sulle bonifiche per i lavoratori in As

di Gianmario Leone
Altre News

Lascia un Commento



“Se non cambiasse mai nulla non ci sarebbero le farfalle”

Anonimo

DOSSIER

Dossier

Auto elettrica: quale futuro per l'acciaio

Le strategie dei grandi gruppi siderurgici globali che servono l'automotive nelle analisi dell'Ufficio Studi siderweb

ULTIME NEWS

21 febbraio 2020

Anfia: «Ancora male il mercato degli autocarri»

A gennaio nuovo calo delle immatricolazioni: confermato il trend negativo che ha caratterizzato il 2019

di Marco Torricelli

21 febbraio 2020

Germania: rottame in flessione a febbraio

In deciso ribasso il lamierino -16,4% rispetto a gennaio 2020

di Davide Lorenzini

21 febbraio 2020

Ternium pronta ad investire in Messico

Si vuole acquistare una fabbrica di acciaio al fine di aumentarne la produzione destinata all’automotive

di Marco Torricelli

21 febbraio 2020

AST Terni: assunzioni in arrivo a marzo

Buono l’andamento produttivo del “freddo”, mentre il “caldo” fa registrare nuove fermate degli impianti

di Marco Torricelli
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

Speciale 2019 - dodici mesi d'acciaio

Approfondimenti, analisi, prospettive di mercato, il nodo ex Ilva, interviste e prezzi.

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

Ricrea: torna “Il pomodoro. Buono per te, buono per la ricerca”
A cura di Marco Torricelli

Ricrea: torna “Il pomodoro. Buono per te, buono per la ricerca”

Il consorzio per il riciclo degli imballaggi in acciaio si conferma al fianco della Fondazione Veronesi

Tecnologie industriali

Laminazione: il ruolo decisivo del forno di riscaldo
A cura di Redazione Siderweb

Laminazione: il ruolo decisivo del forno di riscaldo

Preparare in modo adeguato il prodotto alla fase di trattamento specifico è garanzia di risultati ottimali