SIDERWEB - La community dell'acciaio

Aratubo guarda con interesse al mercato italiano

A Made in Steel giunge conferma della strategia dell'azienda spagnola, per la prima volta presente alla manifestazione

RHO (MI) - Un debutto a Made in Steel quello di Aratubo, società del gruppo Arania con sede a Vitoria-Gasteiz in Spagna, che riflette una precisa strategia: aprire un fronte sul mercato italiano.

«La scelta di prendere parte alla manifestazione si inserisce proprio in questa logica - conferma Rossano Massarenti, dirigente della società attiva nella produzione di tubi (100 milioni di fatturato e 185 dipendenti a fine 2018) -. Abbiamo una forte vocazione all'export, che vale il 90% del nostro business, e l'Italia è un Paese che non può non interessarci».

L'ingresso nel panorama nostrano immaginato dalla Aratubo non vuole però esere in alcun modo dirompente bensì calibrato e proporzionato, «rispettosi di quello che è il mercato interno - sottolinea Josè Manuel Romero -. Non intendiamo porci come dei conquistatori ma solamente per quello che in realtà siamo, una realtà votata all'estero e alla produzione». La via scelta guarda al business dei prodotti ad alto valore aggiunto, «non ci interessano le commodities - sottolinea Romero -. Nostro preciso intento però è evitare di alterare gli equilibri già esistenti».

Stefano Martinelli

Stefano Martinelli