Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

Eusider: superati gli ottimi risultati del 2021

Eufrasio Anghileri: «Nel 2022 raggiunti gli 1,2 miliardi di fatturato e un Ebitda del 10,6%»

Translated by Deepl

RHO (Mi) - Bilancio oltre le aspettative e prospettive di sviluppo industriale sempre crescenti. Non nasconde l’entusiasmo per un periodo di sviluppo particolarmente positivo il Ceo di Eusider Group, Eufrasio Anghileri, intervistato a Made in Steel 2023.

Può anticiparci qualche numero dei risultati del 2022?

Il bilancio 2022 per Eusider è stato particolarmente positivo, persino migliore di quello già più che buono del 2021. Mi sento di poter dire, quindi, che per il 2022 non possiamo che essere soddisfatti. In dettaglio, abbiamo raggiunto un fatturato di 1,2 miliardi di euro con un Ebitda del 10,6%. La quota di export è salita al 35% e il rapporto posizione finanziaria netta/Ebitda è stato di 1,5. Un indice importante, dal momento che convenzionalmente un rapporto intorno a 3 è ritenuto virtuoso. Anche il nostro team si è ampliato, raggiungendo i 700 collaboratori. Stiamo anche valutando ulteriori possibili opportunità di crescita, guardando con particolare attenzione al mondo delle prelavorazioni. Abbiamo deciso di abbandonare completamente il trading puro, per avvicinarci sempre più a soddisfare le esigenze del consumatore finale; in questo modo possiamo impostare una strategia maggiormente industriale.

Sia il 2021 che il 2022 sono stati anni positivi per l’industria siderurgica. Come si è presentato il primo quadrimestre 2023, dal vostro punto di vista?

Devo confessare che intorno a ottobre avevo ecceduto in pessimismo. Temevo che dal primo gennaio del nuovo anno avremmo assistito a un rallentamento generalizzato; invece posso affermare che abbiamo chiuso il primo trimestre 2023 con risultati assolutamente positivi e in linea con i numeri del 2022. E va sottolineato che i primi tre mesi dello scorso anno erano stati molto buoni. Aprile, invece, con la complicità delle tante festività e dei ponti, si è presentato come un mese più “stanco”. Ora stiamo assistendo a una fase di riduzione dei prezzi, con la consapevolezza che in siderurgia quando i prezzi scendono si innesca particolare attendismo, con gli acquisti che vengono ritardati il più possibile nel tentativo di spuntare il prezzo migliore. Devo però dire che i risultati dei primi tre mesi dell’anno ci permettono di guardare a questo rallentamento con una tranquillità maggiore.

Quali sono le criticità da superare nei prossimi mesi?

La prima criticità che mi viene in mente è l’estrema difficoltà che stiamo incontrando a reperire collaboratori, a qualunque livello. Ci troviamo nella necessità di integrare nuovo personale e fatichiamo a trovare persone preparate sia tra i laureati, che tra i diplomati. Questo persino senza porre particolari limiti, ad esempio di età o titolo di studio. La seconda criticità che mi lascia qualche preoccupazione è senza dubbio legata agli effetti del repentino rialzo dei tassi di interesse. E questo pesa sui conti, nostri e dei nostri clienti. Non vorrei che con questo livello di oneri finanziari, che negli ultimi anni è stato quasi irrisorio, qualche azienda potesse andare in sofferenza. Ciò ci porta a essere ancor più prudenti del solito nel concedere fidi non assicurati.  

Diversificazione della gamma e internazionalizzazione sono due punti chiave della vostra strategia industriale, come sta andando la loro implementazione?

La diversificazione è da sempre uno dei punti di forza della nostra attività: oltre che carbonio, trattiamo anche inox e alluminio. Nonostante la nostra gamma sia già piuttosto completa, vorremmo inserire ulteriori lavorazioni che ci portino, come ho già ricordato, ancor più vicino al cliente, per fidelizzarlo ulteriormente.  Sul fronte internazionale ora siamo anche interessati all’eventualità di avere una controllata oltreconfine, ma senza sentirci obbligati a doverlo fare. Se l’opportunità si presenterà, la analizzeremo con attenzione, ma ora si deve prestare attenzione anche al prezzo di acquisto proposto. I multipli non possono essere basati sui risultati di bilancio visti negli ultimi due anni, un po’ “drogati” al rialzo, passatemi il termine. Se invece la proposta si basasse su valutazioni equilibrate in termini di internazionalizzazione saremmo, particolarmente interessati.

A che punto è lo sviluppo del vostro nuovo polo industriale a Ostiglia (Mn)? Avete in programma ulteriori piani di espansione?

Il polo di Ostiglia è senza dubbio l’investimento maggiore che abbiamo fatto negli ultimi anni. Ricordo che si inserisce su un’area di 100 ettari su cui abbiamo realizzato una struttura da 50mila metri quadrati coperti, a fronte però di una possibilità edificativa nell’ordine dei 400mila metri quadrati coperti. In questa nuova sede, che inaugureremo il 9 giugno, accorperemo quattro realtà dedicate al tubo senza saldatura, inserendo anche in questo caso una parte di prelavorazioni. C’è già un progetto espansivo per ulteriori 50mila metri quadrati, ma è ancora in fase di valutazione. Poi siamo disponibili a proporre sul mercato, a operatori della logistica, gli altri 300mila metri quadrati, dal momento che lo stabilimento è direttamente integrato con il Canal Bianco e permette la movimentazione, via fiume con chiatte, di importanti quantitativi di materiale in arrivo e in partenza verso i principali porti del Mar Adriatico. Un sistema logistico che utilizzeremo noi in primis, diminuendo significativamente il numero di mezzi pesanti sulle strade e quindi anche le emissioni di CO2. Per questo l’investimento va anche in direzione della sostenibilità.

L’edizione 2023 di Made in Steel ha soddisfatto le vostre aspettative?

Made in Steel cresce di importanza anno dopo anno, sono presenti le principali realtà italiane e non solo. È diventata un momento di incontro veramente importante. Sia sul fronte della partecipazione che della parte convegnistica, ormai questo è un evento imprescindibile. Siamo talmente soddisfatti da poter già confermare la nostra presenza per l’edizione 2025. 


Eventi

Eusider e Profiltubi: Q1 discreto, ma incognite sulla domanda

Dal Tube le voci di Giacomino Anghileri e Giorgio Frigerio

di Davide Lorenzini

Eusider, nuove opportunità grazie all'integrazione con O.M.V. e Profiltubi

Anghileri: «Uno degli obiettivi ora è l’incremento della nostra presenza nell’Europa centrale»

di Davide Lorenzini

Eusider rileva il 100% di Profiltubi e O.M.V.

Perfezionata nei giorni scorsi l’acquisizione dal fondo tedesco Auctus

di Davide Lorenzini

Rivivi Made in Steel 2023

Tutti gli approfondimenti e le interviste di siderweb dedicati alla Conference & Exhibition dell'acciaio

di Redazione siderweb

Eusider: grande festa per l'inaugurazione del polo di Ostiglia

Anghileri: «Investimento da 35 milioni di euro all'insegna della sostenibilità grazie al trasporto fluviale»

di Gianni Veronesi

Eusider premia il merito

Consegnate 31 borse di studio per i figli dei dipendenti che si sono distinti nei percorsi scolastici

di Davide Lorenzini

Eusider punta su diversificazione e servizio

Anghileri: «Nel primo semestre sono cresciuti fatturato e volumi, ma ora la domanda si è raffreddata»

di Davide Lorenzini

SHAGANG ed Eusider insieme per la banda stagnata

Le interviste a Giacomino Anghileri, Gianluca Marconi e Patrick Tuen

di Stefano Ferrari

Eusider: fatturato sopra il miliardo

In aumento anche l’utile netto dell’esercizio

di Gianfranco Tosini
Altre News

Lascia un Commento



“I campioni non nascono in palestra, sono fatti di qualcosa che viene dal loro profondo: un desiderio, un sogno, una visione”

Muhammad Ali

DOSSIER

Dossier

Futura Expo 2023

Acciaio ancora protagonista di sostenibilità

ARTICOLI SIMILI

Eventi

Eusider e Profiltubi: Q1 discreto, ma incognite sulla domanda

Dal Tube le voci di Giacomino Anghileri e Giorgio Frigerio

di Davide Lorenzini

Eusider, nuove opportunità grazie all'integrazione con O.M.V. e Profiltubi

Anghileri: «Uno degli obiettivi ora è l’incremento della nostra presenza nell’Europa centrale»

di Davide Lorenzini

Eusider rileva il 100% di Profiltubi e O.M.V.

Perfezionata nei giorni scorsi l’acquisizione dal fondo tedesco Auctus

di Davide Lorenzini

Rivivi Made in Steel 2023

Tutti gli approfondimenti e le interviste di siderweb dedicati alla Conference & Exhibition dell'acciaio

di Redazione siderweb

Eusider: grande festa per l'inaugurazione del polo di Ostiglia

Anghileri: «Investimento da 35 milioni di euro all'insegna della sostenibilità grazie al trasporto fluviale»

di Gianni Veronesi
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

Speciale Congiuntura 2023

Produzione, commercio, prezzi: le analisi dei dati e dell'andamento dell'acciaio nel 2023 a cura dell'Ufficio Studi siderweb.

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

RICREA: «Superato approccio ideologico della normativa imballaggi Ue»
A cura di Federico Fusca

RICREA: «Superato approccio ideologico della normativa imballaggi Ue»

Una sola richiesta: «Uniformare i sistemi di calcolo delle quantità riciclate per raggiungere i target comuni»