Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

Gozzi confermato presidente di Federacciai fino al 2026

Il Consiglio generale dell'associazione ha rinnovato la fiducia alla squadra direttiva per il nuovo biennio

Translated by Deepl

lettura-notizia

«Sono riconoscente ai siderurgici italiani per questa nuova manifestazione di fiducia. Ci attendono sfide importanti, e il futuro del nostro settore in Italia dipenderà dalla nostra capacità di innovare e migliorare la sostenibilità». Queste le parole con cui Antonio Gozzi ha accolto la conferma alla presidenza di Federacciai per il biennio 2024-2026.

L’elezione, avvenuta oggi durante l'Assemblea della Federazione tenutasi a Milano in forma privata, conferma la designazione ricevuta dal Consiglio generale dell’associazione lo scorso maggio e, di conseguenza, la prosecuzione del mandato assunto due anni fa. In ottica di continuità e nel contesto di una situazione italiana e internazionale particolarmente delicata, l’Assemblea di Federacciai ha ritenuto opportuno dare massima fiducia alla medesima squadra che ha lavorato in modo coeso e collaborativo in questi ultimi anni al fianco del presidente.

«La siderurgia italiana – ha proseguito Gozzi – è un settore manifatturiero ad altissima qualità ed efficienza, che ha raggiunto un livello di decarbonizzazione senza pari nel mondo. L’impegno della squadra di Federacciai sarà quello di migliorare questo primato, portando la siderurgia italiana ad essere campione mondiale di acciaio green. Il nostro impegno si concentrerà anche a livello europeo, dove è evidente un problema di tutela del mercato. Consideriamo di fondamentale importanza, anche alla luce delle recenti elezioni europee, rimettere al centro dell’agenda europea l’industria, e quella dell’acciaio è una delle più strategiche. Federacciai continuerà a collaborare con le istituzioni italiane ed europee per garantire la competitività e la crescita sostenibile del settore».

Ad affiancare Gozzi ci saranno Antonio Beltrame, Mario Caldonazzo, Michele Della Briotta, Giuseppe Lucchini, Federico Pittini e Claudio Riva in qualità di vicepresidenti. Completano la squadra i vicepresidenti Giuseppe Pasini, Antonio Marcegaglia e Michele Amenduni Gresele, quali presidenti delle Associazioni di comparto, e il past president Alessandro Banzato.


Ex Ilva

Acciaio e ghisa alle prese con il problema dell'energia

Federacciai e Assofond denunciano le difficoltà causate dalle differenze di prezzo con i competitor in Ue

di Davide Lorenzini
Altre News

Lascia un Commento



“Come donna non ho paese. Come donna non voglio nessun paese. Come donna, il mio paese è il mondo intero”

Virginia Woolf

DOSSIER

Dossier

Futura Expo 2023

Acciaio ancora protagonista di sostenibilità

ARTICOLI SIMILI

Ex Ilva

Acciaio e ghisa alle prese con il problema dell'energia

Federacciai e Assofond denunciano le difficoltà causate dalle differenze di prezzo con i competitor in Ue

di Davide Lorenzini

Nomine

Gozzi confermato presidente di Federacciai fino al 2026

Il Consiglio generale dell'associazione ha rinnovato la fiducia alla squadra direttiva per il nuovo biennio

di Davide Lorenzini

Incontri istituzionali

Incontro tra Federacciai e il ministro Urso

Tra i temi affrontati, gli alti costi dell'energia e la carenza di rottame

di Stefano Gennari

Confermato il rialzo dei tassi dalla Bce

Critico il presidente di Federacciai Gozzi: «Rialzi utili solo se l'inflazione è da domanda. Così si frena la crescita»

di Redazione siderweb

Lutto

Acciaio italiano in lutto

I ricordi di Gianpietro Benedetti arrivati da istituzioni, associazioni, imprenditori

di Davide Lorenzini
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

Acciaio verde, un mercato tutto da costruire

Cosa si intende per acciaio verde? Quali mercati lo stanno utilizzando, e quali potrebbero farlo a breve? I consumatori sono disposti a pagare un “extra” per i prodotti sostenibili?

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

RICREA: sperimentazione sulla frantumazione per migliorare la qualità
A cura di Elisa Bonomelli

RICREA: sperimentazione sulla frantumazione per migliorare la qualità

Il Consorzio sta installando un secondo impianto in Puglia. Si lavora anche per perfezionare la raccolta