Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 
I nostri video

Tubi in acciaio: «Il secondo semestre sarà buono»

Luigi Cuzzolin (Pipex Italia) e Giorgio Maschietto (Morandi Steel) concordi nel webinar su Mercato & Dintorni

«Una delle conseguenze, in questo caso positiva, di quanto sta accadendo sul mercato è che il mondo ha scoperto che esiste l’acciaio, anche perché seppur non trattandosi di un fenomeno inedito, nessuno credo si poteva aspettare che assumesse queste dimensioni».

Ha esordito così Luigi Cuzzolin, amministratore delegato di Pipex Italia, intervistato da Stefano Ferrari, responsabile dell’Ufficio Studi di siderweb, nel webinar Mercato & Dintorni, dedicato come sempre alle dinamiche e prospettive dei prodotti siderurgici, ma stavolta con un focus sul settore dei tubi, sia saldati che senza saldatura.

«La performance dei coils, peraltro con marginalità importanti per i produttori – ha poi spiegato Cuzzolin – ha determinato un effetto negativo per chi, come noi, deve acquistare materie prime ai prezzi che, di fatto, vengono stabiliti sulla base di quei rendimenti ed è indubbio che ci siano delle ricadute non certo positive sul resto della filiera».

Senza trascurare il fatto che, ha spiegato, «con i coils ai prezzi attuali, tutto aumenterà, a partire ovviamente da quelli dei prodotti a valle, ma il rischio che si corre è che questo possa rappresentare un freno per tutto il settore delle infrastrutture, che fra già registrare un rallentamento progettuale».

Quanto a quello specifico del tubo senza saldatura, l’amministratore delegato di Pipex Italia ha ricordato che «in Italia non c’è un player di riferimento ed il mercato è molto frammentato, con settori di riferimento, come l’Oil & Gas che hanno denunciato problemi e determinato una fisiologica contrazione dei volumi, peraltro compensata solo in minima parte dal travaso che si è registrati dal settore dei saldati»

Interessante poi il punto di vista di Luigi Cuzzolin in relazione alla normativa di Salvaguardia, che a suo avviso sarà certamente prorogata a luglio: «Si deve tener presente – ha spiegato – che viene esportato il rottame in Paesi che poi ci riportano indietro i tubi, vendendoli a prezzi competitivi nei confronti di quelli che produciamo qui». Ricordando, peraltro, «il caso limite di un tubificio cinese (Hubei Xinyegang con sede a Huangshi; ndr) che, avendo vinto un ricorso proprio contro l’imposizione dei dazi all’import da parte dell’UE, ormai da tempo può vendere i propri prodotti senza alcuna tariffa aggiuntiva».

Per Pipex, ha infine spiegato Cuzzolin, il primo semestre dell’anno è stato caratterizzato dall’affanno determinato dalla necessità di recuperare dopo gli aumenti di prezzo delle materie prime, mentre per il secondo siamo fiduciosi per un recupero».

Sempre rispondendo alle domande di Stefano Ferrari, poi, Giorgio Maschietto, general & sales manager di Morandi Steel, ha spiegato che «la tendenza di aumento delle quotazioni proseguirà, anche se in modo più leggero rispetto al passato», confermando che «nelle costruzioni – settore nel quale, insieme a quelli dei prodotti per le acciaierie e della carpenteria meccanica l’azienda è particolarmente attiva – c’è un rallentamento dei progetti e si faranno certamente meno cose rispetto al previsto».

A proposito di previsioni, però, secondo Maschietto, «per il nostro comparto sono comunque interessanti per la fine del 2021 e l’inizio del 2022, ma per avere un’idea più precisa sarà decisivo valutare la ricaduta del Recovery Plan sulle iniziative che vedranno la luce».

Soprattutto alla luce del fatto che «con il piano Next Generation EU è previsto che ben 190 miliardi siano destinati all’Italia e che molti di questi saranno utilizzabili per infrastrutture e mobilità. Molto, però – ha detto il general & sales manager di Morandi Steel – dipenderà da come saranno gestiti e va anche ricordato che le iniziative che li riguardano dovranno essere definite entro il 2022».

Anche secondo Giorgio Maschietto, poi, «detto che l’import ha sempre calmierato i prezzi, la salvaguardia sarà certamente mantenuta, ma dovrebbe essere rivista nelle modalità, perché per esempio noi abbiamo clienti che utilizzano prodotti che in Italia non si trovano».

Ed a proposito di mercato – «il tubo in qualità ha un prezzo alto e potrebbe perdere quote di mercato» – il general & sales manager di Morandi Steel ha rivelato che «la domanda dei clienti va sempre più verso il prodotto finito e questo comporterà un cambio di mentalità, al quale noi stiamo già lavorando, anche grazie alle novità introdotte con l’impianto per il taglio laser e il nuovo approccio con la digitalizzazione, per offrire sempre più servizi personalizzati».

Tanto che, ha concluso Giorgio Maschietto, «il primo semestre è caratterizzato da buone marginalità, anche se i volumi non sono stati particolarmente elevati, mentre per il secondo abbiamo in portafoglio ordini importanti che ci fanno pensare positivo».


25 giugno 2021

Pipex Italia: il Covid incide sui risultati

Il gruppo chiude il 2020 con un utile di mezzo milione

di Stefano Ferrari

8 giugno 2021

2021 anno di transizione per i tubi

Delta con il prezzo dei coils ancora ampio. Per Pegorari e Rapullino «il prezzo può ancora crescere»

di Davide Lorenzini

8 giugno 2021

Mercato & Dintorni: produzione di tubi in calo

Gianfranco Tosini: «In Italia la situazione è peggiore rispetto alla media globale del settore»

di Davide Lorenzini
Altre News

Lascia un Commento



“Chi non fa nulla non ottiene niente, è per questo che bisogna impegnarsi”

Esopo

DOSSIER

Dossier

Made in Steel 2023, ecco gli espositori

Verso la Conference & Exhibition internazionale dell’acciaio: le voci, le attese e i progetti della filiera

ARTICOLI SIMILI

25 giugno 2021

Pipex Italia: il Covid incide sui risultati

Il gruppo chiude il 2020 con un utile di mezzo milione

di Stefano Ferrari

8 giugno 2021

2021 anno di transizione per i tubi

Delta con il prezzo dei coils ancora ampio. Per Pegorari e Rapullino «il prezzo può ancora crescere»

di Davide Lorenzini

8 giugno 2021

Mercato & Dintorni: produzione di tubi in calo

Gianfranco Tosini: «In Italia la situazione è peggiore rispetto alla media globale del settore»

di Davide Lorenzini

21 settembre 2022

Pipex Italia: 2022 migliore del 2021, nuovi mercati di nicchia

Dalla crisi energetica anche opportunità per i tubi senza saldatura. Novità in vista di Made in Steel 2023

di Elisa Bonomelli

3 maggio 2022

«Il vero problema oggi è la mancanza di offerta»

Cuzzolin (Pipex): ha sostenuto i prezzi dei tubi senza saldatura. La filiera a valle sta soffrendo

di Elisa Bonomelli
Altre News

MERCATI

SPECIALI

Speciali

Speciale wire & Tube 2022

Torna dopo quattro anni con approfondimenti ed interviste lo speciale wire & Tube di siderweb.

Altri Speciali

Riciclo imballaggi

RICREA: riparte dalla Sicilia il tour di Capitan Acciaio
A cura di Stefano Gennari

RICREA: riparte dalla Sicilia il tour di Capitan Acciaio

Dal 29 settembre torna l'iniziativa di RICREA per spiegare ai cittadini l'importanza della raccolta differenziata