Siderweb utilizza i cookie per una migliore gestione del sito.
Per ulteriori dettagli e per informazioni si invita a consultare la nostra policy relativa alla privacy e la nostra policy relativa ai cookie. Accedendo al sito acconsenti all'uso dei cookie.
Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

Pasqua in crescita per la siderurgia

Segnali di ripresa anche dai mercati finanziari per il mondo dell’acciaio

Versione stampabile Translated by AWS

Settimana di Pasqua in grande crescita per lo Steel Stock Index di Siderweb che doppia le performances di tutti gli altri principali indici azionari globali. Sono ben 42 i titoli del paniere che fanno registrare un aumento nel corso degli ultimi sette giorni, uno (Rio Tinto) è in perfetto pareggio, mentre solamente meno di un quarto delle aziende perde terreno.
Come possiamo vedere dal grafico, è stata una settimana al rialzo per tutti e sette gli indici. Il DJ fa registrare la crescita più contenuta, vicino ad una situazione di pareggio al +0,05%, mentre l’Eurostoxx sale dell’1,62%. FTSE MIB, NYSE e SSE Shanghai mostrano aumenti compresi nel range dei due valori appena menzionati, così come l’Iron&Steel Index che dopo l’exploit della settimana scorsa mantiene sì un andamento positivo, ma con quasi nove punti percentuali in meno. Il +4,03% dello Steel Stock Index rappresenta la crescita più marcata e riflette la positività dei mercati finanziari verso il settore siderurgico.

060421

Euro, dollaro e yuan cinese
Continua la sua avanzata il dollaro americano che, nonostante si attesti su livelli storicamente bassi, in settimana ha mantenuto uguale il valore di cambio con lo yuan e si è apprezzato nei confronti dell’euro. Tra le sedici aziende quotate in dollari americani, ben quattordici mostrano una crescita e le prime due (uniche in doppia cifra) occupano i primi posti della «top3». Da notare comunque che le due compagnie in calo registrano decrementi che non superano l’1%. Il rendimento medio di queste aziende è molto simile all’indice di Siderweb: +3,81%.
Molto bene anche i dieci titoli quotati in euro, sebbene la valuta in settimana si sia deprezzata nei confronti sia del dollaro che dello yuan cinese. Nonostante nessuna di queste aziende raggiunga i migliori tre risultati settimanali, la media di crescita tocca il 2,65%, leggermente in discesa rispetto all’ultima rilevazione, ma comunque molto positiva. Sono infatti ben nove su dieci i titoli che aumentano il loro rendimento, mentre l’unico in calo si posiziona al secondo posto nella «flop3».
Decisamente migliore, invece, il rendimento dei titoli quotati in valuta cinese: se nella scorsa rilevazione erano calati mediamente dell’8,75%, oggi crescono del 2,63%. Solo due compagnie su sei scendono, contro quattro in salita, di cui una (con un tasso di crescita in doppia cifra), entra nella classifica dei migliori tre risultati settimanali.

Top & Flop
La «top3» nella settimana di Pasqua parla americano e cinese. In prima posizione Cleveland Cliffs (+15,86% rispetto alla scorsa rilevazione), in crescita per la seconda settimana consecutiva dopo che il 31 marzo sono state pubblicate le previsioni per il primo quadrimestre dove le stime dell’EBITDA hanno superato anche le più rosee prospettive delineate dagli analisti. Seconda posizione per il gruppo indiano ma quotato in dollari americani JSW Steel Limited che registra un +12,73%. L’andamento del titolo, che la scorsa settimana era risultato in pareggio, si è attestato sui valori consueti fino alla giornata di giovedì, per poi essere acquistato in quantità massiva e subire un aumento percentuale in doppia cifra nell’ultimo giorno della settimana. Infine, tornano a farsi vedere le cinesi con il terzo aumento in doppia cifra della settimana rappresentato dal +11,92% di Hunan Valin, dopo essere stata tra le peggiori nell’ultima rilevazione. L’andamento del titolo è stato molto altalenante nelle ultime settimane e, nonostante la siderurgia cinese stia guidando il settore a livello mondiale, le stime degli analisti per questa compagnia sono al ribasso per il futuro prossimo.
A farla da padrone nelle «flop3» è invece il Giappone. I nipponici rappresentano una minima parte del paniere con tre titoli, i quali però in settimana hanno mostrato tutti una discesa, guadagnandosi due indesiderate posizioni nella classifica dei peggiori andamenti. Non sono infatti tempi facili per il settore siderurgico giapponese che, oltre alla pandemia ed al suo forte impatto sui consumi domestici, non sembra al passo con l’obiettivo dichiarato di portare le emissioni inquinanti a zero entro il 2050 e le esportazioni ne stanno risentendo. Tornando alla nostra classifica, -4,95% per Nippon Steel che, sebbene migliori il risultato rispetto al calo dell’ultima rilevazione, si piazza al primo posto come peggior rendimento settimanale. L’altra giapponese, JFE Steel Corporation, segue le stesse dinamiche, riducendo la percentuale di discesa, ma non abbastanza per evitare la «flop3». La seconda posizione è occupata dalla francese Vallourec (-4,50%), l’unica delle tre in controtendenza rispetto alla scorsa settimana.

060421

Chi beneficerà e chi sarà penalizzato dall’aumento generale dei prezzi?
Dai dati del Global Steel Monthly report dell’Equity Research Europe di Credit Suisse è emerso come la produzione mondiale di acciaio sia cresciuta nei primi due mesi del 2021, grazie alle performances della Cina. Il trend di ripresa della domanda probabilmente proseguirà in tutto il primo semestre del 2021, dove USA ed Europa inseguiranno i ritmi di crescita cinesi. In Cina sono però da segnalare le sanzioni imposte a marzo dal governo di Pechino a 23 acciaierie di Tangshan che non sono riuscite a rimediare alle misure di controllo dell’inquinamento atmosferico. L’area rappresenta il 9% della produzione siderurgica cinese, ma la riduzione prospettata è quella di un 2% sulla produzione di ghisa che il colosso asiatico potrà facilmente compensare in altri stabilimenti.
Sempre secondo gli analisti di Credit Suisse, sui mercati finanziari beneficeranno dagli alti prezzi dell’acciaio quelle aziende con una buona «capacità di integrazione di materie prime» come la brasiliana Companhia Siderurgica Nacional e la statunitense Steel Dynamics. Al contrario, c’è diffidenza nei confronti dei titoli delle società europee, dove i tassi di utilizzo degli impianti sono ancora al di sotto dei livelli consueti. In particolare, al ribasso le stime degli analisti anche per la messicana Ternium; per un mercato come quello messicano, infatti, è prevedibile che l’aumento dei prezzi dell’acciaio possa abbattere la domanda ed influire così negativamente sui consumi interni.

060421


12 aprile 2021

Europa e USA vacillano, la Cina guida la ripresa

Numerosi cali nell’Occidente, ma l’Asia porta lo Steel Stock Index ad un +4,01%

di Alberto Fogazzi

29 marzo 2021

L'andamento dei principali titoli siderurgici quotati nelle borse mondiali.

L’aumento è trainato dalle performance dei titoli statunitensi; male la Cina

di Alberto Fogazzi

19 gennaio 2021

thyssenkrupp scatta in borsa per la possibile cessione dell'acciaio

Nuovi rumors sulle dismissioni rivitalizzano il titolo del colosso tedesco a Francoforte

di Redazione siderweb

7 gennaio 2021

Borsa d'acciaio, il 2020 anno di decisa crescita

Il Covid non frena le realtà siderurgiche. Ozbal Celik, Kardemir e Fortescue al vertice con aumenti a tre cifre

di Redazione siderweb
Altre News

Lascia un Commento



“Un pensiero ovvio ed una critica sterile godono, purtroppo, della stessa libertà di espressione di molte idee innovative rimaste inascoltate.”

Valter Redolfi

DOSSIER

Dossier

Verso il futuro: acciaio e innovazione

Il viaggio di siderweb per verificare l’impatto delle soluzioni tecnologiche innovative sulle produzioni

ARTICOLI SIMILI

12 aprile 2021

Europa e USA vacillano, la Cina guida la ripresa

Numerosi cali nell’Occidente, ma l’Asia porta lo Steel Stock Index ad un +4,01%

di Alberto Fogazzi

29 marzo 2021

L'andamento dei principali titoli siderurgici quotati nelle borse mondiali.

L’aumento è trainato dalle performance dei titoli statunitensi; male la Cina

di Alberto Fogazzi

19 gennaio 2021

thyssenkrupp scatta in borsa per la possibile cessione dell'acciaio

Nuovi rumors sulle dismissioni rivitalizzano il titolo del colosso tedesco a Francoforte

di Redazione siderweb

7 gennaio 2021

Borsa d'acciaio, il 2020 anno di decisa crescita

Il Covid non frena le realtà siderurgiche. Ozbal Celik, Kardemir e Fortescue al vertice con aumenti a tre cifre

di Redazione siderweb

6 aprile 2021

Pasqua in crescita per la siderurgia

Segnali di ripresa anche dai mercati finanziari per il mondo dell’acciaio

di Alberto Fogazzi
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

Speciale Materie Prime & Mercato dell'acciaio

La pubblicazione dedicata all’evoluzione congiunturale del 2021

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

Riciclo e ricerca: ancora un successo per Ricrea
A cura di Marco Torricelli

Riciclo e ricerca: ancora un successo per Ricrea

Da “Il Pomodoro. Buono per te, buono per la ricerca” oltre 350mila euro a sostegno dell’oncologia pediatrica

Tecnologie industriali

Laminazione: il ruolo decisivo del forno di riscaldo
A cura di Redazione Siderweb

Laminazione: il ruolo decisivo del forno di riscaldo

Preparare in modo adeguato il prodotto alla fase di trattamento specifico è garanzia di risultati ottimali