Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

Costi energetici in stabilizzazione

Zambon (Acciaierie Venete): «Quotazioni al minimo. Difficile pensare che possano essere replicati i picchi 2022»

Translated by Deepl

Situazione energetica verso la stabilizzazione. Ne è convinto Adriano Zambon, direttore industriale di Acciaierie Venete, intervenuto nel webinar di siderweb «ENERGIA & MATERIE PRIME VERSO NUOVI ORIZZONTI».

Il manager del produttore veneto ha confermato la netta riduzione dei costi energetici che è sotto gli occhi di tutti. «Vista la discesa così repentina però – ha spiegato Zambon - risulta difficile prevedere quale potrebbe essere l’evoluzione nel medio periodo. È possibile che questo possa essere il livello minimo a cui la situazione potrebbe stabilizzarsi e data l’evoluzione del conflitto e le forniture già azzerate dalla Russia, è difficile pensare che nel 2023 si possano rivedere i picchi di prezzo registrati nel 2022».

Sul fronte consumi, le attese dell’operatore sono quelle di una sostanziale stabilità con il 2022, oppure un leggero ritocco al ribasso. Parlando degli incentivi governativi concessi alle imprese e in scadenza a marzo, Zambon scommetterebbe su una possibile proroga. «Siamo fiduciosi che le misure di sostegno concesse e rinnovate possano essere prorogate anche oltre la fine del primo trimestre dell’anno. Non ci sono ancora le condizioni per poter avere una produzione sostenibile in assenza dei sostegni oggi attivi».

Particolarmente interessante il punto di vista proposto sulla situazione energetica europea e sulle spinte ai produttori energivori a dar vita alle proprie forniture private di energia rinnovabile.

«Quasi tutti gli operatori si sono attivati per potenziare la propria capacità energetica installata nei siti industriali. Ritengo invece alquanto improbabile che ci si attivi per la creazione di sistemi di produzione off site. La propensione è quella a concentrarsi sul proprio core business, produrre energia è un altro mestiere. Credo invece che possano avere successo i modelli di collaborazione come quelli messi in campo da Federacciai con Ansaldo Energia per avere forniture dalla Slovenia, oppure quanto già visto con la nascita del consorzio per il DRI».

Sul tema idrogeno invece il direttore industriale Acciaierie Venete è stato piuttosto “freddo”: ci sarebbero ancora diverse barriere tecnologiche ed economiche anche sul fronte stoccaggio. «Sicuramente gli incentivi disponibili potranno far accelerare il superamento di questi limiti, ma l’orizzonte temporale sarà ancora abbastanza lungo».

Chiudendo sulle materie prime, Zambon ha detto che «la scarsità di rottame in prospettiva sarà una realtà, per questo ci stiamo muovendo per aprire canali commerciali anche con quelle zone che al momento non sono economicamente vantaggiose, ma potrebbero diventarlo in futuro. Inoltre, stiamo approntando dei cambiamenti tecnologici per gli impianti per far sì che siano pronti per poter utilizzare anche il 30% di preridotto per ogni colata. Ci aspettiamo che il rottame di alta qualità sarà probabilmente sempre più raro a causa dell’aumento di domanda dovuta allo spostamento tecnologico verso il forno elettrico ambientalmente meno impattante».


Acciaierie Venete: nel 2022 aumentano fatturato e redditività

Migliora la situazione patrimoniale e finanziaria

di Gianfranco Tosini

Setrans, Acciaierie Venete sale al 60%

Acquisite quote per 12,4 milioni di euro

di Davide Lorenzini

Acciaierie Venete: confermato per il 2023 il bonus ai dipendenti

Nella busta paga di maggio contributo “una tantum” da 800 euro

di Davide Lorenzini

Siderurgia italiana: situazione capovolta per produzioni EAF e BOF a marzo

Elettrosiderurgia con prezzi in ribasso e costi in rialzo, mentre per il ciclo integrale si verifica l'opposto

di Gianfranco Tosini

Acciaierie d'Italia: sbloccati 680 milioni di euro

I sindacati ora chiedono nuovi investimenti

di Redazione siderweb

Agenda: nuove audizioni sul ddl sugli impianti strategici

Domani l'intervento del presidente di Acciaierie d'Italia

di Elisa Bonomelli

Il petrolio iraniano compensa quello russo

Forniture di greggio in equilibrio grazie all'aumento delle spedizioni da Teheran

di Redazione siderweb

Caro energia e acciaio

Analisi, attualità e approfondimenti su gas ed elettricità per orientarsi nella crisi

di Redazione siderweb
Altre News

Lascia un Commento



“Un idealista è una persona che aiuta gli altri a prosperare”

Henry Ford

DOSSIER

Dossier

Futura Expo 2023

Acciaio ancora protagonista di sostenibilità

ARTICOLI SIMILI

Acciaierie Venete: nel 2022 aumentano fatturato e redditività

Migliora la situazione patrimoniale e finanziaria

di Gianfranco Tosini

Setrans, Acciaierie Venete sale al 60%

Acquisite quote per 12,4 milioni di euro

di Davide Lorenzini

Acciaierie Venete: confermato per il 2023 il bonus ai dipendenti

Nella busta paga di maggio contributo “una tantum” da 800 euro

di Davide Lorenzini

Siderurgia italiana: situazione capovolta per produzioni EAF e BOF a marzo

Elettrosiderurgia con prezzi in ribasso e costi in rialzo, mentre per il ciclo integrale si verifica l'opposto

di Gianfranco Tosini

Acciaierie d'Italia: sbloccati 680 milioni di euro

I sindacati ora chiedono nuovi investimenti

di Redazione siderweb
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

Acciaio verde, un mercato tutto da costruire

Cosa si intende per acciaio verde? Quali mercati lo stanno utilizzando, e quali potrebbero farlo a breve? I consumatori sono disposti a pagare un “extra” per i prodotti sostenibili?

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

RICREA: sperimentazione sulla frantumazione per migliorare la qualità
A cura di Elisa Bonomelli

RICREA: sperimentazione sulla frantumazione per migliorare la qualità

Il Consorzio sta installando un secondo impianto in Puglia. Si lavora anche per perfezionare la raccolta