Siderweb utilizza i cookie per una migliore gestione del sito.
Per ulteriori dettagli e per informazioni si invita a consultare la nostra policy relativa alla privacy ed ai cookie. Accedendo al sito acconsenti all'uso dei cookie.
Scopri
Siderweb
Prova Gratuita 

Assofermet: lo scenario globale

Gli scambi mondiali di materie prime e metalli non ferrosi nella seconda tavola rotonda dell'assemblea annuale

Versione stampabile

RHO (MI) - Materie prime e metalli non ferrosi sono invece stati i protagonisti della seconda tavola rotonda che ha animato l’Assemblea annuale di Assofermet ospitata da Made in Steel. Moderati dal giornalista de il Sole 24 Ore Lello Naso, sono intervenuti Cinzia Vezzosi, presidente di Assofermet Metalli, Paolo Pozzato, presidente di Assofermet Rottami, Giampaolo Stramaccioni, Base metals trading – INTL FCStone, e Hector Forster, Platts.

Per quanto riguarda i metalli non ferrosi sia la presidente Vezzosi che Stamaccioni hanno posto l’accento sulle dinamiche del rame e dell’allumino, che sul mercato italiano hanno prodotto reazioni molto diverse.
Nel primo caso le quotazioni depresse del rame avevano preparato gli operatori ad eventuali rialzi. L’alluminio invece partiva già a quotazioni elevate e per tanto, l’ulteriore spinta dei prezzi verso l’alto ha un po’ spiazzato il mercato.

Per quanto riguarda invece il mercato del rottame Forster ne ha illustrato l’andamento in relazione con le altre materie prime siderurgiche evidenziando come l’aumento degli impianti elettrosiderugici nel mondo stia facendo sì che il rottame diventi una materia prima estremamente ricercata.

Per Pozzato invece le grandi incognite della Brexit e della nuova politica industriale americana avviata dal presidente Trump, hanno avuto effetti inferiori alle attese. Si è rivelato infondato Il timore che la chiusura delle frontiere Usa alle produzioni turche, primo consumatore mondiale di rottame, potesse limitarne la produzione. In questo contesto l'Europa si conferma il primo esportatore mondiale di rottame.   

ARTICOLI CORRELATI

  • 18 maggio 2017

    La visione degli imprenditori scalda Made in Steel

    Sala gremita per il convegno dedicato al futuro della siderurgia italiana

  • 18 maggio 2017

    A Made in Steel il meeting di Eurometal

    L'associazione europea delle aziende del commercio dell'acciaio si confronta a Made in Steel

  • 18 maggio 2017

    Primetals: la digitalizzazione è fondamentale

    Da Made in Steel l’ad della divisione italiana Giuseppe Ferrario racconta l’entrata nella rivoluzione digitale

  • 18 maggio 2017

    Assofond a Made in Steel: bene il 2017

    Nel 2016 salgono ghisa e metalli non ferrosi, male l'acciaio. Avanti con la produzione ad alto valore aggiunto

Lascia un Commento



“Il successo è raggiungere quello che vuoi. La felicità è volere ciò che hai”

Dale Carnegie

DOSSIER

La strada verso l’acciaio del futuro

Le strategie a medio termine dei grandi gruppi siderurgici mondiali

19 giugno 2017
USA: il rischio di una guerra geo - economica
Archivio dossier

ULTIME NEWS

NSSMC punta sull’ultra-resistenziale

Il gruppo giapponese installerà una linea continua di zincatura a caldo per la produzione di 33mila tonnellate al mese

Partnership tra Vallourec e l’ucraina Interpipe

L’obiettivo annunciato è produrre tubi ss non-OCTG per il mercato europeo

Ori Martin, verticalizzazione e qualità

Giovanni Marinoni e Roberto De Miranda: investimenti continui e ricerca per essere vicino ai clienti

Acciaierie Venete: centro di ricerca a Padova

Banzato: «2017 positivo, Ebitda all’11%»

Altre News

MERCATI

Billette

Quotazioni stabili

Tondo c.a.

Consumi interni al palo

Vergella

Buona domanda

Altre analisi

SPECIALI

Speciali

speciale dazi USA

L’import-export di acciaio USA, prima e dopo (con l’analisi delle possibili conseguenze) l’applicazione dei dazi al 25% su alcuni prodotti siderurgici

Altri Speciali