Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

Forge, l’eredità tecnologica e imprenditoriale di Antonio Vienna

Il fondatore del gruppo GIVA, scomparso lo scorso 12 agosto, ha dato un contributo fondamentale all’industria italiana

«Antonio Vienna è stato il più grande forgiatore, tuttora lo è, e dopo la sua scomparsa sono sicuro che l’opera da lui iniziata avrà continuità». Così Aldo Casari, patron di CMF Matter of Forging, ricorda l’imprenditore scomparso lo scorso 12 agosto. «Ha innovato il settore della forgia – racconta ancora Casari -: è sempre stato in grado di distinguersi. Lo incontrai per la prima volta vent’anni fa, quando venne a trovarmi. Mi disse: “Tu e io possiamo darci del tu. Infatti, siamo gli unici forgiatori e padroni che sanno anche lavorare alla pressa”». 

Non solo Casari in questi giorni ha ricordato lo spessore tecnico e culturale di Vienna, da molti considerato il numero uno del settore, più volte definito con le parole: innovatore, pioniere, leader. Vienna ha creato un grande network di aziende e il suo apporto al settore industriale ha segnato un’epoca. Negli anni Sessanta fondò GIVA (Gruppo Industriale Vienna Antonio), gruppo di cui ha ricoperto la carica di presidente sino agli ultimi giorni di vita. GIVA comprende quindici stabilimenti sul suolo italiano, occupa 1.200 dipendenti in 20 Paesi e conta 1.500 clienti provenienti da tutti gli angoli del mondo. Vienna ha lasciato un’impronta che segnerà il settore della forgia anche negli anni a venire.

Vienna è stato un pioniere, che ha contribuito in maniera determinante allo sviluppo di questo settore in Italia e alla sua espansione su scala europea e mondiale, come dimostrato dall’estensione del gruppo GIVA. È anche grazie all’impronta tracciata dall’imprenditore se oggi la forgia rappresenta un’eccellenza nazionale. L’Italia si contraddistingue per il grande numero di aziende, che operano in settori contraddistinti dall’alta tecnologia come Oil & Gas, energia, il navale, automotive e moltissimi altri. Le dimensioni dei pezzi lavorati variano considerevolmente da un’azienda all’altra a seconda del tipo di applicazione.

La storia italiana della forgia vanta un percorso importante e di lunga durata. Un esempio è rappresentato dalla Vecchiato Officine Meccaniche, attiva nel settore metalmeccanico dal 1977, proprio nella produzione di presse per forgiare e manipolatori. Si tratta di un’azienda affermata nella progettazione, costruzione e revamping di macchinari per l’industria metallurgica.

Tra i più grandi forgiatori nazionali, solo per citare alcuni tra i più rinomati, figurano i nomi di Lucchini, Morandini, Gruppo Cividale. Il comparto italiano della forgia a livello europeo è secondo soltanto alla Germania per numeri, ma si distingue per il fermento dello sviluppo tecnologico, incoraggiato dall’intraprendenza degli imprenditori italiani. Questo ha permesso alle aziende di superare anche i momenti di maggiore difficoltà. 

Rilevante è anche l’esperienza del gruppo Danieli ABS, pervenuto alla realizzazione del rotoforgiato che riesce a coniugare i prodotti laminati con i prodotti forgiati in un unico format di grandi dimensioni. Il team ABS e il Gruppo Danieli hanno progettato l’impianto più grande al mondo per la laminazione di prodotti lunghi: la Gabbia Rf 1800: la Rotoforgia. Un’altra virtuosa iniziativa è quella intrapresa riguarda proprio la CMF Matter of Forging, Casari, che nel settore navale ha recentemente avviato una collaborazione con il Team Luna Rossa, Prada Pirelli.


Lutto d’acciaio

Il 12 agosto è scomparso il fondatore di Giva Group, Antonio Vienna

di Redazione siderweb

Idrogeno per la forgiatura: Italia all’avanguardia

Primo test al mondo realizzato in partnership da: Snam, RINA e Forgiatura A. Vienna del Gruppo GIVA

di Marco Torricelli
Altre News

Lascia un Commento



“Di quante preoccupazioni ci si libera quando si decide non di essere qualcosa bensì qualcuno”

Coco Chanel

DOSSIER

Dossier

Futura Expo 2023

Acciaio ancora protagonista di sostenibilità

ARTICOLI SIMILI

Lutto d’acciaio

Il 12 agosto è scomparso il fondatore di Giva Group, Antonio Vienna

di Redazione siderweb

Idrogeno per la forgiatura: Italia all’avanguardia

Primo test al mondo realizzato in partnership da: Snam, RINA e Forgiatura A. Vienna del Gruppo GIVA

di Marco Torricelli

Forge, l’eredità tecnologica e imprenditoriale di Antonio Vienna

Il fondatore del gruppo GIVA, scomparso lo scorso 12 agosto, ha dato un contributo fondamentale all’industria italiana

di Redazione siderweb

Il convegno "Metal 5.0 - I materiali che cambiano il pianeta"

All'Istituto Tecnico Malignani di Udine i lavori curati da Mill's

di Redazione siderweb

Malignani: la scuola della metallurgia più innovativa

Si racconta Oliviero Barbieri, dirigente del Malignani di Udine, tra le prime scuole italiane per l'innovazione

di Redazione siderweb
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

Speciale Congiuntura 2023

Produzione, commercio, prezzi: le analisi dei dati e dell'andamento dell'acciaio nel 2023 a cura dell'Ufficio Studi siderweb.

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

RICREA: «Superato approccio ideologico della normativa imballaggi Ue»
A cura di Federico Fusca

RICREA: «Superato approccio ideologico della normativa imballaggi Ue»

Una sola richiesta: «Uniformare i sistemi di calcolo delle quantità riciclate per raggiungere i target comuni»